Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona il box in alto "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

mercoledì 31 ottobre 2012

LAVORI IN CORSO E CRISI DI RISULTATI TABELLARI




LETTERA   1

UN ANNO DI VEGANISMO, CON TIROIDE ESCISSA

Caro Valdo, ti scrivo perché dopo un anno di veganismo totale, festeggiato in questi giorni, ho fatto le analisi perché, come ti raccontai, devo seguire il TSH causa, ahimé l’escissione della tiroide.
Sarò sintetico ma vorrei un tuo parere e consiglio susseguente.

RISULTATI DELLE ANALISI NON PARTICOLARMENTE ESALTANTI

L'emocromo va bene (emoglobina 15,5), ad eccezione dell'MCV (mean corpuscular volume o volume corpuscolare medio dei globuli rossi) che ora è a 97 (range 83-96), un aumento che potrebbe essere connesso con la carenza di B12 che è ulteriormente scesa a 125. L'omocisteina da 9 è salita a 13, e anche questo dato potrebbe ricollegarsi alla diminuzione della B12. L'acido folico è sceso a 6, dai 13,3 che avevo. Il ferro è stabile a 89 ma la ferritina è scesa a 117, dai 251 che avevo. Il colesterolo scende da 277 a 250 (HDL 57 e LDL 161), e non mi sembra un bel risultato. I trigliceridi aumentano a 158, dai 116 che avevo a Maggio.

CALA  QUELLO CHE DOVREBBE CRESCERE E CRESCE QUELLO CHE DOVREBBE CALARE

Insomma, sta calando quello che dovrebbe salire e aumenta quello che dovrebbe diminuire. Io non ci capisco più nulla! Il mio medico dice che sono grullo (cioè scemo) e mi vorrebbe bombardare di folati e B12 perché altrimenti rischio una neuropatia e l'anemia. Scusami ma sono proprio avvilito (e uso un eufemismo).

ANSIA E IPERTENSIONE IN CRESCITA

Il mio tentativo di riacquistare un po’ di salute e di risparmiare la vita agli animali sembra stia andando a farsi friggere. Chiudo e vado a letto per non aggrovigliarmi nei miei pensieri, dato che non ho solo il problema della tiroide ma anche quello dell’ipertensione che sta salendo e che mi costringe ancora all'antipertensivo chimico. Le aritmie mi obbligano tuttora alla cardioaspirina.

FALLIMENTO DEL SANGUE FLUIDO?

Mi pare che la madre di tutte le battaglie, cioè il sangue fluido, la stia proprio perdendo dato che dopo un anno non credo di aver ottenuto grossi risultati. Non penso si possa parlare, dopo un anno, dei tipici effetti del processo eliminativo. Mah! Che dici? Cari saluti da Firenze.
Andrea Vannucci

*****

RISPOSTA  1

NON DO ECCESSIVA IMPORTANZA AI VALORI TABELLARI

Ciao Andrea, non intendo mettere in discussione i risultati numerici negativi che hai elencato. Ci sentiamo a distanza e non sono in grado di valutare nei dettagli se in questo anno hai fatto veramente tutto quanto era possibile fare per un incremento qualitativo. I valori rappresentano niente di più e di meno di quanto il corpo è in grado di esprimere numericamente in questo momento.

LA B12 A 125 E’ UN VALORE OTTIMO E MIGLIORATO, NON PEGGIORATO, SECONDO IL METRO DELL’IGIENE

Sul calo della B12 a 125 non mi preoccupo per niente. Io sto assai meglio di te su questo, viaggiando da sempre sui 100, quota fantastica e ideale secondo i crismi dell’igiene naturale, dove predomina la presenza di vitamina C e la B12 viene concordemente compressa ai minimi termini com’è giusto che sia.

LA MEDICINA UFFICIALE CREDE TUTTORA ALLE CLAMOROSE STORPIATURE DELLA FDA SULLE PROTEINE, SULLA B12 E SULLA VITAMINA-C

Ti ricordo che la WHO stabilì i minimi a 80 pg/mL e che fu la FDA a storpiarli abusivamente, portandoli all’attuale quota di (189-883) in concomitanza con le note e clamorose storpiature a eccedere sulle quote proteiche (300 grammi proteine/giorno, contro i 24 grammi/giorno oggi riconosciuti da tutte le autorità americane, diventati tetto proteico massimo oltre il quale si va in acidosi e in malattia permanente), e a deficere sulla vitamina-C, tuttora incantonata a 40 mg/giorno, contro le unanimi valutazioni che parlano di 10-20 volte di più, per raggiungere le quali la B12 deve stare necessariamente sui minimi livelli!

UN ANNO PUO’ ESSERE TANTO E PUO’ ESSERE POCO PER L’INNESCO DI UNA REALE CRISI ELIMINATIVA

Tu dici che un anno intero è sufficiente per valutare e capire. Un anno basta? Dipende. Dipende dall'età, dalle condizioni di partenza, dallo stato del sistema immunitario. Nel caso tuo, privo di importante ghiandola come la tiroide, chissà quanti mesi hai impiegato a rimetterti in carreggiata. Per me sei tuttora in fase eliminativa, una crisi espulsiva che funziona a ondate.

MANDAR FUORI MATERIALE TOSSICO NON E’ COSA SEMPLICE E SERVE FORTE CARICA IMMUNITARIA

In alcune persone che fanno il digiuno non riescono a espellere niente fino ai 7 giorni senza cibo ma, se prolungano e vanno alle 3-4 settimane come successo con la Nandini di Roma, viene fuori materiale tossico in ultra-abbondanza, oltre ogni logica aspettativa. C'è poi chi si accorge dei suoi stock minerali tipo mercurio e alluminio solo facendo delle chelazioni. Non sto dicendo che devi fare digiuni di un mese o chelazioni, ti porto solo degli esempi.

DA UN LATO TI CAPISCO, MA NON POSSO CONDIVIDERE LE TUE ANSIE

Pertanto, il tuo rimurginare è a mio avviso comprensibile da un lato umano ed emozionale, ma non condivisibile da un punto di vista strettamente tecnico. Stai cedendo psicologicamente di fronte a delle banali  apparenze, e ti sbagli di grosso. Non siamo affatto nel caso della ciambella che non riesce col buco. Ovvio che le pulci all’orecchio della medicina non ti aiutano ad essere sereno e tranquillo in questo frangente.

NON ATTRIBUIAMO ALLE LEGGI NATURALI I NOSTRI EVENTUALI FALLIMENTI

A fallire non è mai il vegan-crudismo ma il precario credito che dai ai principi ed alle leggi. Leggi che sono sempre quelle. Se un sistema è valido e funziona perché in linea con le leggi, funziona sempre o mai, non certo a singhiozzo. Se non funziona occorre capire il perché, e la cosa non è facile da sbrogliarsi.

