Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

sabato 31 marzo 2012

NETTI MIGLIORAMENTI INTESTINALI E ADENOMA PARATIROIDEO

LETTERA

REFLUSSO, ERNIA IATALE E METAPLASIA INTESTINALE

Caro Valdo, ti ho scoperto casualmente l'anno scorso a gennaio dopo che mi fu diagnosticato un reflusso gastroesofageo con ernia iatale e metaplasia intestinale. Cercando su internet, mi sono imbattuta nel tuo blog e mi si è svelato un mondo che non conoscevo e che mi ha portato a modificare la mia alimentazione.

SCELTO LA VIA VEGANA DA UN ANNO A QUESTA PARTE

Da febbraio dell'anno scorso ho abbandonato la carne, i salumi, il pesce, il latte i latticini e le uova, cercando di mangiare frutta lontano dai pasti dalle 3 alle 5 porzioni al giorno. Utilizzo quasi esclusivamente pasta e pane integrali e inizio sempre i pasti principali con insalata verde, mista ad altra verdura e a semi di lino, sesamo e girasole.

VITA SEDENTARIA E FUMO NON ANCORA ELIMINATO

Non riesco a seguire in modo corretto tale alimentazione nei periodi di vacanza, quando mi è capitato anche di mangiare primi non integrali conditi, a volte, con pesce. Ho praticamente abolito alcolici e caffè. Purtroppo fumo ancora qualche sigaretta, ma ho intenzione di smettere al più presto. La mia vita, però, è piuttosto sedentaria. Svolgo lavoro d'ufficio e, quanto ad attività sportive, mi limito alla pratica del pilates un'ora alla settimana.

SCONFITTO LA STITICHEZZA E L'INSUFFICIENZA INTESTINALE

Da quando ho cambiato l'alimentazione ho riscontrato un netto miglioramente del funzionamento intestinale. Posso affermare di non soffrire più di stitichezza. Oltre al problema dello stomaco, soffro anche di artropatia psoriasica. Per la pelle mi sottoponevo a trattamenti di fototerapia che ho abbandonato quando ho deciso di cambiare la mia alimentazione. Da questo punto di vista non ho ancora ottenuto i risultati sperati, anche se c'è stato un miglioramento nelle macchie che risultano meno infiltrate.

ADENOMA PARATIROIDEO, CALCEMIA ALTERATA E OSTEOPENIA

Ultimamente, poi, mi è stato scoperto un adenoma paratiroideo che mi produce un aumento della calcemia nel sangue (ultimi esami valore 11.5). La MOC che ho eseguito evidenzia inoltre una osteopenia severa. I medici mi propongono l'intervento, ma io voglio evitarlo. Nell'ottobre scorso ho partecipato al convegno di Bergamo e in quell'occasione ho conosciuto Michele Manca. Ho letto alcuni libri sul digiuno terapeutico e ho deciso di praticarlo.

SOGGIORNO CON MANCA NELLE MARCHE

Ho parlato per telefono con Michele per definire un periodo curativo nelle Marche. Mi ha consigliato un soggiorno di due settimane con digiuno di una settimana e successiva rialimentazione. Da quello che ho letto, non so se può essere sufficiente. Cosa ne pensi? Poichè devo dare la conferma definitiva a Michele, ti sarei grata se potessi rispondermi al più presto (scusa la sfacciataggine!) Ti saluto cordialmente e ti ringrazio di cuore. Ogni tuo suggerimento sarà per me prezioso.
Carlotta

*****

RISPOSTA

HAI FATTO TANTO MA NON ABBASTANZA

Ciao Carlotta, sei stata brava nel passare al veganismo un anno fa. Peccato che ti sia mancata la coerenza di completare il quadro e di non restare a metà del guado, con la pasta al pesce e le sigarette tuttora nella borsetta. Saper eliminare tutte le porcherie da macelleria è una cosa lodevole. A maggior ragione non comprendo la tolleranza nei riguardi del fumo, che tra l'altro è micidiale su tutto il corpo ma, in particolare, nei riguardi dell'intestino.

OTTIMA LA SOLUZIONE DI DUE SETTIMANE CON MANCA

Ovvio che ne abbiano risentito i risultati, soprattutto a livello di pelle. Il fumo è una disgrazia anche per il sistema renale. Come fai a detossificare la cute senza prima migliorare le condizioni dei reni? Fai bene ad andare in cura da questo esperto maestro. Non importa se le due settimane non bastano. Potrai continuare la cura tranquillamente a casa.

L'ADENOMA SUBIRA' NORMALE AUTOLISI

L'adenoma paratiroideo se ne andrà al primo digiuno, senza nessuna operazione chirurgica. Oltre che alle cose giuste che ti saranno proposte, sarà importante prendere molto sole, stare sulle verdure crude e fare molto movimento aerobico. Farai sapere al pubblico il risultato, qualunque esso sia, e attendo tue notizie al riguardo.

Valdo Vaccaro

ACQUA DISTILLATA, ABERRANTI COLE E ODIOSI ADDITIVI ALIMENTARI

LETTERA

DISTILLATORE E ACQUA NEL LUNGO PERIODO

Caro Valdo, ti ho scritto ultimamente indicandoti il sito Vitality4life per l'acquisto del distillatore. Ora sullo stesso sito ho letto questa frase: Nel lungo periodo è meglio non bere acqua distillata perché ci sono delle controindicazioni (per esempio l'impoverimento di minerali per il nostro organismo). Ma bere acqua distillata per brevi periodi può aiutare il corpo a disintossicarsi attraverso l'eliminazione degli agenti contaminanti e delle tossine.

VALORE E DISVALORE NEI MINERALI INORGANICI

Mi pare di aver capito da te che gli unici minerali che l'acqua distillata porta via dal nostro corpo sono quelli inorganici e quindi sempre tossine per il nostro organismo. E se ci sono dei minerali inorganici che devono essere conservati nel nostro organismo, il breve periodo quanto deve essere breve? Io attualmente bevo uno o due bicchieri al giorno se ho sete e a volte, mangiando crudista, la sete non c'è. Tu che ne pensi va bene?
Carissimi saluti
Gabriella

*****

RISPOSTA

UN MARCHIO DI FABBRICA CHE NON TRADISCE MAI SE STESSO E LA SUA TRADIZIONE

Ciao Gabriella, sto girando per l'Asia e ti rispondo da Hanoi-Vietnam. Quasi tutte le compagnie aeree asiatiche servono a bordo, oltre al cibo, la vaschetta d'acqua dal marchio BONAQUA, copiata senza la lettera "C" dal dizionario italiano. Si tratta solo di un bicchiere di acqua, ma mi guardo bene dal berla. Dove mette mani la Coca-Cola non ci si salva.

GLI AVVELENATORI MONDIALI STANNO AD ATLANTA, IN GEORGIA

Non contenta di avvelenare il pianeta intero con le sue lattine allo zucchero o all'aspartame, cariche di acido fosforico, di acido carbonico e di micidiale caffeina, e con una gamma di bibite basate sulla dolcezza e sull'effervescenza artificiale colorata (Fanta, Seven-Up, ecc), va a produrre un'acqua durissima e dichiaratamente carica di minerali inorganici. Nessuna meraviglia che Schwarzenegger, governatore della California, abbia invitato tutte le scuole a vietare la distribuzione delle bibite nelle scuole della California.

COERENZA ASSOLUTA SU TUTTA LA LINEA

Ovviamente la Coca-Cola se ne frega di chiunque la critichi. Ha una macchina pubblicitaria che sovrasta ogni voce critica. Non le sarebbe costato nulla produrre acqua distillata anziche' acqua appesantita da minerali velenosi, eppure ha optato per la scelta peggiore. Come mai? Per coerenza. Non puoi avvelenare il mondo nel 99% dei casi e inserire una bevanda acquea sana che vale meno dell'1% della sua gamma. Dovresti dare poi delle spiegazioni alla gente sul perchè delle tue scelte. In questo occorre riconoscere una coerenza ideologica nel gigante di Atlanta: "Meglio essere avvelenatori seriali su tutta la linea, che emeriti produttori di veleno nel 99% dei casi e produttori d'acqua sana nell'1% dei casi".

UNA MISSIONARIA DI NOME COCA-COLA

Anche perche' la Coca-Cola ha una missione nel mondo come diseducatrice sistematica dei bambini e della gioventù. Non esiste evento sportivo non sponsorizzato dalla Coca-Cola nelle Filippine, tanto per fare un esempio. Oltre la meta' dei profitti viene reinvestita in programmi pubblicitari. Chiunque si mette a tavola in una pizzeria di Manila, non si fa mancare il conforto di due bottiglie della bevanda numero uno, ben gelata e con le immancabili bollicine.

I VEGAN-CRUDISTI NON SANNO COSA SIGNIFICHI LA PAROLA SETE

Per chi mangia vegano e tendenzialmente crudista, non esiste un problema dell'acqua, visto che l'approvvigionamento idrico arriva dall'anguria, dai meloni, dal cocco, dalle arance, dalle pesche, dai kaki, dall'uva, dalle fragole, dalle ciliegie, dalle carote e dalla clorofilla delle verdure crude, per cui 1-2 o massimo 4 bicchieri di acqua al giorno possono essere tranquillamente bevuti da normali bottiglie di acqua leggera commerciale.

INSUFFICIENZA RENALE E RITENZIONE IDRICA ALL'ORDINE DEL GIORNO

Ma chi mangia cotto, e si carica già in tali circostanze di minerali ritrasformati e quindi inorganici, o anche chi si imbottisce di integratori salini e di bevande mineralizzate, o peggio ancora di acque alcaline, la situazione cambia pesantemente. Chi poi mangia la disordinata ed irresponsabile dieta medica del "Poco ma di tutto", con integratori, caffe' e 2-3 litri di acqua al giorno, i disagi, la ritenzione idrica e gli avvelenamenti sono garantiti. Il corpo umano si alcalinizza soltanto con gli agrumi e con la frutta acidognola. Chi cerca la scorciatoia rimane fregato.

PUR NON BEVENDO PIU' DI TRE LITRI ALL'ANNO DI ACQUA DISTILLATA, SONO CERTO DELLA SUA MAGNIFICENZA

I produttori di macchinette distillatrici hanno probabilmente dovuto per legge apporre tale etichetta, per ottenere l'approvazione alla vendita dei loro prodotti, esistendo in Italia una legislazione-capestro a smaccato favore delle acque minerali pesanti. L'acqua distillata, lo ridico una volta per tutte, è perfetta sotto ogni punto di vista, e sta sul pH di 7.00. I minerali organici che assumiamo vengono immediatamente assimilati dal corpo o, se in eccesso, vengono filtrati ed espulsi dai reni. Quelli assimilati non vengono nemmeno sfiorati dall'acqua distillata. Gli unici minerali che l'acqua distillata porta via sono i minerali inorganici, tutti dannosi e velenosi per la loro formula grossolana, cristallina, non-collaginosa, non filtrabile dai tubuli renali.

IL CORPO CLASSIFICA LE SOSTANZE IN CIBO NUTRIENTE O VELENO DA ESPELLERE

Non esistono minerali inorganici utili. Il corpo non ha alternative o vie di mezzo di fronte al cibo che gli proponiamo. Lo assimila come sostanza nutriente o lo deve espellere come veleno. Nel caso dei minerali inorganici l'espulsione e' drammaticamente difficile, per la struttura molecolare cristallina e pesante dei minerali stessi, non masticati ed elaborati dalla linfa vegetale e dalla sintesi clorofilliana.

USIAMO PURE LA NOSTRA MAGLIETTA MADIDA COME STRUMENTO DA LABORATORIO

La prova concreta la verifichiamo quando il sudore lascia impressa la sua presenza odorsa e salata su una maglietta di cotone di chi fa sport. Trattasi di quei sali che il corpo manda fuori non per via renale, ma attraverso i piu' accomodanti pori della pelle, dove l'epidermide fa da organo emuntorio e da secondo rene a supporto del sistema renale.

BUFFET VEGANO TRASCURATO E PIZZA CARNIVORA ALLA COLA GETTONATISSIMA

Fatto sta che ieri, mentre stavo al Pizza Hut di Taipei, osservavo una scena interessante. Un buffet vegano favoloso con ogni ben di Dio al prezzo globale di 164 NT (4 Euro), e a fianco, nella stessa saletta, l'alternativa carnivora consistente in un pizza-buffet carnivoro, con pizze oleose al pesce e al maiale, piu' altri piatti di carne al prezzo di 300 NT. Sia un chiassoso e numeroso di studenti taiwanesi che due studenti penso americani, hanno optato per la pizza e per la lattina di Coca-Cola, senza nemmeno sfiorare con lo sguardo il buffet vegano.