I CIMITERI SONO STRACOLMI DI GENTE DECEDUTA COI VALORI PERFETTI

Annetto scarsissima importanza ai valori dei test sul sangue, ai valori che secondo te crescono (mentre dovrebbero calare) e calano (mentre dovrebbero salire). Il corpo tuo sa quello che fa e quello che esprime. Se esprime delle variazioni significa che è reattivo e che il sistema immunitario comincia a funzionare. C'è molta gente al mondo che finisce al cimitero con la B12 a 500 e coi valori tutti entro il range. Lo sapevi o no? Prendine pure nota.

IL CORPO TUO STA POMPANDO FUORI DEL GRASSO E DEI VELENI, E TU VIENI A PIAGNUCOLARE

Ti invito a riflettere sulla crescita improvvisa di trigliceridi e omocisteina. Dalla dieta non possono venire, visto che non stai mangiando grassi e cadaverine animali. Da qualche parte devono pur arrivare. E’ evidente che si tratta di disfacimenti interni e di cantiere corporale niente affatto chiuso ma in piena attività. Devi saper aspettare con fiducia e in tutto relax. Se hai scelto l’igiene la devi rispettare al 100%, senza farti distrarre dal medico che si permette di darti del grullo, mentre il vero grullo irresponsabile è proprio lui.

SE PENSI DAVVERO DI ESSERE GRULLO, TI CONVIENE ASCOLTARE IL MEDICO

Se vuoi, pubblico senza esitare questo nostro scambio. Me lo devi solo dire. Per il resto lascio a te decidere sul da farsi. Basta allungare le mani a destra e a sinistra per sbattere su caffè, the, alcol, grana, salami, integratori, cortisoni, sedativi e allucinogeni. Se pensi davvero di risolvere la tua situazione in quel modo, è giusto che tu lo faccia e lo sperimenti, è giusto che tu ti dia una vera zappata sui piedi. Ti farà male di sicuro, ma almeno ti sarai tolto la soddisfazione di averlo provato e di non vivere nel limbo e nel dubbio atroce, come stai facendo ora.

Valdo Vaccaro

*****

LETTERA   2

UN BICCHIERE DI VINO AL GIORNO

Caro Valdo, ti autorizzo senz'altro a pubblicare lo scambio di corrispondenza. Voglio però precisare un paio di cose. Punto primo, questo anno ho cercato di attenermi alla dieta tendenzialmente crudista da te indicata nelle varie tesine. Unica trasgressione il bicchiere di vino giornaliero che ora sto cercando di eliminare.

ALCUNE TRASGRESSIONI E QUALCHE PRINCIPIO SALTATO

Riconosco che, a causa delle mie condizioni lavorative da pendolare, non sono in grado di rispettare fino in fondo le regole del crudismo. Ad esempio non posso farmi i centrifugati, non mangio le 5 dosi di frutta, spesso mi concedo una pastasciutta integrale, verdure al vapore (cioè cotte), pane integrale e soprattutto la sera faccio delle combinazioni non ammesse (tipo cereali con legumi cotti). Queste le mie uniche trasgressioni.

SPERO CHE TU MI RIMETTA IN CARREGGIATA

Punto secondo, la soluzione alla mia crisi depressiva per gli scarni risultati non è certamente il ritorno al caffè, ai cadaveri, ai dolci. La soluzione la cerco nei tuoi consigli. Cui tengo molto perché so che potresti rimettermi in carreggiata.

SPERO CHE LA MIA ESPERIENZA POSITIVA O NEGATIVA SERVA AI BLOGGHISTI

Ora non ti disturbo oltre ma, se vuoi conoscere meglio i miei problemi sanitari e magari il dettaglio della dieta che sto seguendo, ben volentieri ti fornirò gli elementi necessari ad una tua valutazione più rigorosa. Magari tutti i blogghisti potrebbero trarne beneficio. Con affetto da Firenze.
Andrea

*****

RISPOSTA   2

PER UN CASO COME IL TUO SERVE MAGGIORE RIGOROSITA’ NELLA FASE CRITICA

Ciao Andrea. Nella tua seconda risposta odierna mi hai già fornito in modo aperto e chiaro materiale nuovo su cui riflettere. Il bicchiere di vino giornaliero può essere tollerato per chi ha tutte le ghiandole a posto. La carenza di acqua biologica fruttariana, la pastasciutta giornaliera, le verdure cotte e le combinazioni non ammesse, possono essere pure tollerati in una certa misura. Ma nel caso tuo la rigorosità e l’intensità dell’inserimento vegan-crudistico, cioè radiante e vitalistico, sono di importanza fondamentale. Il ricorso a farmaci anti-ipertensivi poi, come la cardiospirina, non è assolutamente tollerabile.

SEI IN PIENO STATO DI DISINCROSTAZIONE

Se cerchi davvero la soluzione nei miei consigli e non all’infuori di essi, devi prestare più attenzioni al come ti senti veramente, più che ai valori parziali, incompleti e relativi di questi giorni, dove l’organismo subisce notevoli stress, per riadattamenti climatici non indifferenti. I test sono un po’ come le bollette dell’ENEL, se nel bimestre in corso paghi poco, quello a venire sarà più salato e viceversa. Ribadisco poi che sei nel pieno dei lavori in corso.

PREVALGA LA FIDUCIA E LA SERENITA’

Ovvio che la tensione ti sta facendo un danno notevolissimo, e che hai un grande bisogno di serenità e di armonia. Leggiti pure la mia tesina odierna sul cuore e il panico. Anche se non soffri di extrasistole, sembra scritta per te. Segui i consigli che ho dato all’amica di Mauro e ne beneficerai in pieno. Per il resto prendila con calma, pazienza e fiducia. Un centrifugato giornaliero di bietole rosse e di spinaci, con 4 cucchiai di germe dio grano aggiunto, dovrebbero ridarti gruppo B e ridurre l’omocisteina, sempre ricordando però che è vietato rincorrere i valori e fare da tappabuchi ad eventuali carenze. E’ il corpo che deve provvedere, non tu, non io e nemmeno il medico.

Valdo Vaccaro




CUORE E PANICO DA EXTRASISTOLIA




LETTERA

IL DRAMMA DELLA SOFFERENZA CARDIACA

Ciao Valdo, una collega soffre di extrasistole sopraventricolare. Le capitano anche durante il lavoro
Cause? Stress? Può influire, come penso, l'alimentazione e la mancanza di attività fisica? E’ del 1975, alta 1.65 e più o meno sui 60kg. C'e qualche alimento da evitare? Grazie come sempre.
Mauro

*****

RISPOSTA

PULSAZIONI ARITMICHE E SFASATE

Ciao Mauro. Siamo nel campo delle aritmie, cioè delle alterazioni cardiache. L’extrasistolia è una pulsazione fuori-tempo e fuori-ritmo del muscolo cardiaco, una pulsazione aritmica e sfasata.. Non c’è cosa che allarmi di più, in quanto accade d’improvviso. Può succedere anche in soggetti giovani e sani, ed anche nei bambini. L’allarme e la paura non fanno che aggravare la crisi. Non servirebbe questo eccesso di reazione, trattandosi il più delle volte di un fenomeno innocente e compensativo, oltre che abbastanza frequente. Tuttavia, proprio per togliersi infondati timori e inutili stati di apprensione, meglio andare in ospedale e farsi un elettrocardiogramma.