CUOCO TAIWANESE MERITEVOLE DI UN NOBEL PER IL MIGLIOR CIBO A UN PREZZO INCREDIBILE

Non ho potuto fare a meno di riflettere sull'arte, inutile e sprecata, di quel cuoco taiwanese che ha allestito il buffet vegano in questione con ammirevole maestria. Cibi freschissimi e saporiti sui quali ho banchettato digerendoli poi senza alcun problema. Cibi rimasti sul tavolo e destinati probabilmente alla spazzatura. Quanto a lungo possa durare un buffet del genere si può solo immaginare. Buffet tanto salubre, educativo ed economico, quanto irreligiosamente ignorato dalla clientela.

DESCRIZIONE DEL BUFFET VEGANO

Oltre ad arance dolcissime, tagliate a metà, e a generose fette di papaia, il buffet vegano offriva germogli di alfa-alfa, germogli di fieno greco, cetrioli, pomodori, carote, pannocchiette di mais, mais sgranato fresco, uvetta secca, patate crude affettate con peperoni piccanti, purè di patate dolci, spaghetti in bianco, rigatoni alle verdure e al pomodoro, fagiolini di soia cotti al valore nel loro baccello, tofu aromatizzato, crema di mais, bevanda al mango. Non esagero nel dire che, alle 21 di sera, e quindi a ora tarda, c'era stata molta gente, tutti giovani, e il buffet vegano era intoccato, quasi preparato in esclusiva per me stesso.

LA DISEDUCAZIONE ALIMENTARE IMPERA INCONTRASTATA SUL PIANETA TERRA

Questi sono gli effetti terribili della diseducazione ideologica ed alimentare. Nessuno di questi ragazzi ha mai visto in vita sua un macello, una esecuzione impietosa di una creatura spaventata, piangente ed innocente. Nessuno ha mai accarezzato un vitellino e nessuno si è mai fatto leccare la mano da una mucca, avendo visto al massimo gli animali in televisione. Questo esempio fa capire la situazione del mondo intero, dove i ragazzi, anche nelle scuole, preferiscono il cibo saporito, concentrato, carneo o ittico, innaffiato dalle bollicine, dalla caffeina e dallo zucchero artificiale. Il cibo sano non lo prendono nemmeno per regalo, e parlo di studenti, cioè di ragazzi squattrinati per definizione.

UN PAESE ALLA RICERCA CONTINUA DELLA SALUTE

Taiwan è un paese che ha davvero a cuore la salute dei suoi cittadini, rovinati da anni di carne-pesce e McDonald's. Nel mio piccolo, ho già ricevuto concrete proposte di conferenze vegane nelle varie città, con una traduttrice cinese a fianco. Ho importanti amici vegani a Kaohsiung, incuriositi dal crudismo, e pronti a fare una campagna nazionale.

LA MICIDIALE SINDROME METABOLICA

Non a caso, sul quotidiano Taiwan Times di ieri sono apparsi due interessanti articoli. Uno riguarda una pubblicazione dell'American Journal of Clinic Nutrition sulla ricerca condotta dal professor Kiyah Duffey dell'Universita' del North Carolina circa la micidiale e pestifera Sindrome Metabolica che colpisce la gente con insufficienza epatica, renale e intestinale, con diabete e sovrappeso, soprattutto quando la gente segue il fast food e le bevande dietologiche stile aspartame e integratori salini vari.

LA RACTOPAMINA, UN TREMENDO ADDITIVO AL CIBO ANIMALE

Il secondo articolo, parla del divieto europeo della ractopamina, un additivo animale largamente usato nei cibi per animali e nei farmaci beta-antagonisti. Ne ha parlato il professor Donald Broom, docente a Cambridge, nonchè membro dell'EFSA (Panel on Animal Health and Animal Welfare), in una breve conferenza di mezz'ora presso il DDP (Progressive Party), la Taiwan Solidarity Union e il People First Party di Taipei.

ROVINARE I BAMBINI, FARLI DIVENTARE IRREQUIETI ED AUTISTICI, E' UN CRIMINE INSOPPORTABILE, ANCHE PER CHI SI STRAFREGA DELLA BRUTTURA MACELLATORIA

La ractopamina, fortemente spinta nel mondo dai farabutti americani della FDA e dal Codex Alimentarius americano, fa sì che le carni animali abbiano maggiore tendenza alla ritenzione idrica, pesando di più a scapito di chi compra le bistecche. Come non bastasse, la carne carica di ractopamina rende gli animali più attivi, più nervosi, più voraci e più cattivi, e causa pure crisi di ansietà agli ignari consumatori, soprattutto ai bambini, sensibilissimi a questo tipo di veleni ormonali. Non a caso la ractopamina è stata vietata in 160 paesi.

ANCHE LE NAZIONI UNITE E LA FAO STANNO A FIANCO DEI POTENTI MACELLAI AMERICANI

Eppure le Nazioni Unite, sollecitate dal governo americano e dalle Commissioni sui Cibi e sugli Additivi della FAO e dalla WHO, stanno cercando di far approvare un tetto massimo di 0,1 microgrammi di ractopamina per kg di carne, cosa che l'EFTA non intende accettare. Da rilevare poi come valga sempre il principio per cui "Fatta la legge trovato l'inganno". Bloccata la ractopamina, ci sono decine di altre sostanze simili e da potersi usare in alternativa. La stessa somatotropina ha pressappoco gli stessi effetti, come lo sanno benissimo il gruppo Cremonini, la McDonald's e i macellatori di bovini e suini del mondo intero. Lo sanno anche i finanziatori dei due piu' grandi neo-macelli d'Italia, in procinto di nascere e con i cantieri in via di allestimento, uno in zona Treviso e l'altro in zona Brescia.

GOVERNO AMERICANO PIAZZISTA DI SALME, DI SOFFERENZA E DI PATOLOGIE

Mi viene in testa l'odiosa guerra della bistecca imposta dagli Stati Uniti al suo alleato Korea del Sud, per tramite della Segretaria di Stato Condoleezza Rice (vedi mia tesina Il Sottomarino Rosso e la Guerra della Bistecca), con obbligo di importare 50 navi/anno cariche ognuna di 60 mila vitelloni americani macellati e disossati, come ultimatum onde evitare il blocco delle importazioni di automobili koreane Hyundae negli USA. La gente di Seoul mise a ferro e fuoco la citta' ribaltando e bruciando 100 autobus nella capitale Seoul, contro il diktat amerricano e il morbo della mucca pazza. Se avessero saputo anche della ractopamina, gli autobus bruciati sarebbero stati 500 e il presidente koreano non avrebbe ceduto a tale aberrante imposizione.

Valdo Vaccaro

MIGLIORAMENTI IN OGNI DOVE E QUALCHE CAPELLO BIANCO

LETTERA

NIENTE PIU' FETI E NIENTE PIU' CADAVERI

Ciao Valdo, Non voglio toglierti da altre richieste più importanti, la mia è peraltro una curiosità. Sono Roberto, ho 42 anni e sono approdato sul tuo Blog quasi due anni fa. Da allora ho cambiato completamente il mio stile di vita, a partire da quello alimentare. Stop a feti e cadaveri (carne, pesce, uova) e via il latte. Stop ai farmaci e ormai anche al caffè.

LA NATURA VERDE E VITALE E' ENTRATA IN CASA MIA

In alternativa a quanto sopra, piattoni di insalate, pomodori, peperoni,
cipolotti, uvetta. Ogni tanto un piatto di pasta (non sempre integrale perchè non sono io che cucino) e una fetta o due di pane (anche qui non sempre integrale perchè non faccio io la spesa). Mandorle a manciate, fichi, uva, pomodorini secchi, arance in quantità industriale e ogni ben di Dio che la natura può offrire. Qualche piatto di tortelli agli spinaci (sono in Emilia) dalla suocera non ho potuto evitarli, ma nel complesso direi che sto procedento abbastanza bene.

L'OSTRACISMO C'E' STATO E MI HA MESSO A DURA PROVA

Ho passato un periodo durissimo di ostracismo da parte di tutti i miei
familiari. Mio padre (farmacista in pensione!!) "inveiva" contro di me dicendo: "Ma te sei cresciuto a latte e formaggio grana". E io "Grazie tante al latte e formaggio per le carie che hanno devastato i miei denti".

ORA TUTTA LA FAMIGLIA E' COINVOLTA

Ora mia suocera e mia made, carnivore convinte entrambe, cucinano vegano per noi e mio padre mi compra ogni mercoledi al mercato i radicchietti
freschi e i cipollotti! Fatico un po' con i dolci per cui sgarro ogni tanto con un gelato (davvero raramente però), mentre il mio vero tallone d'Achille rimane la cioccolata fondente!

LO STRAPPO DEL GELATINO E DELLA CIOCCOLATA FONDENTE

Sto cercando di migliorare e di trovare maggior equilibrio, specialmente sul discorso cioccolata, leggendo anche le tue numerose tesine. Devo
farmi forza! In ogni caso, miglioramenti in ogni dove. Ho perso qualche chilo, risolvendo pure i bruciori e le pesantezze allo stomaco che ormai mi accompagnavano dopo ogni pasto. Mi ritrovo con energie fresche e rinnovate.

IL MIGLIORAMENTO DELLA CHIOMA

Ti chiedevo una cosa. A causa dello stress familiare (bimbi piccoli che non dormono), mi sono comparsi numerosi capelli bianchi che non ho mai avuto. Tra le tue tesine, che leggo avidamente, ho trovato solo alcuni accenni di persone che hanno ritrovato "lucentezza e colore" nei loro capelli. E' possibile riavere il colore naturale dei capelli (che non sia una tinta, ovviamente) o una volta sbiancati sono, aimè, da dare per "perduti"? Un abbraccio e un immenso grazie per tutte le cose belle che hai portato in me e nella mia famiglia.
Roberto & Co

*****

RISPOSTA

COMPLIMENTI A TE E ALLA FAMIGLIA

Ciao Roberto, complimenti a te, ma soprattutto a tuo padre e a tua madre che, dopo aver fatto le solite comprensibili resistenze hanno avuto modo di ricredersi e di diventare addirittura complici della tua avventura igienistica. Non è il gelato occasionale e nemmeno la cioccolata fondente che ti danneggiano. Tutto sommato mi sento di promuovere a pieni voti il tuo curriculum vegano. Risolvere il bruciore di stomaco e le pesantezze, in modo naturale, significa già rivivere. Hai fatto questo e ti vanno riconosciuti i meriti.

SI INSEGNA SOPRATTUTTO CON L'IMMAGINE E IL BUON ESEMPIO

Veniamo comunque al problema della capigliatura. Se io pesassi sul quintale e oltre, non mi sognerei di dare lezioni di dimagrimento a nessuno. Se prendessi farmaci o avessi problemi di digestione, non mi azzerderei a parlare di salute e di igienismo naturale lontano dalle medicine. Quando mi parlate di capelli mi sento poco qualificato a dare insegnamenti efficaci. Alla Swanson non mi accetterebbero di certo come promotore commerciale, anche se fino ai 50 vantavo una ottima chioma.

L'EFFETTO YUL BRINNER

Nel mio caso non ne ho fatto un problema. Nessuna cura e nessun dramma. Ho capito che si trattava di un mix tra motivazioni ormonali (eccesso di
testosterone e carenza di estrogeni) ed anche un problema di viaggi aerei in continuazione, per cui l'unica variante adottata è stata quella di rinunciare all'uso del pettine. Mi è stato però di consolazione sentire la testimonianza di una manageress dell'Hotel Intercont di Manila, che ricordava le ripetute e cronometriche visite di Yul Brinner alla sala massaggi dell'albergo. Per un'intera settimana di vacanze in Manila prenotava ogni notte 7 ragazze 7, senza stancarsi mai, per cui diventò una specie di mito a Luzon e dintorni, al punto da mandare in fibrillazione le massaggiatrici di Manila. Pur non volendo e potendo copiarlo, mi ha fatto capire che, tutto sommato, i capelli, per un maschio, possono
essere anche un optional. Se dovessero ricrescermi, come e' successo a diversi anziani igienisti americani, li riprenderei serenamente, senza fare alcuna rimostranza, Brinner o non Brinner.

VITAMINE NATURALI, MINERALI ORGANICATI E RILASSAMENTO ORMONALE

Nel caso tuo, a parte lo stress citato, c'è anche probabilmente l'effetto
eliminativo da prendere in considerazione. Sei infatti passato da una vita
basata sullo stimolo e sull'accelerazione del motore, a un modo di vivere più ordinato e salubre, con un numero di giri consono al tuo potenziale. La salute dei capelli dipende in ogni caso da una serie di fattori che a volte ci sfuggono. C'entrano i fattori ormonali, lo stress e anche un buon equilibrio minerale. Ti consiglio di fare più movimento e di aggiungere alla tua già ottima dieta una centrifuga giornaliera di carote al 50-60%, più 3-4 componenti a scelta tra sedano, sedano-rapa, asparago, prezzemolo, crescione, mele, ananas, patata, zenzero, topinambur, rapa, bietola, finocchio e cavolo. Per le vitamine serve il gruppo B, in particolare la B6 o acido pantotenico, che trovi nel germe di grano, nei cereali, nei semini, nella frutta secca e nei lupini.