TESINE DA LEGGERE

- Armonia alimentare lontano da ogni stress, del 30/3/12
- Ipertensione risolta e ventata di ottimismo, del 19/7/12
- Omocisteina barometro funzionale del corpo umano, del 6/12/11
- Cuore, metile ed omocisteina, del 2/2/11
- Ipertensione, angina pectoris, beta-bloccanti e tanta voglia di saltarne fuori, del 22/7/10
- L’ansia, l’ipertensione e le statine, del 5/11/09
- Tachicardia parossistica sopraventricolare, del 23/6/11

CONTRAZIONI PREMATURE E TRENI D’ONDA

L’extrasistole è determinata dalla contrazione prematura del battito cardiaco che, con una sorta di effetto domino, coinvolge anche i battiti successivi. Vi può essere anche una serie continua di extrasistoli di lunga durata, che si definisce “treni d’onda”. Pare che il cuore si arresti per poi riprendere lentamente, con senso di angoscia e di spavento, sgomento e panico per chi ne è vittima.

AVER PARLATO PER UNA MEZZ’ORA COL DR BARNARD MI OBBLIGA A PARLARE DEL CUORE

Essendo uno dei pochi al mondo ad aver incontrato Christiaan Barnard a Città del Capo nelle settimane successive al primo trapianto di cuore, ho l’obbligo morale di parlare del nostro cuore, magnifica pompa distributrice del torrente sanguigno che ci anima e ci vitalizza.

CUORE E APPARATO CARDIOVASCOLARE

Il cuore è l’organo principale dell’apparato cardiocircolatorio. Apparato che include la pompa stessa, i vasi sanguigni, le arterie, le vene, i capillari e i linfatici, ovvero i tubi e tubicini di collegamento, distribuiti in ogni parte del corpo umano. La circolazione sanguigna consente di convogliare, ad ognuno dei nostri 100 trilioni di cellule, l’ossigeno e le sostanze nutritive (zuccheri, aminoacidi, grassi).

CUORE E POLMONI, PICCOLA CIRCOLAZIONE E GRANDE CIRCOLAZIONE

Il cuore è un muscolo cavo che si contrae. Si contrae ritmicamente e spontaneamente secondo la versione medica, ritmicamente e in modo guidato e auto-diretto dal ritmo respiratorio secondo Arnold Ehret e l’igiene naturale, per i quali i polmoni sono la vera pompa e il cuore solo un muscolo. Con tali contrazioni, attivate da un sistema di valvole, il cuore assicura il flusso progressivo e ritmato del sangue in due distinti circuiti che sono il circolo polmonare (o piccola circolazione) e il circolo sistemico (o grande circolazione).

UN CONTINUO ALTERNARSI TRA OSSIGENAZIONE E CARBONIZZAZIONE

La piccola circolazione trasporta sangue venoso, carico di anidride CO2, dal cuore ai polmoni, dove il sangue viene purificato e riportato al cuore ossigenato. Dal cuore, a sua volta, parte la grande circolazione che porta il sangue arterioso all’organismo per cedere l’ossigeno e riempirsi di CO2, e quindi ritornare al cuore come sangue venoso che rientra nel piccolo circuito polmonare a ri-purificarsi.

CUORE VENOSO E CUORE ARTERIOSO

Il cuore è suddiviso nettamente in parte destra (cuore venoso) e parte sinistra (cuore arterioso), onde evitare che sangue venoso e sangue arterioso si mescolino. Le due cavità superiori si chiamano atri, quelle inferiori ventricoli. Gli atri sono due camere cardiache che ricevono il sangue delle vene (cava inferiore e superiore a destra e vene polmonari a sinistra) e che si congiungono ai rispettivi ventricoli attraverso le valvole atrioventricolari. I ventricoli sono le due camere inferiori che si contraggono quando sono piene di sangue ossigenato da inviare alle arterie.

BATTITI PREMATURI ATRIALI, VENTRICOLARI, SOVRAVENTRICOLARI E SOTTOVENTRICOLARI

Le contrazioni sovra-ventricolari  sono generalmente leggere e ad evoluzione benigna. Quelle sotto-ventricolari implicano maggiori attenzioni. I battiti prematuri atriali non danno segnali e non vengono avvertiti, se non nei casi più marcati e seri. I battiti prematuri ventricolari, al contrario, vengono avvertiti eccome, essendo accompagnati da dolori al petto (da non confondersi coi tanti dolorini intercostali di origine reumatica), da alterazioni del respiro, della vista, dell’equilibrio e dell’umore. I battiti prematuri vengono anche definiti “tuffi al cuore”.

ISCHEMIA CARDIACA, IPERTENSIONE E IPERTIROIDISMO

Quali le cause? Tecnicamente si tratta di una ischemia cardiaca, ovvero un impoverimento o una interruzione istantanea del rifornimento sanguigno. In concreto si parla soprattutto di ipertensione e di ipertiroidismo, di stress, stanchezza, sforzi fisici sproporzionati, carenza di sonno, consumo di caffè, the, caffè, cole e sigarette, carenza di potassio, gastriti come fenomeno irritativo.

CARNI E PROTEINE ANIMALI SOTTO ACCUSA

Parlando infine di rimedi, è noto che i cibi pesanti, salati, zuccherati, cotti, e particolarmente quelli di origine animale, causino un aumento della frequenza cardiaca. Non si tratta di una storia inventata dai vegani. Non serve fare i test con le provette colorate. Ognuno può sentirsi il polso prima del pranzo e riascoltarlo un’ora o due dopo, e si accorgerà della differenza. Se mangiamo un frutto o un pranzo vegano, il battito non varia affatto, e questo è il buonissimo segno che tutto funziona al meglio, senza drammi, senza dispersioni energetiche ed immunitarie.

LA MICIDIALE ABITUDINE DI VIVERE IN STATO DI ACCELERAZIONE CARDIACA FORZATA, IN STATO DI LEUCOCITOSI DIGESTIVA

In termini tecnici si parla di leucocitosi digestiva, scoperta e dimostrata da Paul Kouchakoff già alla Prima Conferenza Mondiale di Microbiologia tenutasi a Parigi nel 1930. La digestione rappresenta sempre un grosso impegno per il cuore, costringendolo a fare un extra-lavoro per assicurare il sangue necessario al processo digestivo, pompando molto più sangue del normale.

ENORME DIFFERENZA TRA IL MANGIARE CRUDO E INNOCENTE E L’INGOZZARSI DI SALME ANIMALI

Mangi carne e latticini e i 6000 leucociti pre-prandiali, normali e standard, si moltiplicano per tre in fase post-prandiale, toccando quote da 20 e 25000 leucociti per mmc di sangue. Mangi vegan-crudista, digerisci bene e niente succede. 6000 leucociti nel sangue prima e 6000 dopo. Capisci la differenza di qualità? Capisci il significato? Significa che una alimentazione carnea è marcatamente patologica e inadatta al corpo umano.

PREDE VIVE E CADAVERI IN PUTREFAZIONE

Sarebbe interessante testare i felini per capire se la carne fa o no gli stessi effetti anche a loro. Probabilmente sì, ma in misura molto meno drammatica, anche perché loro mangiano preferibilmente carne cruda di prede ancora insanguinate (iene, sciacalli, coyote, falchi, avvoltoi e umani-carnivori a parte, tutti attratti da cadaveri in putrefazione).

CUORE IN ACCELERAZIONE UGUALE VITA ACCORCIATA

Anche fumo e caffè, come del resto tutte le sostanze velenose, costringono il cuore a vivere in irregolare e forzata accelerazione, volta ad espellere i veleni o a depositarli velocemente nei punti più convenienti del corpo, in attesa di successiva chelazione o di opportune crisi eliminative.

QUALCHE PICCOLO RIGUARDO IN PIÙ NON GUASTA

Chi soffre di extrasistolia, di tuffi, di soffi, e di altre alterazioni cardiache, dovrà adottare una politica comportamentale basata sulla sobrietà e la prudenza, sulla regolare e attiva attività fisica, sullo sport competitivo ma senza strafare, sulla cura metodica della respirazione, sulla scelta accurata e intelligente del cibo (fuori discussione tutte le proteine animali dalla prima all’ultima, incluso carni bianche, pesci e molluschi).

CONSIGLIATO UN BUON APPORTO DI POTASSIO

Particolare attenzione all’apporto di potassio, che si trova principalmente nel girasole, germe di grano,mandorle, uvetta secca, fichi secchi, kaki secchi, datteri, avocado, castagne, patate dolci, patate, zucche, carote, miglio, tarassaco, cicorie. Come al solito, anche se la cosa potrà apparire noiosa e ripetitiva, il vegan-crudismo, con limitate trasgressioni chiamate cotto-breve-limitato-intelligente applicate a cibi amidacei (patate, zucche, cavolini, melanzane, cereali, farine integrali), la fa da padrone. A pareggio del potassio, ci sia presenza di sedani e di porri nella dieta, con tanto buon sodio organicato ed assimilabile.

PERCHÈ STRAVINCE IL VEGAN-CRUDISMO

Il vegan crudismo la fa da padrone non a caso, e nemmeno per spiegazioni balorde di igienisti fanatici e partigiani. Il motivo è interamente scientifico. Anche il cuore, al pari del sangue alcalino, del fegato, della cistifellea, del pancreas, della milza, del rene, della prostata, dell’apparato sessuale e dell’intestino, è un organo smaccatamente ed inequivocabilmente vegano, funzionante cioè al meglio, senza ipertrofie, senza infiammazioni e senza altri effetti collaterali, con un carburante elettivo e radiante chiamato “succo zuccherino in acqua biologica mineral-vitaminizzata”, e con un carburante di completamento chiamato “succo verde clorofilliano ad alto tasso minerale”.

Valdo Vaccaro

DISACCORDI CONIUGALI SU DIETA VEGANA



LETTERA

HO UNA BAMBINA SANISSIMA E VEGANA

Ciao carissimo Valdo, come stai? Sono Anna dalla provincia di Viterbo, la mamma di Germana. Ci siamo pure sentiti per telefono e anche per email. La mia bimba è vegana e ne vado fiera. Ora mi sto separando.

SCONTRO ALIMENTARE COL MARITO E SEPARAZIONE

Il padre non è stato mai d’accordo con questa alimentazione. Stiamo procedendo legalmente. Il suo avvocato gli ha detto che, se non andiamo d’accordo e ci scontriamo, ci possono mettere la bambina in una casa-famiglia. Lui mi attacca per via dell'alimentazione.

DETTAGLI SULLE VIE LEGALI

Ti volevo chiedere una cosa. Se va dagli assistenti sociali o al tribunale dei minori, come mi posso difendere io? Mi puoi gentilmente illuminare su questo?
Anna

*****

RISPOSTA

QUESTE SONO NOTIZIE DAVVERO IRRITANTI

Ciao Anna. Leggere queste cose fa davvero rabbrividire. Fa capire quanta ignoranza e quanto pregiudizio circoli. Non entro nel merito dei vostri rapporti. Ma prendere la dieta vegana della bambina come argomento di tribunale è davvero allucinante.

C’E’ UN LIMITE A TUTTO

Sembra quasi che una madre stia dando alla sua bambina del doping o dei veleni o qualcosa che danneggerà la bambina. Per ragionare in questo modo occorre essere davvero dei sottosviluppati e dei deficienti mentali. Vogliamo forse salvaguardare il diritto del coniuge depravato che porta il bambino al fast-food per l’hamburger e le patatine oliate e cariche di acrilamide? Vogliamo idealizzare il coniuge che lo dolcifica con le micidiali merendine, coi gelati e i lecca-lecca? E che poi lo disseta offrendogli bollicine zuccherate o aspartamizzate? Chiedo scusa a chi legge, ma non riesco a trattenermi, di fronte a situazioni del genere.

NON MANCANO GLI ESPERTI LEGALI NEL NOSTRO BLOG

Non sono in grado di darti informazioni su queste diatribe legali. Pubblico il nostro scambio sul blog, e ci sarà di sicuro qualche esperto che allegherà i suoi commenti e i suoi suggerimenti, pacati ed oggettivi. Io sono di parte, e sono pure convinto di essere nel giusto. Ovvio che queste situazioni siano tutt’altro che divertenti.

L’IGNORANZA E’ DILAGANTE

I genitori purtroppo non vengono per niente aiutati in questi argomenti basilari per il convivere civile. Assente totale la scuola, assente colonizzato lo stato, assenti o peggio asserviti i media. Risultato? Ignoranza dilagante. In sede di matrimonio, anziché fare le solite domande cretine da parte del prete o del sindaco, sarà opportuno chiedere a futuri padri e future madri se sanno cosa significhi il concetto “Tetto proteico invalicabile di 11 grammi al giorno, oltre i quali un corpo di bambino va in pericolosa e micidiale acidosi”. Se non sapranno rispondere, rimandarli a ottobre per ignoranza e impreparazione a fare figli e a nutrirli.

LA QUESTIONE CIBO PRESA COME ALIBI PER AZIONI LEGALI

Quando c’è un minimo di affetto e di tolleranza in famiglia, si chiude un occhio sulle eventuali divergenze riguardanti il cibo. Quando invece, per una serie di motivi che non possono essere soltanto quello, si va ai ferri corti, ecco che la questione cibo viene presa come alibi per un caso legale.

I GENITORI CHE ROVINANO LA PROLE INGOZZANDOLA DI ACIDIFICANTI E DEVASATANTI PROTEINE NON FINISCONO IN TRIBUNALE

E’ evidente che un padre abbia il diritto di dire la sua sull’impostazione culturale e anche dietetica di sua figlia. Perché non ascoltare il parere della bambina? Non mi risulta però che esistano casi di vegani che denunciano il coniuge per rovinare l’intestino, il fegato, il pancreas, i reni e il cervello dei figli quando li abbruttisce con schifosi e contaminati piatti di cadavere e di salma animale, quando ingozzandoli di latticini pone le basi per problemi di tiroide e di diabete negli anni a venire.