Valdo Vaccaro

ARMONIA ALIMENTARE LONTANO DA OGNI STRESS

LETTERA

FAMIGLIA POCO APERTA E UNIVERSITA' IMPEGNATIVA

Salve, ho 21 anni e sono una quasi vegana cresciuta però purtroppo in una famiglia dalla mentalità poco aperta dal punto di vista alimentare. Frequento un'università molto impegnativa che mi stressa moltissimo, tanto che quest'estate ho avuto un'ulcera e sono stata ricoverata in ospedale. Da poco ho anche scoperto l'intolleranza al lattosio perchè di latticino mangiavo solo yogurt ma questo mi provocava gonfiori e aria per tutto il giorno, tant'è che, eliminandolo, è sparito il problema.

MICIDIALI TENSIONI COI GENITORI

Cinque anni fa ho sofferto di un calo considerevole di peso a causa di problemi in famiglia. Sono una persona che soffre moltissimo di stress e ne risente soprattutto a livello fisico. E quello che mi danneggia di piu' è proprio la tensione e gli scontri con i miei genitori.

ALIMENTAZIONE VEGANA SOTTO ACCUSA

Mia madre è convinta invece che l'ulcera, l'intolleranza al lattosio, e anche questo essere facilmente tendente allo stress, sia dovuto alla mia alimentazione che lei dice mi porterà alla morte. Sono alta 1.65 e peso 50 kg. Volevo chiederle se è possibile che il mio corpo rifiuti questa alimentazione e soprattutto come posso fare per continuare a mangiare così e stare nel contempo bene.

DOPO L'ULCERA, IL CALO PONDERALE E IL MESTRUO ANOMALO

Ho un ovaio policistico e le mestruazioni mi saltavano molto, solo che dopo il calo ponderale il mio ovaio ha smesso di lavorare e avevo il ciclo ogni 6 mesi circa. Da un anno prendo la pillola e mia madre vuole assolutamente toglierla. Ma è convinta che, mangiando in questo modo, non tornerei ad una situazione normale. La mia ginecologa, da parte sua, dice che, se le mie ovaie funzionano in questo modo, è per motivi costituzionali, per cui dovrei mettere su qualche chilo. La prego mi dia qualche consiglio. Voglio dimostrare ai miei che posso mangiare vegano ed essere nel contempo sana.
Roberta

*****

RISPOSTA

TROVARE UN MODUS VIVENDI E RICREARE UN CLIMA SERENO

Ciao Roberta, non mi pare giusto che una persona di 21 anni debba essere condizionata in quel modo dai genitori. Non è un invito alla ribellione, ma un forte ammonimento a tutta la famiglia per trovare un modus vivendi. Vivere in una situazione del genere è insopportabile ed esplosivo, da un punto di vista dell'equilibrio nervoso. Vi state facendo del male a vicenda. Sei chiaramente vittima di un sopruso familiare in piena regola.

NELLA VITA OCCORRE PARLARSI CHIARO

Vivevo anch'io in una famiglia normale e non vegana, ma quando mia madre cercò di impormi dei pezzi di cadavere sul piatto, li rifilai regolarmente al gatto, fino a ricevere una sberla di ammonimento. Avevo 6 anni. Dissi a mia madre chiaro e tondo che, se non mi voleva in casa, ero pronto ad andarmene all'istante, magari con gli zingari. Da quel giorno cominciò a rispettarmi.

SOLO SE RISOLVI POSITIVAMENTE IL REBUS, PUOI PENSARE DI ASSIMILARE

Già la tensione dello studio, il dover stare troppo sui libri, il dover affrontare esami impegnativi, comporta disagi a non finire. Se a tutto questo andiamo pure ad aggiungerci le scariche elettriche delle lotte in famiglia, il minimo che può capitare è l'ulcera e il calo ponderale. Per stare in salute e in peso forma occorre gradire il cibo, assimilarlo ed evacuarlo. Cosa che non sta affatto avvenendo. Risolvere dunque questa faccenda, altrimenti non ne salti fuori più.

TUA MADRE STA FACENDO UNA INCREDIBILE GAFFE

Tua mamma ignora probabilmente che la dieta vegana tendenzialmente crudista è l'unica dieta seria e garantita al mondo per stare bene e in forma. Ignora che la ha adottata persino Bill Clinton, che era gran mangiatore di bistecche. Perché non le regali The China Study del professor Campbell, se il mio libro non accende i suoi entusiasmi? Sul blog trovi tutte le informazioni. Il mio "Schema Nutrizionale Vegano tendenzialmente crudista" del 16/4/11 lo puoi scaricare e adattare alle sue condizioni.

NORMALIZZAZIONE PONDERALE SIGNIFICA SALUTE ED EQUILIBRIO

Per aumentare di peso basta inserire la crema di avena, addizionata di germe di grano e di semini vari pestellati, più l'avocado, i germogli, i lupini, le mandorle, le noci e i pinoli. Più un bicchierozzo giornaliero di centrifugato di carote, sedano, mele e un quarto componente tra asparago, finocchio, patata, patata dolce, topinambur, bietola, sedano-rapa, rapa. Mai andare in stato di fame, salvo che non si faccia un digiuno igienistico mirato. Basilare inserire giornalmente del movimento fisico, dell'esposizione al sole, dell'aerobica e degli esercizi respiratori anti-stress.

Valdo Vaccaro

venerdì 30 marzo 2012

LIPOMI SU OGNI PARTE DEL CORPO

LETTERA

INVASO DAI LIPOMI

Buongiorno. Mi chiamo Davide 29 anni e da qualche anno ho dei lipomi di medio/grandi dimensioni nella schiena. Nel tempo si stanno moltiplicando ed espandendo ad addominali, petto, braccia e forse anche testa! Ho avuto modo di leggere dei suoi scritti molto interessanti in merito ai lipomi. Onestamente non so più come comportarmi. Mi saprebbe indicare cosa fare? Devo sottopormi ad intervento chirurgico? La ringrazio anticipatamente.
Davide

*****

RISPOSTA

LA STRAMPALATA IPOTESI DI UN INTERVENTO MULTI-CHIRURGICO

Ciao Davide. Ti immagini una operazione chirurgica multipla con rimozioni a ripetizione davanti, dietro, in alto e in basso. Ammesso che si potesse farlo e che funzionasse, ne verresti fuori sfigurato, e poi ci sarebbe il problema di tanti altri piccoli lipomi non ancora rivelatisi e pronti a spuntare come funghi. Diventeresti cliente fisso del bisturi. Il bisturi poi non è come la gente crede solo questione di taglia-rimuovi e ricuci. Ci sono farmaci prima, dopo e durante l'operazione. Farmaci che il corpo fatica molto a smaltire. Tirati pure via dalla testa idee di quel genere.

IL VERO PROBLEMA NON E' IL SINTOMO CHIAMATO LIPOMA MA LA CAUSA CHIAMATA
CARNIVORISMO, COTTISMO, ZUCCHERISMO

Non e' poi che esistano altre soluzioni efficaci in ambito medico, visto che chemio, radioterapia e farmaci antitumorali, scassano l'organismo e risolvono poco o niente. In effetti, il problema che ti poni è già sbagliato in partenza. Dici di aver trovato interessanti i miei scritti. Se tu avessi letto attentamente le mie maggiori tesine sui tumori ("Zona tumore e zona cancro", e "Tumore, strumento e barriera del sistema immunitario", mi avresti già posto la domanda in modo diverso. Mi avresti detto pressappoco quanto segue: "Ciao Valdo, sono fortemente intossicato e il sistema immunitario, per mia fortuna, mi ha inviato delle ciambelle di salvataggio e dei segnali di allarme. Per mia fortuna ha incapsulato tali veleni in una serie di ricettacoli salva-vita disseminati in diverse aree del corpo. Cosa devo fare?"

SERVE UNA STRATEGIA SERIA, DI TIPO QUASI-MILITARE

A quella domanda io posso dare una risposta. Devi riconoscere di aver
sbagliato tutto nella tua vita. Di esserti impregnato di acidificazione, di minerali inorganici, di grassi insaturi, di acque stagnanti, di cadaverine e di caffeine. Per salvarti da questo disastro non c'e' altro da fare che rivoluzionare il tuo modo di essere, il tuo modo di pensare, il tuo modo di agire, il tuo modo di alimentarti. E' su questo che devi agire. Se esiste al mondo un cancro esso e' quello del comportamento, quello del pensare che ad una azione sbagliata non debba corrispondere una reazione, quasi che la legge naturale di causa ed effetto fosse di punto in bianco diventata una barzelletta.

RIMBOCCARSI LE MANICHE, IMPEGNARSI E SUDARE PER LA PROPRIA SALVEZZA

Che fare in concreto? Diventa al piu' presto vegano tendenzialmente crudista e liberati radicalmente dal fumo, dal caffè e da tutti i fattori ammalanti che elenco spesso nei miei scritti. Fatti rapidamente una cultura di tipo igienistico. che non è poi una qualche stranezza, ma è l'invito a conoscere meglio il tuo stesso corpo e la tua stessa anima. Liberati da ogni dipendenza farmacologica.

UNA SETTIMANA SENZA CIBO

E a quel punto puoi partire con un primo digiuno di una settimana, con riposo totale preferibilmente a letto. Zero cibi ma solo acqua leggera da bersi liberamente a piccoli sorsi ogni volta che ti viene uno stimolo di fame. Se vai sul mio blog trovi i dettagli sul come funziona il digiuno, sul come e quando fermarsi, e sul tipo di dieta successiva. A quel punto potrai già verificare dei risultati.

UN SECONDO DIGIUNO PUO' RENDERSI NECESSARIO

Qualora i lipomi non fossero stati tutti disciolti e riassorbiti, potrai fare un secondo digiuno un mese o due mesi dopo. Ho detto una settimana, ma anche 3-4 giorni di digiuno potrebbero dare qualche buon risultato.

Valdo Vaccaro

MORBO DI CROHN E AGAMMAGLOBULINEMIA

LETTERA

CURE INEFFICACI E TENTATIVO DI UNA VIA D'USCITA

Buongiorno dottore, sono Giovanni, ho 24 anni e ormai da 12 anni sono affetto da morbo di Crohn nonchè da agammaglobulinemia (quest'ultima dall'etá di otto anni in trattamento con iniezioni sottocute di immunoglobuline). Le scrivo perchè in questi anni il Crohn non ha risposto in maniera convincente alle cure sottoposte, adesso è in fase attiva con fistole e stenosi dopo una cura con cortisone, azatioprina e asacol.

IN OSPEDALE CON L'INFLIXIMAB, ULTIMA ALTERNATIVA ALL'INTERVENTO CHIRURGICO

Ora mi ritrovo in ospedale a digiuno e in cura con infliximab (ormai l'ultima alternativa oltre all'intervento). Ho letto le sue tesi sull'argomento e vorrei un suo consulto riguardo questa situazione, come dovrei muovermi e come dovrei approcciarmi a questo nuovo stile di vita (è ovvio che l'intervento vorrei assolutamente evitarlo). Se vuole posso mandarle la documentazione clinica e il dettaglio delle ultime cure farmacologiche provate. Spero in una sua risposta. Cordiali saluti.
Giovanni

*****

RISPOSTA

SINDROME DI BRUTON

Ciao Giovanni, ti rispondo da Taipei. Pare che il tuo sia un disordine genetico chiamato Sindrome di Bruton, che colpisce solo i maschi di 5 mesi con la frequenza di 1 su 100 mila. A descriverne per primo un quadro clinico fu, nel 1952, il medico inglese Ogden Carr Bruton, trovando a suo parere il difetto nel gene nelle cellule-B localizzate sul cromosoma Xq 21.3-22. Pur trattandosi di patologia rara, rappresenta il 50% delle piu' comuni immunodeficienze genetiche, e presenta una assenza o una forte riduzione dei linfociti-B circolanti.

LIMITI ED ERRORI DELLA MEDICINA GENETICA

L'errore della medicina genetica sta nell'aver considerato quei dati come valori fissi ed eterni, e quindi non modificabili. Il solito dogma medico. Il solito flash fotografico stile analisi del sangue, che dicono poco, dicono insicuro, dicono relativo e dicono male. Oggi la biologia genetica sta dando fuoco ai suoi tomi e alle sue teorie, avendo buttato via mezzo secolo di ricerche in scienza-spazzatura. Oggi sappiamo infatti che i geni cambiano in correlazione con l'ambiente esterno e coi cibi. Il sospetto c'era, ma la medicina va avanti per dogmi. Tutto sbagliato e tutto da rifare, come diceva Gino Bartali. Intanto però le cure vanno avanti secondo il repertorio medico.e si somministrano immunoglobuline umane in dosi da 200-500 mg per Kg di peso ogni 3 settimane, più antibiotici.