Valdo Vaccaro







SOPRAVVIVERE IGIENISTICAMENTE IN IRLANDA



LETTERA

DIFFICOLTA’ IN ZONA DUBLINO

Ciao!!! Qui in Irlanda mangiare crudo è un'impresa difficile se non addirittura proibitiva! La frutta si riduce a banane, pere e mele piccole-piccole. Le verdure disponibili sono le patate e i cavoli.

BACON, UOVA, BURRO E STINCO DI MAIALE

Dovresti veder cosa mangiano. Bacon, uova strapazzate, fagioli, crocchette di patate, dolci, burro, stinco di maiale. Questa è terra di gente che mangia veramente di tutto e di più, soprattutto  in termini di schifezze! Come faccio a salvarmi da questo? Aiutoooo, mi puoi dare una mano???
Cristina

*****

RISPOSTA

PAESE LEADER NEI MACELLI E NELL’EXPORT DI MAIALI VIVI E MORTI

Ciao Cristina. Visitai Dublino e dintorni molti anni fa, ed era d’estate, per cui non posso fare paragoni. In più l’Irlanda è diventata in questi ultimi anni il paese più intensamente macellaio d’Europa, con primati export nella carne di maiale soprattutto. Chiaro che rimangano molti stinchi in circolazione anche sul mercato interno.

MAI DARSI PER VINTI

Non è il caso però di disperarsi e di demordere. Prima cosa si fa uso intensificato di quello che troviamo, abbracciando un po’ il concetto della monodieta, che non è poi male da un punto di vista della digestione. Se ci sono le banane c’è anche altra frutta da importazione, come datteri, arance e pompelmi. Il pop-corn c’è e puoi organizzarti a prepararlo in casa. Se non hai una pentola o una padella te la compri e lo fai due volte al giorno, accoppiandolo poi con datteri ramati, fichi secchi  e banane.

CON CAVOLI E PATATE SI FANNO MIRACOLI

I cavoli sono una grande risorsa. Li potrai grattugiare o tagliare sottili alla Julienne, misti a cipolla cruda. Carote, ravanelli e zucche non mancano di certo in Irlanda, basta che tu cerchi il giusto ortofrutta o il supermarket più fornito. Le patate poi, se le trovi non irradiate, sono straordinarie, e le puoi fare in cento modi diversi (per capire se sono al naturale, ne metti una piccola in un bicchiere d’acqua alla luce, e deve emettere i germogli, altrimenti è stata precotta dalle radiazioni).

CERCARE MEGLIO TRA GLI ORTOFRUITTA E I SUPERMARKET

Penso che si trovi la lattuga in cespi. Per cicoria e dolcetta punto interrogativo. Ti consiglio di cercare con la massima attenzione. C’è sicuramente un mercato ortofrutticolo. Più foglie verdi trovi e meglio è. Fornisciti in ogni caso di una centrifuga e datti da fare con carote, sedano coste o sedano rapa, e mele piccole (le mele piccole sono migliori di quelle grosse tra l’altro). Non mancheranno le confezioni di germogli alfa-alfa e i germogli di soia sciolti, tutte cose da utilizzare anche in centrifuga.

CE LA FARAI SICURAMENTE

L’Irlanda produce mirtilli, kaki e nespole germaniche. Verificare. Cereali tipo orzo, segale e avena in quantità.. Impara a farti la crema di avena e ad aggiungerci dei semini che potrai frantumarti con un pestello di legno, attrezzo da comprare assolutamente. Frutta secca, semini e cereali non mancano sul mercato. Potrai anche farti delle ottime zuppe di verdura cotte non oltre i 15 minuti, con patate, cavoli, porri, cipolla, aglio e zucca. Alla fine ce la farai in modo brillante e disinvolto, senza cadere nelle usanze abominevoli del posto.

Valdo Vaccaro

MIGLIORAMENTI TIROIDEI SENZA FARMACI




LETTERA

COMPARAZIONE ESAMI DATI TIREOTROPINA TSH E TIROXINA LIBERA FT4

Detto in sintesi:
1) Esami precedenti in data 11/01/2011:   TSH-R =7,44   FT4=0,65
2)  Esami 26/10/2012, dopo qualche mese di dieta vegana (non riesco a essere crudista, purtroppo), e dopo un digiuno di 13 giorni a sola acqua fatto questa estate:   FT3=3,3   FT4=0.90   TSH=5,14

I MIGLIORAMENTI CI SONO ED ANCHE NOTEVOLI

Non sono ancora perfette, perché il TSH è leggermente alto, ma il miglioramento è notevole. Il tutto senza farmaci. Grazie, Valdo!
Marilena

*****

RISPOSTA

FUORI DEL TUTTO LA CASEINA E ALLEGGERIMENTO DEL GLUTINE PORTANO GIA’ A DEI MIGLIORAMENTI

Ciao Marilena, Grazie per i risultati. Già l’estromissione dei latticini in ogni forma, e il ricorso contemporaneo a cereali leggeri e senza glutine, facilita la situazione riattivando la fase assimilativa da parte dei villi intestinali, prima incollati ed appiccicati a causa della collosa caseina e del gommoso glutine.

IL CRUDISMO TENDENZIALE ED INTELLIGENTE E’ UN OBBLIGO PER TUTTI, OLTRE CHE UN PIACERE GUSTATIVO E DIGESTIVO

Non ho capito perché non riesci ad essere crudista. Anche perché non serve essere crudisti al 100% ma soltanto nella misura che il crudismo stesso meglio si adatta alle nostre esigenze e ai nostri gusti. Una tendenza progressiva. E’ crudismo anche non stracuocere, cuocere al vapore, cuocere brevemente e a fuoco lento, non usare pentole a pressione, non usare micro-onde, non andare mai oltre i 110 °C sui carboidrati onde evitare la formazione della micidiale sostanza chiamata acrilamide.

Valdo Vaccaro



TUMORE AL SENO E METASTASI, PSEUDOMONAS E GRUPPI SANGUIGNI


LETTERA

CRONOLOGIA DI UN MALE DIFFUSO A LIVELLI QUASI EPIDEMICI

Caro Valdo, mi perdoni se insisto ma le vorrei presentare il caso di mia moglie. Anno2000: Diagnosticato tumore seno destro (da asportare immediatamente secondo medicina convenzionale). Mia moglie, con me d'accordo, sceglie di non farsi trattare dai medici convenzionali. Periodo 2000-2009: Cure naturopatiche, omeopatiche e ayurvediche. Discreto successo. Salute di mia moglie sempre abbastanza buona. Anno 2009: Il tumore si ulcera e comincia a perdere liquidi e sangue. Mia moglie segue solo cure piuttosto esoteriche. Consiglio mia moglie, peraltro inascoltato, di considerare altre strade. Periodo 2009-2012: Sempre peggio a causa di perdite ematiche e liquide fino a circa giugno 2012 quando le perdenti si fanno consistenti. Forte indebolimento generale.