SINDROME DI CROHN

Per la malattia dell'intestino irritabile, o sindrome di Crohn, trattasi di una enterite zonale, ovvero di una infiammazione che può manifestarsi dalla bocca e giù giù fino all'ano, con sintomi che sono dolori addominali, diarrea, vomito, calo di peso, artrite, stanchezza, perdita di concentrazione. La descrisse per primo Burrill Bernard Crohn nel 1932, inquadrandola come una infiammazione dell'ileo, parte spesso presa di mira da questo problema. Da rilevare che i fumatori sono particolarmente colpiti da questa irritabilità intestinale, il che dovrebbe far riflettere.

NON CHIEDERMI QUELLO CHE NON TI POSSO DARE

Vorrei avere la bacchetta magica per aiutarti. Non so se la mia risposta potrà apportare qualcosa di positivo. Vorrei da un lato darti i mezzi cognitivi e mentali per opporti alla predestinata soluzione medica. Ma nel frattempo non ho l'autorità legale e nemmeno la capacità tecnica di confezionarti una soluzione alternativa e sicura per farlo. Non sono medico e non ho esperienza clinica per valutare il tuo stato, nemmeno con documenti medici alla mano. Non voglio giudicare quanto ti è stato dato e quanto ti è stato fatto finora, e nemmeno se ti hanno salvato o se ti hanno rovinato. Prendo solo nota dalle tue stesse parole, dove fai capire che la terapia anti-Crohn, col solito uso e abuso di cortisone e di farmaci vari, non sta funzionando e ti sta causando fistole, stenosi e chissà cos'altro.

CERCO DI INSEGNARE SALUTE NATURALE ALLA GENTE

Considerami pure un filosofo che parteggia per la cura della non-cura. Insegno alla gente, quella che vuole prestarmi ascolto ovviamente, a non delegare le proprie sorti e la propria salute a nessuno, se non nei momenti di emergenza, quando si e' davvero costretti al 100%. Insegno alla gente l'importanza di farsi una cultura alternativa a quella medica. Insegno alla gente a diventare terapeuta di se stessa senza il ricorso ai farmaci e agli interventi invasivi. Insegno tutto questo coi miei libri e le mie tesine. Su Crohn e intestino irritabile ho sul blog una trentina di tesine basilari, quali "La salute umana parte dal colon", e le puoi scaricare gratuitamente dal www.valdovaccaro.blogspot.com, o anche da google.it, citando il mio nome e "malattie intestinali".

DETOSSIFICARE NON E' FACILE E NON E' PRIVO DI RISCHI

A livello pratico e concreto, diventa difficile portarti via alle cure mediche. Ti hanno imbottito di farmaci e sono costretti a dartene altri ancora. Una detossificazione potrebbe essere rischiosa per chiunque, medico o non medico. Ogni detossificazione comporta effetti collaterali tanto più importanti quanto rilevante è lo stock tossico accumulato. Praticamente uno dovrebbe dire "Basta, mi avete rotto, me ne vado a casa, e mi prendo tutte le responsabilita' del caso". "Se devo vivere vivo e se devo morire muoio, ma tutto per conto mio, e non ne voglio sapere di altre cure, di accorciamenti del colon, o di altre soluzioni sulla china della persecuzione terapeutica".

UNA SFIDA AI LIMITI

Incredibile parlare in questo modo a una persona di 24 anni. D'altra parte devo essere chiaro con te. A 24 anni dovresti possedere l'energia vitale per tentare la carta della ribellione. Il fatto stesso che tu mi abbia contattato testimonia che sei dotato di forza interiore e che non vuoi soccombere a determinate procedure. Ma ci sono diverse questioni da risolvere. Prima la preparazione culturale, seconda l'esistenza di un supporto familiare, terza la forza morale di affrontare ex-novo tutti i rischi annessi e connessi a tale scelta. Le insidie e i rebus esistono. Si tratterebbe di una sfida ai limiti, da giocarsi sul filo del rasoio della immunità.

TUTTO DIPENDE DALLA VITALITA' INTERNA E DALLE CAPACITA' DI RECUPERO

Il tutto si inquadra in un atto di fiducia nelle tue residue capacità di ripresa. Si tratterebbe di trovare una dieta capace di darti sostegno, e di scalare via via i farmaci. L'unico medico-igienista al mondo capace di prendersi tutte queste responsabilita' sei tu stesso (se vorrai diventarlo), col sostegno di una famiglia attenta e incoraggiante, e con qualche aiuto informativo esterno (una risposta non la rifiuto a nessuno, fin quando ce la faccio). Non faccio il Ponzio Pilato e non mi lavo le mani. Mi rendo peraltro conto che la mia risposta non è tale da aiutarti a decidere, in modo chiaro e sereno, sulla strada da imboccare, e di questo mi rammarico.

Valdo Vaccaro

SCLEROSI MULTIPLA E TERRORISMO ANTIFRUTTARIANO

LETTERA

CINQUE MESI SENZA INTERFERONE E SENZA RECRUDESCENZE

Ciao Valdo. Innanzitutto grazie perchè mi stai leggendo. Sono Emilia, 35 anni a giugno, ed è già più di un paio di volte che ti contatto per un confronto, che immancabilmente si tramuta in un CONFORTO. Da 5 mesi ho tolto completamente l'interferone per la mia sclerosi multipla, alla faccia degli uccelli del malaugurio che tentavano di terrorizzarmi con lo
spettro di chissà quale recrudescenza.

TUTTI CONTRO LA FRUTTA ACIDA

Il dubbio è però questo. Io ho un'alimentazione ormai del tutto vegana e molto tendendenzialmente crudista dall'estate del 2010. Adoro la frutta, e siccome mangio molte mele ed ananas e queste possono mangiarsi in insalata. A volte mi compongo delle gustosissime e coloratissime ciotolone di ogni ben di Dio. Ora leggo in vari siti anche di fruttariani che la frutta acida andrebbe mangiata solo una volta a settimana. Io a volte faccio due o tre giorni di ananas, oppure di mele e arance. Cosa ne
dici? Rischio la salute dei miei denti e delle ossa?

VORREI CONTINUARE A MANGIARE MAGNIFICAMENTE COME STO FACENDO

Anche Ehret mi appare un po' controverso sull'argomento. Non mangio cereali, tranne qualche volta il miglio, la segale, ed il popcorn fatto in casa. Non consumo sale, nè zucchero, nè aceto. Non mi piace l'olio, ma adoro i semi di girasole, di zucca, di lino, di sesamo, le mandorle e le noci. Aspetto con trepidazione l'inizio dell'estate per gustarmi i meloni. So che magari aver introdotto un cambiamento così drastico potrebbe essere
alla base di una disintossicazione troppo violenta (i miei capelli si sono
molto diradati da quando ho cominciato ad alimentarmi così, la cute è molto oleosa e con tanta forfora), ma voglio ripulirmi, voglio star bene e
mangiare come mangio ora mi piace davvero tanto.

CADUTA IN FASE ELIMINATIVA E RINFOLTIOMENTO IN FASE DI GUARIGIONE?

Dovrei rallentare lo smaltimento delle tossine? Ho notato durante un paio di digiuni che poi i capelli si modificano. Poi con una nuova ondata di "pulizie" mi ricadono. Cosa ne dici? Gli ehretisti raccontano di esperienze simili (caduta di capelli e diradamento a causa di un'alimentazione a base di frutta, con rinfoltimento una volta iniziata la vera e propria guarigione). Ho già fatto una pulizia del colon e tre lavaggi epatici. So che il cammino è lungo, ma mi piacerebbe sapere se sai di esperienze di altre donne nelle mie condizioni. Mi chiedo sempre se ricresceranno mai i miei capelli. Ti sono grata per qualsiasi parere ti sentirai di esprimere (comprese le critiche), e scusami per essermi dilungata così tanto. Felice giornata
Emilia

*****

RISPOSTA

COALIZZAZIONE MONDIALE CONTRO LA FRUTTA INVERNALE

Ciao Emilia, Il nemico da battere, su tutti i fronti, è la sostanza di nome acqua biologica. L'hai mai sentita menzionare in vita tua da un medico o da un nutrizionista? Un po' per ignoranza, un po' per cattive abitudini, e un po' per corruzione, occorre imporre alla popolazione mondiale un menu privo di frutta. Al Codex Alimentarius le cose le sanno. Hanno capito che la frutta è il nemico numero uno da battere. Finchè la gente beve succo d'arancia tutti i giorni, supera l'inverno brillantemente con capelli rinforzati e denti intatti, dove mai vanno con le loro medicine, i loro integratori e le loro bistecche? Anche certi siti fruttariani? L'ignoranza abbonda. Persino alla AVA di Roma si è caduti in questa trappola, e Franco Libero lo sa.

LA PAROLA D'ORDINE E' SEMPRE LA STESSA: "TIRARE VIA LA GENTE DALL'ORTOFRUTTA"

Lo scopo è di far sì che la gente compri la frutta una volta alla settimana e non di più e che la paghi pure cara, col marchio del biologico. Idem con la soia e le patate accusate delle peggiori nefandezze. Lo ribadisco per l'ennesima volta che il peggiore frutto del mondo, venduto nelle peggiori condizioni immaginabili è 1000 volte più vitale e più salutare della migliore bistecca "bio" mai prodotta su una malga di montagna. Evitare gli OGM ed evitare le patate irradiate che non germinano, questo sì, va sottolineato. La frutta va acquistrata a cassette e senza paura. Stesso discorso per le verdure invernali tipo carciofi, finocchi, porri, cicorie e cavoli. Chi usa la centrifuga deve rifornirsi di carote a sacchi e non a sacchetti.

VOGLIONO AFFAMARE E ASSETARE LA GENTE PER PORTARLA A MANGIAR CARNE E
INTEGRATORI, E A DISSETARSI CON VINO, COLA E CAFFE'

Perchè mai ci si concentra contro la frutta tardo-invernale e invernale, tipo kiwi, kaki, melograni, banane, ananas e particolarmente contro le arance? Perchè la partita tra frutta e carne si gioca proprio nella stagione fredda che in Europa dura 6 mesi. L'estate si sa, la gente ha sete, e non le puoi impedire di ingozzarsi di meloni e di angurie. ma il bimestre luglio-agosto passa veloce. La parola d'ordine è squalificare le arance, dipingerle a tinte fosche, mettergli addosso dei sospetti. Idem con le banane, ora accusate di radioattività. Idem con le mele accusate di essere piene di porcherie più che di vitamine. Tutto pur di inchiodare la gente sui McDonalds, sulle merendine, sui cioccolatini e i gelati al latte.

I PROMOTORI DI MENZOGNA NON VANNO MAI IN VACANZA

La menzogna funziona sempre. Come minimo lascia la gente perplessa e
disorientata. Uno che non mangia arance d'inverno che fa? Cade nella Coca-cola, nella rete dei bar-ristoranti Cremonini e nei McDonalds. In Thailandia e Filippine Pepsi e Cola hanno martellato per decenni che il latte di cocco indebolisce i muscoli e le ossa. Cose assurde che non stanno nè in cielo nè in terra. Tutto pur di far bere alla gente le porcherie acido-fosforiche, zuccherate e aspartamizzate prodotte dagli imbottigliatori mondiali, che sono imbottigliatori non solo di bevande ma anche di spiriti e di menti umane! Tutto pur di far bere alla gente sangue di bovino, sangue di maiale, sangue di pollo e sangue di cavallo.

L'ACIDIFICAZIONE NON ARRIVA DAI FRUTTI ACIDI MA DAI FALSI-CIBI ALCALINI

Per la millesima volta ripeto che il limone, di gran lunga il piu' acido degli agrumi, e' anche il piu' grande alcalinizzatore esistente, e viene prescritto per rinforzare le gengive, non certo per far cadere i denti.
Per la millesima volta, oltre la soglia della massima noia, ribadisco che il sangue non fa sangue, il latte non fa latte, la proteina non fa proteina, l'acido non fa acido e l'alcalino non fa alcalino. Gli agrumi hanno acidi deboli come il citrico che si trasformano nel corpo e alla fine lasciano ceneri alcaline in zona duodenale. Latticini e carni, che sono sostanze alcaline in origine, rilasciano al contrario ceneri acide, per cui acidificano il sangue e provocano la cattura e il sequestro dell'osseina, l'osteoporosi e le carie.