DOPO NOVE ANNI LA MAMMOGRAFIA PARLA DI TUMORE CAVOLIFORME AL SENO, E UN PAIO DI METASTASI

Dopo ennesima emorragia, si decide per le cure mediche e la porto in ospedale. Le analisi dicono tumore cavoliforme al seno, metastasi al fegato, polmoni e spina dorsale. Ottima risposta a ormoni aromatasi. La paziente accetta radioterapia e ormoni inibitori aromatasi.

RICORSO A NATUROPATIA E OMEOPATIA, COME SECONDA SCELTA OBBLIGATA

Troviamo un buon naturopata che utilizza SCIO e medicine omeopatiche. Applichiamo PAPIMI (magnetoterapia). Non operabile per ora in quanto lesione troppo grossa e troppe metastasi. Medicazioni frequenti locali con pulizia (AMUKINA). Impacchi locali con Bicarbonato di Sodio. Tampone al seno mostra Pseudomonas (in ospedale a Pisa danno antibiotico).

SITUAZIONE MIGLIORATA E DIETA VEGETARIANA INQUADRABILE NELL'AMBITO GRUPPI SANGUIGNI

Dopo un mese di cure, la situazione generale è molto migliorata anche se vi sono sempre vari problemi. Il tumore si è ridotto il volume e si sta parzialmente disfacendo. Il tampone al seno evidenzia presenza di Pseudomonas. Ci consigliano antibiotici. Non ne assumiamo. SCIO mostra che metastasi al fegato e spina dorsale sono quasi riassorbite. Alcuni parti del tumore al seno sembrano in palese disfacimento. Mia moglie, gruppo sanguigno A, segue dieta adeguata per tale gruppo (vegetariana). Purtroppo niente soia in quanto, pensiamo, ha proprietà fito-ormonali che possono interferire con la pastiglietta omeopatica.

FEBBRE IN CORSO, DA INFLUENZA O DA RADIOTERAPIA

Da sabato scorso mia moglie ha una forte febbre con punte di 38,8 e non so se imputarla a influenza, alla radioterapia (ultima applcazione molto forte al seno mercoledì scorso) o a una infezioe all'ulcerazione (maleodorante). Anche il natutopata è del parare, e questo prima di eggere il suo blog, che i batteri sono utili e ci sono quando servono. Quindi avevamo smesso ogni trattamento antibiotico sistemico e locale consigliato dai medici convenzionali. Ora però, dopo 3 giorni di febbre sono un po' preoccupato. Che faccio? Se è arrivato sin qui vuol dire che un consiglio me lo darà. Grazie.
Giuseppe

*****

RISPOSTA

ALTRI DETTAGLI RACCOLTI NELLO SCAMBIO TELEFONICO

Ciao Giuseppe. Premetto che, dal contatto telefonico successivo a quanto sopra, ho appurato alcune cose. 1) Ho capito che mi conosci da un paio di giorni, quando girando su internet e cercando su Pseudomonas, sei giunto al mio blog, e hai visto un mio video sulla conferenza di Roma del 22/9/11, 2) Ho capito che in famiglia seguite con rigore e coerenza ideologica la dieta Gruppi Sanguigni di Peter D'Adamo (che a te Gruppo 0 Rh negativo consiglierebbe carne e a tua moglie gruppo A consiglierebbe dieta vegetariana), 3) Ho capito che stai alimentandoti in modo superlativo con cibi biologici e con carne una volta la settimana secondo le direttive D'Adamo, 4) Ho capito che segui da vicino tua moglie e che lei è un soggetto non facile da ammansire in fatto di cure, 5) Ho capito che tendi a non credere troppo nelle cure mediche e non mediche in generale, ma che credi fermamente nella naturopatia a indirizzo omeopatico, e credi fermamente di aver fatto finora le scelte giuste ed opportune, 5) Ho capito che sei convinto nella efficacia straordinaria del metodo magnetoterapia PAPIMI, 6) Ho capito che l'urgenza tua di questo momento sta nella febbre, che dopo 3 giorni persiste, e sulla quale non hai ancora deciso sul da farsi, per cui sei stato spinto a contattarmi.

HO PROMESSO UN COMMENTO PIU' DETTAGLIATO ALLA TUA MAIL

Qualcosa ti ho già anticipato, promettendoti però un commento pubblico più dettagliato. Prima cosa, dobbiamo capirci meglio e porci in sintonia terminologica, mettendo in chiaro alcune differenze nette e basilari. In comune abbiamo la non-fede nelle cure mediche e fin qui non ci piove. Tu ci credi un po' di più, francamente parlando, vista la regolarità con cui le hai utilizzate.

IL PRONTO SOCCORSO E LA MEDICINA DI EMERGENZA VANNO OVVIAMENTE MANTENUTI E MIGLIORATI

Ma convengo sul fatto che non tutto della medicina va scartato. Convengo sul fatto che , in caso di mal di notte o di emorragie o di emergenze strane, meglio sempre il pronto soccorso, perché qualcosa di buono e di specialistico lo sanno fare, almeno in quei frangenti delicati, ed anche per affidare il paziente a qualcuno che è non soltanto esperto e qualificato, ma che è pure legalmente deputato a visitare e a decidere sul da farsi. C'è sicuramente una certa dose di ipocrisia e di opportunismo in tutto questo, ma è la verità pura e semplice. In un certo senso, le autoambulanze ce le hanno solo gli ospedali e, con tanto di sirena, portano i malati e gli infortunati sempre e solo in un punto di arrivo che si chiama Pronto Soccorso Ospedaliero.

QUALCHE INCONGRUENZA DI TROPPO

Tu però alla medicina non credi e nel contempo credi. Approvi analisi e approvi cure, salvo smetterle quando si rivelano inefficaci. Fai esami e fai radioterapie. Non ami troppo le cure mediche ma credi molto alla naturopatia e all'omeopatia, oltre che alla magnetoterapia. Ricorri alla naturopatia e alla omeopatia, e non può essere che credi nel contempo nella non-cura del sintomo, perché se fosse davvero così ti dovrei accusare di incoerenza ideologica. Non credi alla dietologia e ai famigerati brodi medico-ospedalieri, cosa del resto a cui pochi credono, ma credi piuttosto fermamente nella impeccabilità della teorie dietetiche marcate Peter D'Adamo.

LA SOLITA QUESTIONE DELLA SCELTA NETTA DI CAMPO

Giunto a questo punto, ribadisco una correttezza ideologica e comportamentale valida per tutti e non solo nel tuo caso. Occorre che ognuno faccia delle scelte a ragion veduta, prendendo nota che esistono campi diversi e scuole diverse, e che non si può fare dei salti di corsia o de salti di binario a seconda dei gusti, dei momenti, delle convinzioni che variano nel corso dei lavori. Non si può chiedere pareri a scuole diverse e fare una media aritmetica tipo A (medicina)+B (omeopatia)+C (igiene naturale), diviso il tutto è per 3 e troviamo il succo della verità sul cosa pensar e sul da farsi. Serve dunque una scelta netta e coerente di campo.