VITALIZZARE IL CORPO E L'ANIMA, NON MORTIFICARLI E NON AVVELENARLI

Jay Kordich, veniva chiamato negli anni scorsi Mr Juiceman. Seguace del dr
Norman Walker, girava l'America insegnando alla gente come stare in perfetta forma. Fece questo dopo che a 20 anni gli era stato diagnosticato il cancro, che debello' bevendosi 13 bicchieri al giorno di succo di carota, uno allo scadere di ciascuna ora. Il testo che ho appena ritrovato e riletto mostra in copertina una sua foto a 70 anni in radiante salute.
Ebbene questo Kordich si vanta di aver fatto ricrescere i capelli a una
moltitudine di americani. Un centrifugato di 6 carote, una manciata di alfa-alfa e una decina di foglie di lattuga gigante, e la ricetta è fatta. Per i capelli grigi si va con 4 carote, 5 foglie di cavolo rosso e una radice di zenzero. Per ripulirsi il colon ottimo il centrifugato di patate, patate dolci, finocchi e topinambuir. Il tutto da aggiungersi semplicemente alla dieta in corso. Funziona con tutti, ma non coi maschi carichi di testosterone e di antiche voglie non abbastanza appagate, perchè in quel caso i meccanismi sono tutti di tipo ormonale. Per i capelli servono estrogeni e non testosterone.

NON FARSI DISTRARRE DALLA COALIZIONE DEL CODEX

Continua dunque ad alimentarti come stai facendo che non stai sgarrando
nemmeno di una virgola. Frutta massimizzata tutti i giorni. E aggiungici pure il bicchierozzo di centrifugato. Hai saputo resistere ai terroristi degli estrogeni, saprai resistere anche alle carognate dei commercianti di cibo morto, dei fabbricanti di pillole e degli sgozzamaiali di tutte le risme.

Valdo Vaccaro

giovedì 29 marzo 2012

MIOMI E FIBROMI UTERINI DA SOTTOPORRE AD AUTOLISI

LETTERA

CINQUE MIOMI E FIBROMI RIVELATI DA UN'ECOGRAFIA

Salve! Ho comprato il suo libro due giorni fa, e lo sto leggendo avidamente. Ho pure guardato il suo blog, e mi ha colpito la tesina "Fibromi e miomi da disgregare e non asportare". Infatti, pochi mesi fa a seguito di una ecografia, ho saputo di avere 5 formazioni tra fibromi e miomi all'utero, di un diametro variabile tra 1 e 3 cm.

L'AYURVEDA E IL FARMACO MIRACOLOSO CHE DISSOLVE I FIBROMI

Ho 38 anni e sono stata recentemente in India. Un medico ayurvedico mi ha detto che esiste la possibilità, con dei farmaci indiani, per me misteriosi, di dissolvere i fibromi. Ero molto scettica sulla possibilità di miracolose guarigioni, che escludessero l'intervento chirurgico, fino al momento in cui mi sono imbattuta nel suo articolo.

MODALITÀ E FREQUENZA DEI DIGIUNI

Mangio niente uova, pochissima carne/pesce e immagino che, dopo aver letto il suo libro, sarà molto più facile e inevitabile diventare vegetariana. Consumo pure molte verdure, ma ho una debolezza per i carboidrati e i latticini. In più non sono ancora riuscita a smettere di fumare. Le volevo chiedere se, oltre ai doverosi aggiustamenti della dieta è necessario fare una serie di digiuni? Con quali modalità/tempi/frequenza/durata?

DOMANDE SU IDROCOLONTERAPIE E SULLA RELAZIONE TRA CIBO E FERTILITÀ

Cosa pensa delle idro-colon-terapie? Sono efficaci per accelerare una pulizia del tubo digerente? O succede invece che le controindicazioni superino gli effettivi vantaggi? Esiste infine una relazione tra il tipo di alimentazione e l'età di inizio della riduzione della fertilità in una donna? La ringrazio molto per la sua attenzione.
Silvia (Firenze)

*****

RISPOSTA

VIETATO CREDERE ALLE FROTTOLE E AI VENDITORI DI FUMO

Ciao Silvia, Chiunque al mondo ti venga a proporre sostanze magiche ed interventi magici, è chiaramente in malafede. Questo vale per chiunque, poco importa quali titoli e quali referenze sia in grado di sfoggiare. Niente e nessuno al mondo guarisce all'infuori dei poteri naturali del corpo concentrati nell'armonia e nell'efficienza coordinata dei suoi sistemi interni, ed in particolare della efficienza del sistema endocrino, del sistema reticolo-endoteliale, del sistema linfatico e del sistema immunitario. Come dire, con Ippocrate, Galeno e Paracelso che "La Natura è sovrana medicatrice di tutti i mali".

SOLO IL CORPO È DOTATO DI FORZA AUTOGUARENTE

Su questo principio hanno messo la mano sul fuoco tutti i migliori medici della storia, ed in particolare quelli della Scuola Medica Salernitana, che per un millennio hanno insegnato medicina intelligente a tutta l'Europa. Su questo principio mette tuttora la mano sul fuoco ogni cultore di salute naturale e ogni buon igienista. Ovvio che serve collaborazione da parte nostra. Occorre cioe' mettere il corpo in condizione di autoguarire.

C'È GENTE CHE FA DI TUTTO PER NON GUARIRE

Se uno beve caffè e fuma, marcia a coca-cola, pregiudica l'azione immunitaria. Se uno mangia brodi, carne ed insaccati addensa il sangue, impigrisce il sistema linfatico, decapita la vitalità e depotenzia il sistema immunitario. Se uno si fa dei vaccini, assume farmaci e integratori, non fa che sconvolgere il sistema immunitario impedendogli di funzionare, di portare all'espulsione dello stock tossico e alla conseguente autoguarigione.

NON BASTA CONOSCERE A MENADITO IL CORPO UMANO

La medicina moderna conosce il corpo umano in ogni suo dettaglio. Nessuno più del medico ne studia tutti i particolari anatomici. Quanto poi a saperlo far funzionare con modalità naturali e non dopanti, è tutto un altro paio di maniche, come ben sappiamo. Che la categoria meno sana tra tutti i lavoratori del mondo sia proprio quella dei medici, lo dicono statistiche e sondaggi condotti in America, e questo fatto dovrebbe fare riflettere.

SISTEMA IMMUNITARIO CONCORRENTE E OSTACOLO PER LA MEDICINA

Fatto sta che la medicina non solo non crede al suo maestro storico Ippocrate, non solo non crede alla natura, ma addirittura accusa il sistema immunitario di pazzia continuata e di aggressione verso il sistema-uomo. Tutte le malattie scomode e non facilmente guaribili vengono catalogate nella vasta categoria delle malattie cosiddette auto-immuni, causate per l'appunto da iperattivita' dei mezzi protettivi, una specie di eccesso di zelo. Se il sistema immunitario fosse concentrato in un singolo organo umano sarebbe un bel guaio, e diventerebbe oggetto di rimozione chirurgica sistematica, peggio di quanto successe negli anni scorsi con le tonsille e le appendici (tipiche componenti della forza immunitaria).

LA STARATURA DELLE SICUREZZE

Quello che non fa il bisturi lo fanno comunque i farmaci immunosoppressori, studiati appunto per disattivare le sicurezze e i sistemi di allarme interni. I medici fanno un po' la stessa cosa dei camionisti di Hongkong che installano le gru su autocarro prodotte in Italia (e tarate per alzare 5000 kg a 2 metri dalla colonna portante), togliendo tale sicurezza al fine di poter alzare 8000 kg a 2 metri, a loro rischio e pericolo!

LA MAGIA DEL BUON CIBO VITALE È DI APPORTARE ENERGIA A COSTO DIGESTIVO ZERO

Ma veniamo alle tue domande specifiche. Non credo troppo alle colonscopie e ai clisteri, salvo che non si tratti di interventi di emergenza e da pronto-soccorso davvero indispensabili. Il cibo riveste grande importanza in ogni fase della vita, e in particolare sul sistema ormonale, sui cicli, sulla fertilita' e sulla menopausa. Non si tratta mai di sostanze magiche, ma semplicemente di sostanze vitali, digeribili, complete e compatibili col disegno biochimico del corpo umano. Di sostanze cioè che consentono al sistema immunitario di risparmiare energia, di non sciuparla in futili leucocitosi digestive, e di concentrarsi nel suo compito essenziale di rimuovere in modo rapido le tossine dal corpo, dando al corpo la massima efficienza funzionale a livello epatico, gastrico e renale.

LA REGRESSIONE E' UN FATTO NATURALE CHE AVVIENE PER AUTOLISI

In linea con i principi dell'igiene, non propongo soluzioni miracolistiche o sostanze magiche trovate nel fondo degli oceani o nel fegato dei poveri trichechi, ma una regressione dei miomi e dei fibromi mediante un naturale processo chiamato autolisi o auto-scioglimento. Qualcosa che si fa da anni e con grandi successi in campo igienistico, e che la gente, il tuo è un esempio tipico, non conosce nemmeno perchè la medicina ha fatto di tutto e sta facendo di tutto per impedire che la massa, ovvero il mercato della clientela medica, "creda a queste panzane e rifiuti di farsi operare e di accettare la chemio". Il grosso difetto del sistema igienistico è che l'acqua distillata e il riposo a letto non costano niente e non portano una lira nelle casse della medicina.

NON CELLULE BENIGNE E MALIGNE MA TUMORE VIVO E TUMORE IN CACHESSIA

Non è mai questione di cellule benigne o maligne, essendo le cellule tutte normalissime, ma solo di cellule cresciute in eccesso. La sola malignità possibile sta nello stop alla circolazione del sangue che causa l'avvio di un processo di cachessia nel tumore, e quindi nella tendenza alla metastasi.

COME AVVIENE IL RIASSORBIMENTO

Col digiuno non esistono rischi e nemmeno effetti collaterali. Il tempo necessario, perchè avvenga la auto-cannibalizzazione delle crescite indesiderate (da parte delle cellule affamate che chiedono cibo anche quando uno non mangia), varia a seconda del tipo di tumori, della loro dimensione, e della vitalità del soggetto. In certi casi una palla di biliardo diventa una nocciolina in 3-5 giorni di digiuno, e viene eliminata del tutto dopo una seconda sessione un mese dopo, per non riscrescere più, se uno non ricade negli stessi errori di prima ovviamente. La stessa dieta vegana tendenzialmente crudista favorisce il riassorbimento, anche se in modo più lento e graduale. Sul blog trovi articoli con maggiori dettagli digitando la parola "digiuno". Basilare per te stoppare al più presto il vizio del fumo.

Valdo Vaccaro

GASTRITE EROSIVA CON BEANZA DEL CARDIAS E ANEMIA

LETTERA

ANEMIA, GASTRITE, EMORROIDI, INSONNIA, PERDITA PESO

Gentile Valdo Vaccaro, cosa deve fare un vegano che si venga a trovare nella difficile situazione di anemia megaloblastica B12 = 46, gastrite erosiva con beanza del cardias ed emorroidi sanguinanti, emocromo e folati normali? Non so cosa potrei aggiungere ancora, a parte perdita di peso e disturbi del sonno. In questa situazione, fattori di forte stress esterno hanno avuto una grande rilevanza.

DETERMINAZIONE A RECUPERARE

Sono però determinato a recuperare. Cosa fare, a parte cercare di allontanare stress e dottori allopatici. Ovviamente vorrebbero l'assunzione di dosi massicce di B12, esomeprazolo e via discorrendo. Cerco un aiuto. Come fare? Le rinnovo la mia stima anche se certo e per fortuna le opinioni talvolta differiscono e costituiscono una ricchezza. Ascolterò i suoi consigli con attenzione, come sempre.
David

*****

RISPOSTA

GUARDIAMO AI LATI POSITIVI E RIPARTIAMO DA ESSI

Ciao David, trovo di buono tre cose. La prima è la tua determinazione a rimetterti in carreggiata senza cadere possibilmente nelle immancabili trappole terapeutiche proposte dalla medicina farmacologica. La seconda è la tua situazione di emocromo normale. La terza è la situazione dell'acido folico (vitamina B-9) pure normale, per cui l'equilibrio del gruppo-B non risulta per niente compromesso, visto che B9-B12 operano in simbiosi e derivano da un equilibrio dei precursori B2-B4-B6. Questo indica che il tuo corpo non è affatto messo male ed è in grado di recuperare e di ricostruire velocemente, senza bisogno di sballanti integrazioni.

OCCORRE RITROVARE GRADUALMENTE EQUILIBRIO E REGOLARITÀ GASTRO-INTESTINALE

Il miglior consiglio che ti posso dare è di rileggere la mia tesina "La salute umana parte dal colon" e i vari articoli sulle emorroidi. La cosa più facile da digerire al mondo è l'aria, per cui riposare, rilassarsi e respirare al meglio è basilare. Anche il sole lo assorbiamo tutto senza dover digerire. Poi viene l'acqua e poi gli alimenti crudi. Vai per gradi e ritrova la tua strada. L'obiettivo sarà quello di impostare la vita su digestioni semplici e rapide, capaci di assicurarti un sangue fluido e pulito, migliore garanzia contro ogni tipo di infiammazione. Non appena il tuo corpo è in grado di accettarla, sia inserita la crema di avena rafforzata col germe di grano e i vari semini macinati e pestellati. Avocado, patate, lupini sono cibi importanti. Anche la farina di pistacchi è ottima.

CARDIAS E RIFLUSSI GASTRICI

Il cardias è quella struttura muscolare che separa il tubo gastrico iniziale chiamato esofago, dallo stomaco vero e proprio. A volte, per motivazioni diverse, spesso di tipo psicologico, tale valvola allenta il suo tono e la sua efficacia separatrice, permettendo il rifluire dei succhi gastrici e dei succhi biliari lungo l'esofago stesso, causando dolore, fastidio, bruciore, acidità e infiammazione. Trattasi poi di quel fenomeno definitito comunemente come reflusso gastrico. Parlare di responsabilità batterica è fuoriluogo. La responsabilità è sempre umana e i batteri vanno sempre e solo nei punti in cui trovano sporcizia organica da consumare. Presenza batterica non è causa ma conseguenza di patologia pre-esistente.

FENOMENI CORRELATI

Spesso, l'anomalia è accompagnata da altre condizioni come la gastrite, il colon irritabile, l'intestino gonfio e l'ernia iatale (erniazione o spostamento o fuoriuscita dello stomaco dalla sua sede normale toracico-addominale attraverso il diaframma esofageo). In queste condizioni di emergenza può pure risultare temporaneramente compromessa la normale produzione di B12. L'anemia megaloblastica presenta globuli rossi più grandi della norma e, in linea generale, può essere causata da farmaci presi in precedenza, da stato leucemico, da mielofibrosi (perdita di tono muscolare) e da alterazione cronica del sistema gastro-enterico.

LE RACCOMANDAZIONI MEDICHE

Le raccomandazioni mediche e non mediche si sprecano. Una di quelle più prudenti parla di evitare il digiuno e di mangiare per attutire gli effetti dei residui acidi risaliti, un mangiare limitato e senza esagerare. E si fanno pure liste di alimenti sì e di alimenti no. Si parla di corretta condotta alimentare che varia a seconda della fonte. Le terapie mediche poi includono uso di antiacidi, uso di farmaci inibitori della pompa sodio-potassio.

DA BIRCHER-BENNER A BATMANGHELIDJ

Il famoso medico zurighese Max Bircher-Benner, che curava gli Zar di Russia e altre famiglie reali europee un secolo fa, usava guarire queste patologie mediante le verdure crude che i suoi colleghi del tempo, e anche quelli di oggi, demonizzano. Il medico iraniano Fereydoon Batmanghelidj, scomparso per la cronaca nel 2004 a 73 anni per tubercolosi, risolse molte gastriti tra i carcerati iraniani mediante la sua cura dell'acqua, con stop a ogni cibo e semplice assunzione di acqua, praticamente la stessa cura chiamata digiuno igienistico-naturale. I fautori della succoterapia stravedono per il succo di carota, di cavolo rosso e di gambe di sedano (esempio 2 carote, 4 gambe di sedano e 8 foglie di cavolo, o anche per il solo succo di carota e di mela, da prendersi al ritmo di un bicchiere ogni ora per chi è in forma e di uno ogni due ore per chi non lo è.

PUREA DI PATATE E CREMA DI RISO

Tra i cibi più accettati da chi ha il tubo gastrico in disordine si elencano il purè di patate e la crema di riso, il passato di verdure, oltre che il cus-cus, la pasta, il miglio, il grano saraceno, i cracker non salati. Chi vuole risolvere poi i problemi del colon irritabile e delle emorroidi, oltre ai citati succhi, basterà aggiungere nella centrifuga una patata cruda e del finocchio. Il problema è che, pur essendo tutti uguali basilarmente, abbiamo situazioni intestinali estremamente diverse nei dettagli, per cui ognuno deve per forza personalizzare i consigli spesso contradditori che vengono elargiti da più parti, andando per gradi, provando e sperimentando quale cibo gli permette di andare avanti senza troppi danni. È provato comunque che, in ossequio alla legge naturale del riequilibrio, il digiuno permette di ristabilire una situazione di normalità gastrica.

RICREARE LA VOGLIA DI MANGIARE, L'EQUILIBRIO ACIDO-ALCALINO, L'ACCETTABILITÀ GASTRICA

Basilare rimane l'obiettivo di ripristinare l' accettabilita' gastrointestinale, ovvero la disponibilità ad accettare del cibo. Questo non e' sempre facile da raggiungere. Un colon mal messo, con diverticoli e tasche cariche di materiale fecale in putrefazione, provoca miasmi che risalgono causando congestioni ed infiammazioni in zona cranica (otiti, riniti, problemi agli occhi, encefaliti). Chi punta alla salute non ha pregiudizi sui metodi. Qualunque sostanza utile sia usata, fuori ovviamente dal settore legato ai macelli. L'esperienza più grande ce l'ha sempre l'igiene che, coi suoi digiuni, ha capito che la ripresa alimentare deve essere basata sulla frutta di stagione, sulle verdure crude, sui centrifugati di carote e simili, da adottare con criteri di gradualità e di pazienza.

Valdo Vaccaro

THE INEVITABILE CONFLICT BETWEEN MODERN MEDICINE AND NATURAL HYGIENE

(Conference in Rome, on l2/02/12, at the AVA centre)

NOT AN ECONOMIST AND NOT A DOCTOR

“Valdo, what will you do when you grow up?”, one reader asked me. Maybe you mean to say what will I do in my next incarnation? I will do anything except become an economist. It’s enough to see what the economists of the Soviet social regime reduced the world to after they dramatically fell and ended up in the hands of the Putin-style ex-bureaucrats and the neo-plutocrats that surround them, while Michail Gorbachov became a multi-millionaire guru of Scientology, the universal religion of the New World Order, the Rockefellers and the Rothschilds. It’s enough to see how they concocted the economists of the liberal American market, who by ‘liberalism’ mean a free system only for the 13 noble families who have 90% of the world’s business in their hands. I won’t become an economist, and even less, much less would I become a doctor.

A DEGREE AS A LEGAL SHIELD AND AN ALIBI

I don’t have anything personal against doctors. I hate making a sheaf out of every blade of grass, and I hate attaching labels to people or to categories. If anything, I evaluate the person. I respect and even admire good doctors as I do good engineers, good advocates, good workers and good employees. My nephew, herself a doctor, whose father, grandfather and great grandfather were all doctors, said to me one day, “Uncle, get a degree in medicine, so you can protect yourself from absurd criticism and from legal vulnerability”. Don’t dare even say it! But first I’d strike myself off the list immediately. And secondly, I have nothing to do with this kind of medicine.

I WAS BORN A HEALTH FANATIC

Being a born health fanatic, a born enemy of pharmaceuticals, a born enemy of coffee with milk and sugar, a born enemy of butchers, a born enemy of tyranny, a born enemy of vaccinations, a born enemy of chicken and beef broths, and a born enemy of chemicals, as a doctor I would never see myself in harmony with myself. I am an effusive lover of nature, of animals, of the environment – and I’d find nothing positive in that profession.

SUSPICION, ANXIETY AND AVERSION

They called themselves magicians, sorcerers, exorcists, devil-ousters, priests, surgeons, healers, operators inside and outside the temple – doctors have always generated contradictory and anxious sensations in people, feelings more of fear and aversion than respect, especially as they very soon betrayed the principles and the rules fixed by their founding father.

DON’T TRUST THOSE WHO, NOT KNOWING YOU, PRETEND TO GIVE YOU A CURE

In Egyptian papyruses and ancient Chinese documents this kind of advice abounds, “Don’t pay your doctor immediately, but only when you are really cured”. The antique Romans were very practical and wise people. They were, after all, the heirs, thanks to Pythagoras, Parmenides and Archimedes, of all the knowledge and the geniality of ancient history.

AN EXTRAORDINARY EXPERIMENT THAT LASTED TWO THOUSAND YEARS

Not by chance was Rome dominated by engineering, inventions, laws, philosophy, positivity, the construction of roads, aqueducts and stadiums, and there were hot communal baths and public urinals on every street corner. And what did wise, practical, invincible Rome, the capital of the world, do? It annulled, cancelled, abolished, legally forbid the medical profession, in an experiment that lasted almost a millennium. An experiment that lasted uninterruptedly and with great success, from 750 to 150 BC.

FROM NO DOCTORS TO ESSENTIAL, DISCREET DOCTORS

More than 600 years without the presence of a single doctor, and another 1,500 years with only essential and prevalently Hippocratic medicine, laid down by Asclepiad (100 BC) who as the great anticipatory hygienist who inspired the future Salernitan medical school, underlined three basic principles. The importance of the cause up-stream (not being happy with easy, apparent symptoms and with not looking further than one’s nose, but getting to the bottom of the matter). The importance of the terrain, i.e. of the body and how the body is used. The irrelevance of symptoms, as all diseases have the same toxic matrix.

MARCUS AURELIUS IS READ EVEN TODAY

Never was there so much health, so much self-mastery, so much natural hygiene, so much psycho-physical wellbeing on the face of the earth, with every person given to, induced and constrained to Know Thyself, instead of delegating one’s own health to anyone else, with several emperors ready to act as good examples. “Medicus curat, natura sanat”, “Doctors cure, but nature heals” was one of the most popular Latin proverbs, a demonstration that the Romans weren’t interested in medical cures, but in natural health. A typical case was Mark Aurelius Antonio (121-180 AD) capable of providing us with hygiene texts that are fashionable, and read even today by the greatest world scholars and experts on longevity and health.

IT’S ALL A QUESTION OF GOOD PRINCIPLES

As I said in Catania (the conference on 30/09/11) hygiene is based on absolute reverence towards the Creator and towards Nature. It is based on a religious respect for the body and the soul, on a good conscience, on good common sense and on good principles.
Napoleon Bonaparte, like Julius Cesar, was defeated. But not for this can one say he wasn’t an extraordinary strategist. “In great battles, including that of living, it is fundamental to adhere to good principles. All the rest is nothing but banal, insignificant details”.

THE BASIC PRINCIPLES OF NATURE, OF SCIENCE AND OF NATURAL HYGIENE

Hygiene is based on precise and eternal, scientific laws that no human twit will ever be able to tarnish. It is based on eternal, universal principles comparable to those that govern day and night (the rotation of the earth on its axis) and the seasons (the earth’s oscillations on its own axis).

THE 10 UP-TO-DATE, FUNDAMENTAL LAWS FOR A MODERN HEALTH BIBLE

The law of cause and effect, the most obvious and logical law in science, due to which idiotic (or idiopathic) consequential phenomena do not exist, as medicine often pretends.
The law of an unstable equilibrium and of re-equilibrium (or the game of intoxication and detoxification).
The law of the minimum and of synergy.
The law of the weakest point or link in the chain.
The law of the intrinsic wisdom of the body which is self-healing and never goes against itself (on condition that it is given the possibility to do so).
The law of the assimilative capacity (what counts is what you assimilate, not what you put in).
The law of the metallic-enzymatic capacity, due to which at birth every creature possesses his specific credit card 100% full, to be integrally maintained through reconstitution and credit inputs, but which, on the other hand, undergoes continual abusive withdrawals, till it arrives at a dangerous deficit situation (a 40% loss of the metallic groups from birth levels, is associated with the degenerative collapse of the organism, with nerves stripped of their myelin sheaths and with psycho-physical decay).
The law of food-fuel compatible with the design of the human gastro-intestinal motor (man is a primate and therefore fruitarian; a fact has not been corroded by evolution and eventual carnivorous transgressions, seeing that his blood is, as ever, alkaline at a pH of between 7.30 – 7.5, so that it always curses at every meat meal, as is evidenced by digestive leucocytosis together with alkaline tampons that withdraw ossein (bone collagen), by putrefaction and intestinal dysbiosis, with diverticulitis and internal miasmas that cause a very long and unequivocal series of adverse reactions and collateral effects.
The law that relates to vibrational vitality, due to which every food inferior to a floating minimum health level (6,500 Angstroms on the Simoneton scale), causes physical degradation and disease (3,000 Angstroms means evident or masked chronic disease, 1,800 Angstroms means terminal cancer), transforming the human body into a kind of black hole that emanates a dark grey aura, that absorbs rather than irradiates energy (fruit supplies 10,000 Angstroms, raw vegetables 8,000, meats and vitamin/mineral supplements only 3,000).
The law of transformation and not of substitution, due to which blood doesn’t create blood, milk doesn’t create milk, liver doesn’t make liver, sperm doesn’t make sperm, synthetic vitamins don’t make natural vitamins, synthetic hormones don’t make natural hormones, inorganic minerals don’t make organic minerals (if not through the process of chlorophyll- photosynthesis, and the inevitable service of our natural plant mother.