SEI SICURAMENTE PORTATO VERSO L'IGIENISMO, MA NON LO CONOSCI ANCORA BENE

Tu pensi di essere igienista ma non lo sei affatto. Un igienista non mangia carne mail, e non segue una dieta a Gruppi Sanguigni mai. Sei pregato pertanto, se ci tieni davvero a capire meglio il mio percorso, a rifornirti dei miei libri e scaricare gratuitamente le tesine che ti possono servire tra le oltre 2500 esistenti sul mio blog e su altri blog come Medicina Naturale, Luigi Boschi, Liquida e, in lingua inglese, www.drvaccaro.com, www.valdovaccaro.com e www.drvaldovaccaro.hk.com Per ricevere titolo gratuito le mie tesine, basta registrarsi alla newsletter, seguendo le istruzioni che si trovai alla destra della schermata.

PARERI LIBERI E NON VINCOLANTI SU TERAPIA DIAMETRALMENTE OPPOSTA ALLA CUROMANIA MEDICA O EXTRA-MEDICA

Avverto inoltre che anche questo caso, come del resto ogni situazione patologica in essere, va per legge incanalata nei binari delle cure terapeutiche mediche. I miei commenti, indipendentemente dal contenuto qualitativo, non vanno intesi come cura o come prescrizione, e nemmeno come assunzione di responsabilità. Trattasi di prese di posizione colturale e filosofica su quanto stai facendo, raffrontato a quanto si dovrebbe fare secondo i crismi della scienza salutistica chiamata igiene naturale, che marcia in direzione diametralmente opposta a quella della medicina, ma anche opposta a quella di chiunque tenti di toccare e trattare strumentalmente o farmacologicamente il fenomeno chiamato sintomo, chiamato formazione, chiamato febbre, chiamato grasso, chiamato emicrania, chiamato herpes e chiamato tumore.

L'ESIGENZA DI RISPETTARE I SINTOMI

I sintomi sono conseguenza e non causa di malattia, sono segnale d'allarme e spie rosse ma non fattori causanti. Occorre fare netta distinzione tra sintomo e causa, altrimenti non ne veniamo a capo. Nella mia scuola libera, autonoma e indipendente, priva di muri e di aule, ma ugualmente ascoltata e seguita da chi vuole liberamente farlo, cerco ricomunicare quieto tipo di messaggio. Niente cura sul sintomo ma speciali attenzioni ai fattori causanti le varie patologie non virali, non batteriche, non allergiche, non autoimmuni, non lantanide, non criptogenetichje, non idiopatiche, non ereditarie, ma semplicemente tossiche, ma sempre e solo tossiche, dove è la scelta dietologia, il pensiero scorretto, la scelta balorda, l'emozione sbagliata, il fattore socio-ambientale, a intossicare il soggetto e a farla da padrone.

TESINE DA LEGGERE

- Zona tumore e zona cancro, del 28/1/09
- Tumore barriera e strumento del sistema immunitario, del 22/90/11
- L'inevitabile conflitto tra medicina moderna e igiene naturale, del 3/2/12
- Lipomi e tumori chetati mediante autolisi modulata e intelligente, del 3/6/12
- Operazione al seno, morale a pezzi e voglia di risorgere, del 27/11/11
- Perfetta autolisi nodulo al seno e Lemme sgrassamenti-pericolosi, del 12/6/10
- Risultati eccezionali con brevi digiuni alternati a cicli fruttariani, del 19/6/10
- Malattia di Paget, seno e capezzolo, pura e bisturi, del 5/4/11
- Cisti, noduli, gozzi e tanti bei seni da preservare, del 22/6/10
- Seno e microcalcificazioni, del 13/3/12
- Rivelazioni mediche straordinarie sul cancro, del 28/1/12
- Lipotoxemoia ed emovioscosità, ovvero cancro, del 19/1/10
- Campare suil cancro e sulla chemio, del 16/9/11
- Il calvario femminile del nodulo al seno, dell'1/11/11
- Tumore al seno e cura Di Bella, del 18/10/12
- Tumore al seno, psoriasi e interventismo medico, del 26/10/12
- L cosiddetta infettività batterico-virale, del 18/4/11
- Superstizione del contagio e cultura della salute, del 28/4/09
- Il terreno è tutto, il microbo è niente, dell'11/2/09
- L'Aids non malattia ma programma di governo, del 16/10/09
- Virus e viresse, del 3/5/09
- Igienismo, formula vincente su tutti i fronti, del 21/4/11
- -Cura radical-igienistica della patologia o medical-oppressione del sintomo? del 20/1/11
- La grande svolta igienistica, del 19/5/12
- L'arte del mangiare semplice e sano, del 19/9/12
- Visere secondo natura, del 19/9/12
- Schema nutrizionale vegano tendenzialmente crudista, del 16/4/11

NON STATE FACENDO IL MEGLIO DEL MEGLIO E NON STATE PURE RACCOGLIENDO IL MEGLIO DEL MEGLIO

A questo punto non mi resta che commentare il caso specifico di tua moglie, che è poi la cosa che più ti preme. E' antipatico sovrapporre le mie idee critiche a quanto già state facendo medicalmente, naturopaticamente ed omeopaticamente. Pertanto puoi anche prendere le mie critiche e metterle da parte in un cassetto per usi futuri, o le puoi anche cestinare. Ma dovrò essere franco e chiaro. Per una patologia segnalata ancora nell'anno 2000, non credo affatto che sia stata seguita in modo razionale una linea coerente ed efficace. E non credo affatto che si stia facendo oggi il meglio del meglio, come mi par di capire dalle tue convinzioni. Scelte alimentari biologiche con prevalenza di verdure fresche del proprio orto? Sicuramente approvato. Dieta vegetariana per tua moglie? Sicuramente approvato. Del resto anche il celebre Max Gerson, che non era inizialmente vegano e nemmeno igienista, finì per applicare ai suoi paziento cancerosi, recuperati nota bene dai reparti terminali dei disperati scartati dalla medicina, ferrea dieta fruttariana, riportandoli alla vita e alla normalità.

SONO ESTREMAMENTE CRITICO NEI RIGUARDI DEI GRUPPI SANGUIGNI

Sono fortemente critico ad esempio sulla dieta Gruppi Sanguigni, che ho debitamente studiato, e che in Asia si è applicata a vasto raggio molto prima che in Italia. Se Peter D'Adamo si avventurasse a fare una conferenza pubblica a Singapore o a Hongkong, rischierebbe il linciaggio, proprio da parte delle tante donne che lessero il suo libro, in vendita presso tutti i centri di bellezza e benessere orientali, e ne seguirono i consigli, finendo rovinate e devastate dalle sue assurde direttive. Ho parlato con giornaliste di Hongkong che conoscono a fondo l'impatto negativo di quella dieta. Ma anche se mie ne avessero parlato bene, non avrei modificato il mio giudizio. Sostenere che per ogni uomo esiste una dieta specifica a secondo della sua appartenenza a un gruppo sanguigno è una enorme balordaggine ad uso di un mercato mondiale impreparato, ricettivo ed allocco, ma assai indovinata come trucco per differenziarsi e vendere.