THE WEAKEST LINK AND THE QUESTION OF THE MINIMUM

I can have a chain with a hundred indestructible links in stainless steel, but if only 1 of them is made of tin, the chain will instantly give way as soon as there’s pressure at that exact critical point. Everyone is ready to have obsessive and useless blood tests to know if they lack mineral X or vitamin Y, ignoring that there exists the law of synergy and of the minimum, due to which if in order to make 1 gram of useful nutritive material, you need 0.8 grams of calcium, 0.2 grams of iron and 0.1 grams of molybdenum, it is the molybdenum that commands, not the calcium and the iron, so that assuming 1 kilo of calcium and iron only means they will all become inassimilable poisons in the body.

THE SPIRITUAL SIDE OF THINGS

Maybe we think that devouring 21,000 pigs, calves, chickens, ducks, geese, turkeys, pheasants ostriches and fish, (as an average American does in the course of his life) has nothing to do with the chain? Maybe you think that all this has no verifiable and quantifiable correlation on an accurately controlled table or on a complete and realistic diagnostic scheme? Maybe we think that our loss of self-esteem is not registered on a general monitor that becomes our present and future karma? Maybe we believe that we are only moved and touched by the visible and material aspect of things? This is manifest stupidity. We have been taught this by a great Master such as Giordano Bruno, who was barbarously massacred by the popes in Campo dei Fiori in Rome, in February 1600.

THE POINT THAT GIVES IN AND BREAKS

Thus the absolute necessity of turning our attention to the most fragile point, our breaking point. But in medical analyses, for every value that is quoted, there are at least a hundred that are ignored and overlooked. The weakest link of our chain is very often the spiritual, moral, ethical one. And no blood test is able to highlight fundamental values such as self-respect, respect for others, our sense of wellbeing, harmony and serenity, being able to laugh about things, and the sincere acceptance of the supreme test, i.e. the acceptance of life and of that which happens beyond it, beyond appearances.

THE CURE OF THE NON CURE

From these opening remarks, it is easy to understand why hygienism, the naturalistic, Pythagorean and Hippocratic matrix, has chosen as its emblem and as its therapeutic system, the cure of the non-cure, intended as the non-cure of symptoms. Hygiene observes and notices the alarm bells, the red lights, the eruptions, the swellings, the inflammations, the anomalies, but it turns its true attention to the precursors of the various pathologies, to the intoxicating life-styles, and it then clamps up the primary external tap - that of the daily new poisons that arrive, and simultaneously opens wide tap number 2, the drain - that of detoxification through water and fruit fasts, natural chelation, abstinence from animal proteins and all those things that damage our body and our spirit.

FROM THE MEDICINE OF SERENITY TO THAT OF FEAR

Modern medicine is doing everything and more to make itself hated, to procure people’s nausea, and to crush its own reputation under people’s heels. And I’m not at all referring to sensational errors or to incorrect cures, to gauze and scissors left inside abdomens and to left legs amputated instead of right ones. Modern medicine has lost no time overturning the uncomfortable imperial situation. From Giovenali’s “Sound mind in a sound body”, we have passed on to the “Unsound minds in morbid bodies” typical of our times, characterized by medicine which terrorizes the population, and one that mows down symptoms while it perpetuates unresolved evils.

THE MEDICAL MILITARY DICTATORSHIP

Once expelled from Rome, it has now become the new Emperor, the Emperor without any Clothes, so well described by Hans Ruesch, the great Italo-Swiss author of novels such as “The Country of Long Shadows”. This medicine has now managed to insert itself permanently into the control room, with arrogance, with an authoritarian, dictatorial manner, and as an ally of Big Pharma and the sanitary church of America.

A SERIES OF COMPROMISING CONNECTIONS

Medicine has colluded with the multinationals who make pharmaceuticals, vaccines and vitamin and mineral supplements, with the multinationals who deal in devitalised food, with the agriculture industry, with the cheese-makers and the butchers, with the petro-chemical industry, with pesticides and GM organisms. Medicine is tangled up with invented and engineered epidemics, with Aids, with the Papilloma virus, with aviary and swine flu, and with the disgusting industry of transplants and spare body parts taken from the living (kidneys) and from the dead.

A PIECE OF PAPER

The other professions, be it engineering or law, economy or mathematics, are revered but never deified, while a degree in medicine, more than an ordinary academic title given by man to man, is an arrogant title, a licence to kill and to discriminate, something which is quoted and waved around at the wrong moment, as if it were a divine Olympic title.

CONTRADICTIONS AND MASS PRODUCED IATROGENOUS DISEASES

On the one hand medicine thickens human blood with its medicines, with its vaccines and its high-protein diets, and on the other hand it prescribes anti-inflammatories and heparin made from pigs, to make the blood more fluid again. It loads people with bacteria, viruses, prions, worms and parasites from corpses plucked from both sea and land, and then prescribes life-destroying napalm to purify them. It loads people with heavy metals via pharmaceuticals and vaccines (iron, calcium, sodium, magnesium, carbon, phosphorous copper, silicon, manganese, iodine and boron all in their inorganic kidney-busting forms) and then treats renal insufficiency and proposes chemical chelation to get them out again.

THE ENGORGMENT AND HYPERTROPHY OF ORGANS

They engorge and hypertrophy the liver and the spleen with salami and steak, with chicken and fish, to bring about hepatitis A-B-C-D-E and Epstein-Barr disease, and then prescribe hepatic cleansing, ultrasound bile-stone treatment and the removal of the gallbladder. They provoke water retention and diabetes with dairy products, salt, sugar, aspartame, coffee, tea, cadaverine and vitamin and mineral supplements and then resort to dialysis and to insulin cures that dope people up and cause cancer of the bladder. They provoke rundown, wildly swinging, dysfunctional endocrine levels with casein (cheese), cholesterol LDL, triglycerides, and abnormal homocysteine levels, and then intervene with hormonal cures and casually remove the thyroid, the thymus and the pituitary. Medicine, connected to meat and milk consumption and to hospital broths, ruins the intestine and creates dysbiosis in the colon, causing ileitis (Crohn’s disease) and recto-colitis.

NOBODY HEALS, THERE IS ONLY SELF-HEALING

Does medicine do spectacular surgical interventions and attribute dramatic results to them, quoting cures from left to right? It’s nothing but shameless boasting. In the world no such thing as a cure exists, all that exists is self-healing. And it exist only when, notwithstanding improper interference by medical and non-medical charlatans, or sometimes thanks to intelligent abstinence from invasive and interfering cures, the immune system finds a way to operate and adjust things.

MEDICAL TERRORISM IS THE ORDER OF THE DAY

Today it’s not Nature who reigns and who is the Sovereign Healer of all ills as Hippocrates ordered, but modern medicine which instead of soothing away illness, is sovereign in distributing blood tests, mammograms, anxiety, turmoil, uneasiness and therapeutic persecution.
Do you have a fever of 39 (102 F)? Take Paracetamol or it may go to 41 (106 F) and cause meningitis. Do you have an inflamed appendix? It could become peritonitis. Do you have a node in the breast or in the thyroid? It can become cancer. Artfully they always unfurl the extreme hypothesis. People who are frightened are equal to people who are confused, disorientated, desperate, and disposed to allowing other people to get their hands on them.

IGNORANT PILOTS DRIVING UNKNOWN MACHINES

Certainly it is their own fault when people become sick. It happens to the best of us, so what to say about normal, mediocre people, those who 50 times a day attack their own bodies, which remain to them illustrious unknown machines that they drive without ever having read the instruction manual or understood the design; machines to be controlled now with the tablets of Moses called analyses, and then to be entrusted to qualified and guaranteed medical hands.

THE INEXORABLE INTOXICATING MECHANISM

The organism becomes intoxicated inexorably and progressively day after day. The causes? Not enough air, which is also often stale, conditioned, ionized or overheated, and then breathed badly and insufficiently. Not enough movement, a sedentary life in front of the television and the computer. Not enough sun and life in the shadows. Food which is incorrect, synthetic, cooked and high-protein, and constant putrefaction of the system. Salt, sugar, supplements and water retention. Metabolic and lymphatic laziness due to which everything goes in easily, but doesn’t ever come out again. Not even the water comes out, let alone the slops and the dead, devitalised junk-food.

A TOXIC ACCUMULATION TO THE LEVEL OF THE TOTAL BODY WATER

So one arrives at a toxic accumulation that in 95% of cases, involves the intestine and all the organs connected to it, as well as the TBW (total body water). The TBW consists of 6 litres of blood moved around by a cardiac pump, 12 litres of lymph moved around only by physical activity, 24 litres of functional and interstitial watery liquid, including tears, spermatic material, vaginal lubricating liquid, etc., moved around by the biological water that we put into the body, by intense emotions and by erotic interests that are noted more by their absence than by their presence.

CONSTIPATION, THE MOTHER OF ALL DISEASES

Today constipation, decay, miasmas and recto-colitis, lupus and sclerosis are all orders of the day. Constipation means a functional blockage and a handbrake on within the system, that creates a terrible laziness in the lymphatic system, something that slows down cellular metabolism.
What is constipation if not a state in which the colon is not perfectly cleansed of faecal material. A human being can’t allow himself to be pampered externally with creams and colognes, and at the same time be a walking toilet.

FLORENCE NIGHTINGALE AND THE WEAK MINDS OF MEDICINE

“The doctrine of specific diseases and of contagious, enemy diseases, is the refuge of the weak minds of medicine”, warned the great London doctor Florence Nightingale (1823-1910). “Is it not perhaps factors like pure air and internal cleanliness on the one hand, and stale air and intestinal filth on the other, that determines the situation of the body?”
“Is it not perhaps continuous wrong living that makes us become ill with all possible and imaginable diseases?” “Are diseases not perhaps natural reactions to people’s wrong way of living?” She used to enter hospitals and open wide all the windows, etc. that she could find on her path, sending the doctors who dared to raise objections, to hell.

DRAMATIC INTERNAL FILTH

Arnold Ehret (1866-1922) already noted that the internal filth of the average individual is “something unimaginable”. Dr. Becher, in 1937, confirmed that the majority of diseases in the repertory are attributable to intestinal self-intoxication, and this includes cirrhosis of the liver, arthritis and rheumatism, pernicious anaemia, dysentery, enlargement of the liver and the spleen, dermatitis, lupus and renal insufficiency. Pathologies of the colon are the most diffuse. Out of 41,800 patients with tumours in the colon, 290 had the tumour in the right angle (towards the liver), 576 had it in the left angle (near the spleen), 3,181 had it in the blind angle, 5,426 in the sigma angle, and a good 32,304 had it in the rectum. In anatomy halls it is common not only to find arteries so hardened by cholesterol and inorganic minerals that they are harder than cement and resistant to hammer blows, but also to extract from the colon kilos of hardened material similar to burned pneumatic tyres.

THE FUNDAMENTAL TESTS OF HYGIENE

One has to have a bowel movement every day. Important as this is, it doesn’t suffice. One can evacuate every day and still be chronically constipated. Thus the importance of self-examination by the most sincere and reliable laboratory in the world, one’s own body, with the daily test of the breath, the tongue, the vision, the hearing, the breathing, clear urine, a clear head, a regular heartbeat, the desire to laugh and the willingness to do it, or to sublimate and channel gonadic pressure through sport, work, religion or other rewarding activity.

HOW ONE CONSTRUCTS PROPER AND CORRECT BLOOD

Certainly the biological composition of the blood is fundamental. With every complete and rapid digestion, where the body has at its disposal an assimilative surface of 400-600 square meters (equal to 2 tennis courts) with 4-5 million receptive villi, (receptive because they are not all stuck together with casein from cow’s milk), and 200 functional immune system’s lymph nodal plaques, one obtains new healthy fluid blood. On the contrary, with every long and difficult digestion, we thicken the blood and overheat and cause congestion in the ventral (abdominal) zone, causing anaemic skin, i.e a lack of blood to the skin and the peripheral limbs, which provokes the “ities”, anomalous inflammations called arthritis, colitis, nephritis, pancreatitis and thyroiditis.

FLUID, FAST FLOWING BLOOD IS ESSENTIAL

I have said that what is fundamental is the blood, and not analytical, medical blood tests which ought to be reserved for emergencies, and not something routine. But it is exactly through the anxiety of analyses, that medical dominion and the medical plot against health starts, and is perpetuated and reinforced. “I will demonstrate to you with objective data, and with a paper that sings, that you are sick and that you have values that are incorrect, so you need pharmaceuticals and medical cures, or limited surgical operations, in order to normalize everything”, is the medical sentence that wins.

THE MEDICAL MYTH OF VALUES WITHIN A RANGE

Except that health doesn’t necessarily consist of having those limited values correct. Cemeteries are full of people who died with those correct values. The values vary according to the board that emits them, according to the time, the day (circadian cycles), the month (biorhythms) and the year (global cellular exchange). The values even reflect temporary conditions and constitutional conditions. They always reflect instantaneous flashes that photograph a momentary situation, which is often a situation where elimination is occurring and thus not pertinent. After all medical values are just precursory instruments of cure-mania!

THE CLASSIC EXAMPLE OF VITAMIN B12

The evaluations are partial and cultural. A B12 value of around 100 ng/ml is according to the most advanced hygienist theories, an ideal, auspicious condition, with low LDL and high B9 folates, in connotation with fast flowing blood and formula one nutrition, while for a National Health Service doctor, framed and set in plaster by the FDA (Federal Drug Administration, the one that advocates absurd food pyramids and 300 grams of noble protein a day, now reduced to75g) 180ng/ml means a B12 not high but “rather low and deserving of supplementation”.

IT’S DIFFICULT TO FIND AN ABSTEMIOUS WORKPLACE

Do medical hygienists exist? As an official category, yes, but only in America and Australia, as far as I know. The Australian Alec Burton for example. The same applies to Ralph Cinque, Frank Sabatino, Alan Goldhamer and hundreds of other minor figures. However a medical hygienist is a contradiction in terms. It’s like giving a degree in wine-tasting or in wine-making to a teetotaller.

HYGIENE AND HEALTH SCIENCE ARE EXTRA-MEDICAL OR DISSIDENT MEDICINE

It is completely true that contemporary hygienism was revived by the now defunct ANHS (American Natural Hygiene School) of Herbert Shelton (1895-1985) and by the Life Science of T.C. Fry (1926-1986) and that it was promoted by great doctors such as Isaac Jennings (1788-1874), Sylvester Graham (1794-1851), Russell Thacker Trall (1812-1877) and John Tilden (1885-1940), though at the moment in its actual state, Health Science and Hygienistic affairs can only arrive from extra-medical sources, or at maximum from frequent clamorous internal dissidence within medicine (such as medical movements against vaccination, or defectors who have denounced themselves, or by the embarrassing positions taken by big names such as Max Pettenkofer, Max Bircher-Benner, Oliver Wendell Holmes, Benjamin Sandlers, Robert Mendelsohn, Giuseppe Nacci, and many others.

A MEDICINE DEVOID OF TRUTH BUT RICH IN LEGAL POWER

For the moment however medicine remains the absolute dominator of the world therapeutic scene. In absolutely no way whatsoever does it possess the truth, and even less the formula to resolve human suffering, but it has legal power, popular culture and the institutions on its side. What is the attitude of medicine towards Hygiene? It avoids us, it ignores us, fights us and threatens us. The blacking-out of blogs, threats of denunciations, accusations of charlatanry and abuse of the medical profession, are now the order of the day. Mao Tse-Tung would define it as a paper tiger. The clash however is real and objective.

TWO DIAMETRICALLY OPPOSITE ROADS

Hygienism points directly at health, at it and at it alone. Medicine on the other hand wallows in, lives in and proliferates in sicknesses, with sicknesses and by sicknesses. Sicknesses mean business and Ferraris in the garage, while health means misery and a Fiat 500. Choosing the faculty of medicine as a place of study, means aiming big socially and economically, it means accepting vivisection, pushing carnivore-ism, invasive cures, symptomatic cures, being friends with butchers, colluding with pharmaceuticals. Choosing Hygienism means choosing liberty and individual self-respect, but being socially precarious and penalized. It is a diametrically opposite choice both in content as well as in method.

ONLY HUMILITY, SELF CRITICISM AND PUTTING EVERYTHING UP FOR DISCUSSION, CAN BRING ABOUT CONSTRUCTIVE, HEALTHY EVOLUTION

The problem isn’t the total destruction of medicine. That which is good, indispensable, the technical and the engineering side should be preserved and saved. That which is essential and which resolves emergencies has been learned with experience and must be preserved and saved. When medicine learns to grow, when it becomes humble, open and receptive, natural and healthy, one could again start talking about hygienistic medicine, or the hygienist doctor, or the medicine of health and for health.

Valdo Vaccaro

mercoledì 28 marzo 2012

DIFENDIAMO IL MARE, LA NATURA, LA LIBERTA' DI AMARE E DI ESISTERE

LETTERA

VENTIDUE MOTIVI PER ESSERE VEGANI

Buongiorno Valdo, sono Maria Grazia e desidero esprimerti un sincero grazie per la passione che metti nel tuo scrivere nel blog. Non ho avuto il tempo di leggerne tantissime di tesine. Mi sono resa conto che sono tutte diverse e sempre vitali. Quella sui 22 motivi per essere vegani
mi piace molto e mi dá la carica, tanto per fare un esempio.

VIRILITA' NON SIGNIFICA VIOLENZA

Sono contenta che ci siano uomini come te, capaci di essere virili e maschi senza essere violenti e crudeli con la natura, e disposti pure a diffondere il loro giusto pensiero. Forse non tutti riusciranno a eliminare completamente le proteine animali, peró giá sarebbe
fantastico se si tornasse almeno a una vita piu semplice, quando la carne si mangiava solo una volta ogni tanto.

STO PREPARANDOMI A UN DIGIUNO

Per quanto mi riguarda io non sto soffrendo della mancanza di proteine animali. Questo fine settimana o il prossimo farò un digiuno di 3 o 4 giorni per i polipi dell'utero. Ho rinunciato a una medicina omeopatica per fare questo tentativo.

L'ASSURDITA' DELLE NAVI DA CROCIERA

Ma ti volevo dire un'altra cosa. L'altro giorno ho discusso con un collega di lavoro su quello che è successo con la nave Concordia. Facendo notare che imbarcazioni cosí sono assurde, troppo grandi ed inquinanti, e che l'equipaggio di asiatici e sudamericani è trattato come schiavo. Mi hanno
risposto che è cosi meraviglioso passare per lo stretto di Messina al sesto piano della nave guardando il panorama e che è bellissimo spendere soldi e non far nulla.

DIFENDERE LA NATURA NON E' CRIMINE

Anzi, un collega gli ha chiesto quali fossero le meglio crociere che ha fatto, perche lui questa estate ne vuole fare una con sua figlia. Non mi hanno neppure ascoltato e uno mi ha detto che è difficile essere contro il sistema. Ma io non faccio guerra al sistema. Voglio difendere la bellezza e l'integrità dei mari, messa in pericolo e in discussione da queste navi.

PER IL PIACERE DI POCHI SI VA A CORRODERE ED OFFENDERE POSTI INCONTAMINATI

Per i capricci di turisti viziati molte persone lavorano come schiavi su quelle navi. Perche ti racconto queste cose? Perché ti sento forte e combattivo, capace di trasmettermi energia utile a contrastare questo tipo di economia senza scrupoli, senza pietá per niente e per nessuno. Spero nasca un movimento contro le navi da crociera troppo grandi, o forse per tutte indistamente. Purtroppo dove lavoro sono quasi tutti cosí.

CERCHIAMO PIUTTOSTO DI ESSERE FELICI DENTRO

La felicita è la libertá di fare un lavoro dove ci si sente bene e a proprio agio. La felicitá è sentirsi parte della natura, della terra, degli alberi, dei fiori, della primavera. La felicitá è essere se stessi, ed avere tempo, più tempo per noi. E' dal tempo che nascono cose,
creazioni, idee, amicizie e amori.

SIAMO FINITI NELLE FAUCI DI UN SISTEMA CHE SCHIACCIA I SENTIMENTI

Come fare? Ci provo, ma dio solo sa quanto sia difficile in questo tipo di società dove tutto il sistema di lavoro ed economico vuole esattamente il contrario, vuole consumatori frustrati, allineati, obbedienti e cinici.
A presto.
Maria Grazia

*****

RISPOSTA

HAI RAGIONE SU TUTTI I FRONTI

Ciao Maria Grazia, il tuo messaggio non è prosa ma poesia. Non ho mai fatto una crociera, ma solo tanti viaggi aerei. Ho compreso benissimo il tuo pensiero e non mi sento affatto di contrastarlo. A volte la poesia si pone di traverso e ci fa magari riflettere. Il problema è che la gente, ovvero la massa, vuole le stesse cose che un tempo erano riservate all'elite, poco importa se buone o cattive, poco importa se eco-compatibili o disastrose per l'ambiente.

LE COSE SBAGLIATE DOVREBBERO ESSERE ABOLITE E NON DEMOCRATIZZATE

E' successo con la carne, che era riservata ai sovrani. Alla fine quella che era la putredine reale, ossia il cancro che colpiva sistematicamente ed in esclusiva le case reali d'Europa, diventò un fatto democratico,
per cui oggi abbiamo il cancro di massa. E' successo con l'automobile. Ed oggi siamo tutti a piangerci addosso per la rovina dei centri urbani inquinati dal rumore e dal piombo. E da questa tendenza che nascono aerei da 1000 passeggeri e navi-crociera da 3000 persone. Ci sono architetti e studi che pianificano pure, per il futuro, città galleggianti da 50 mila abitanti.

CI VUOLE PIU' SENSO DI RESPONSABILITA' DA PARTE DI TUTTI

Come hai detto tu occorre rivedere molte nostre pessime abitudini, ridiventando semplici e rinunciando a molte delle cose che il consumismo propone a piene mani, quasi che non esistesse il domani, quasi che
il pianeta fosse un pomo marcio da intasare e fare esplodere in qualsiasi momento. E' un po' il discorso della riduzione e della decrescita, che molti economisti stanno del resto valutando. Non possiamo fare come quel Luigi di Francia che, per dopo la sua morte, pronosticava la fine e la rovina di ogni cosa esistente.

LA DISEDUCAZIONE E' GALLOPPANTE

Quand'ero studente universitario mi preoccupavo di guadagnare dei soldinidando lezioni a diversi studenti delle medie. Ricordo di aver comperato una Fiat 500 di quarta mano per 50 mila lire (25 Euro al cambio monetario, e forse 150 a quello reale). Oggi lo studente non guadagna nulla, ma pretende l'auto nuova, non un'utilitaria koreana ma almeno una modesta BMW, altrimenti lo ridicolizzano gli amici. Se compra un paio di scarpe non va certo al mercato rionale ma all'Emporio Armani, altrimenti gli danno del cafone e del deficiente. Studenti in eterna fame di danaro ed in eterno stato di dipendenza dai genitori. Cose che non stanno nè in cielo nè in terra.

STIAMO SFIORANDO L'ABOMINIO

C'è qualcosa di tragico e di irresponsabile, oltre che di molto stupido, in tutto questo. Mi vedo circondato da gente che tiene in tasca 3 o 4 telefonini, cuffie, i-phone e altri aggeggi che il mercato propone ogni altro giorno. Finirà che i bambini di domani nasceranno già col telefonino incorporato, andando avanti di questo passo.

L'ANIMALE VALE PIU' DELL'UOMO-CONSUMATORE IN TUTTO E PER TUTTO

Vedendo tutte queste cose, vedendo le trasformazioni, le trasfigurazioni, i malesseri che esse comportano, non si può non stare dalla parte della natura, dalla parte di quel po' di selvaggio che ci rimane dentro. Non si puo' non stare in linea con gli animali tutti, rimasti tali e quali, ignudi ed innocenti, a ricordarci che esiste anche la semplicità del vivere senza 30 mila orpelli e senza 30 mila falsi bisogni. Ad insegnarci che loro, tutto sommato, ci sono superiori in tutto e per tutto. Meno frustrati, meno disonesti, meno vigliacchi, meno spreconi e meno dementi.

UN NUOVO CRITERIO VALUTATIVO

Si usava dire che l'uomo vale tanto quanto sa. Sono balle. L'uomo vale
tanto quanto non consuma e tanto quanto è capace di stare al mondo in armonia e non in parassitismo violento contro la natura, contro il suo prossimo, contro le altre creature.

ABBIAMO TUTTO DA IMPARARE DALLE ANATRE E DAI MAIALI, ALTRO CHE MANGIARLI

Questa è la lezione che mi danno i piccioni e i passerotti che invadono le stazioni ferroviarie, i merli che nidificano intorno a casa mia, gli scoiattoli che mi fregano regolarmente le noci dal cesto, la cinghialetta
Gina che grugna in cerca del suo cioccolatino (che e' il mais o la patata), le caprette e le anatre in lotta con le oche per la loro colazione quotidiana, la sorniona felina Vodka che fa la brava se ha le crocchette, e azzanna ogni povero topastro in circolazione se ci scordiamo di dargliele.

Valdo Vaccaro