LA DIETA UMANA DELLA SALUTE DI BREVE E LUNGO PERIODO E' UNA SOLA PER TUTTI

Come si faccia ad affermare seriamente che la dieta ideale sia un fatto legato al gruppo sanguigno, alla pelle bianca o nera, all'età, al segno zodiacale, agli occhi verdi, marrone o azzurri, solo D'Adamo lo sa. Lo ha fatto senza provare imbarazzo e senza sensi di colpa. Tipico atteggiamento menefreghistico dei dietologi americani stille Atkins, Sears e Agatson, specializzati nel far soldi alle spese della gente buggerata. C'è da meravigliarsi come l'Italia sia diventata facile terra di conquista di queste ideologie sorpassate ed obsolete, al punto d'essere supercriticate e smascherate persino nella stessa patria di origine.

MOTIVAZIONI SCIENTIFICHE ALLA DEMOLIZIONE SUI GRUPPI SANGUIGNI

Indipendentemente dal gruppo sanguigno, ogni uomo e donna condividono inequivocabilmente una condizione biologica comune e stabile, fatta di pH sanguigno 7.30-7.50. Una condizione di tetto proteico max di 24 grammi/giorno approx, oltre i quali si va in acidificazione corporale e in malattia, o in vita grama e altalenante sorretta da stimoli cadaverici-caffeinici-alcolici-integratoriali atti a mantenere il sistema cardiaco in accelerazione innaturale, dopata e forzata, soggetta a depressioni e cadute. Una condizione di 6000 leucociti per mmc di sangue, per cui ad ogni pasto carneo e cotto si va in leucocitosi e in emergenza immunitaria (test Kouchakoff). Una condizione di esigenza radiante e vibrazionale nei cibi, per cui la carne fa precipitare il livello Angstrom ben sotto la quota minima salutare di 6500 (scala Simoneton-Wilson-Bovis). Una condizione di disegno gastrointestinale, endocrino, epatico-pancreatico-renale smaccatamente fruttariani-vegetariani, per cui ogni trasgressione viene prontamente ripagata con gravi effetti collaterali chiamati alterazioni, malattie e nodi che vengono al pettine. In base a queste considerazioni, la dieta di Peter D'Adamo viene da me considerata un evidente e clamoroso imbroglio, uno dei tanti.

A VOLTE IL SEGUIRE UN QUALSIASI METODO APPORTA BENEFICI PER IL RIORDINO IDEE, LA FIDUCIA E L'EFFETTO-PLACEBO

Chiaro che se nell'ambito di una qualsiasi dieta, anche sballata e diseducativa, uno assume comportamenti virtuosi e cibi freschi, finisce per giovarne, e magari va ad attribuire la positività alla non-meritevole dieta, anche per un effetto-placebo di tipo fideistico. La cosa vale per tutti, al limite anche per l'igiene, ovviamente, anche se la veridicità e la genuinità scientifica non possono sfuggire alla nostra valutazione.

CRITICO SUI METODI E CRITICO SUI RISULTATI

Sono fortemente critico anche sul precorso tutto sommato prolungato ed inconcludente di questa storia, ed anche sui risultati finali che si dimostrano alquanto contraddittori e non risolutivi. In fin dei conti, tutti gli interventi elencati si inquadrano in una filosofia curativa del sintomo e non in una terapia modificativa a carico dei fattori causanti ed intossicativi.

LA CRONOLOGIA CHE MI HAI ELENCATO NON E' ALTRO CHE UN SUSSEGUIRSI DI CURE

Le cure esoteriche iniziali sono cure. Le cure medico-ospedaliere sono cure. Le cure ormonali sono cure. Le cure naturopatiche SCIO sono cure. Le cure sterilizzanti a base di Amukina sono cure. Le cure magnetoterapiche Papimi sono cure. Le medicazioni frequentai sono cure. Gli antibiotici in funzione anti-Pseudomonas sono cure. Le pastigliette omeopatiche sono cure e le radioterapie sono terribilmente cure. Tutte invariabilmente cure del sintomo. Tutte azioni rivolte a far regredire localmente il problema, la massa tumorale vista come massa satanica e come massa nemica da asportare o distruggere, disinteressandosi di tutto il resto. Tutto si può fare nella vita. Ma occorre sempre prendere nota ed ammettere quanto si sta facendo.

CONSIDERAZIONI SULLA FEBBRE

Il problema febbre di questi giorni va sicuramente risolto. Non si può vivere in continua emergenza e in continuo stato di febbre, perché si sta malocchio e si hanno pure effetti debilitanti. Del resto la febbre non va mai interrotta e troncata chimicamente. Sarebbe uno smacco e un'offesa al sistema immunitario. Se c'è febbre significa che il corpo la esprime scaricando del calore che è giusto e logico scaricare. La febbre alta (sotto i 39 non è comunque alta) è migliore di quella bassa che oscilla sui 37-38. La febbre interna, il surriscaldamento intestinale, lo sbalzo termico tra interno ed esterno cari a Lezaeta, e non misurabili strumentalmente, vanno pure presi in considerazione. La presenza di Pseudomonas non va contrastata con gli antibiotici, grave errore già commesso in precedenza.

SUGGERIMENTI CONCRETI DELL'IGIENE NATURALE

Che fare a questo punto? Stoppare del tutto ogni cura in corso, qualunque denominazione essa abbia, estromettendo le cure in corso in modo graduale. Puntare tutto sulla respirazione ai massimi livelli, sul riposo e il relax, su una posa mentale serena, sulla fiducia nella propria forza immunitaria, su una dieta leggera, gradita e vitale. Per troncare la febbre, e la proliferazione Pseudomonas che la accompagna innocentemente, basta dire alt ad ogni alimento solido e bere sola acqua leggera, sorbendola a piccoli sorsi. Al limite si può dare anche spremuta di pompelmo o comunque di agrumi, o anche centrifugati di mele, di pere o di mirtilli, di uva,o di melograno, con succhi puri o allungati 50-50.

SALUTE SIGNIFICA STARE BENE E PUO' SIGNIFICARE ANCHE USCIRE SERENAMENTE DI SCENA

L'unica forma di guarigione possibile per tua moglie, come del resto per tutti, sta nella forza auto-guaritiva del sistema immunitario. Tutto il resto sono pietose balle e illusorie invenzioni di ciarlatani medici o non-medici. Se avrà la forza di farcela e di guarire il merito sarà tutto suo, con una piccola percentuale consolativa per chi avrà fornito i migliori consigli. Se non ce la dovesse fare per accumulo irreversibile di errori iatrogeni e di interventi inappropriati, nulla ci sarà da recriminare. Non servono accanimenti terapeutici. Quando l'ultima foglia immunitaria cade stecchita, nessuna sostanza e nessuna persona al mondo è in grado di fare qualcosa, salvo che il qualcosa sia una scarica di caffè o di altre forme di doping atte soltanto a prolungare assurdamente la sofferenza. La salute può significare star bene e riprendersi, ma a volte può anche significare voltar pagina e uscire temporaneamente di scena. Auguro a te e alla tua compagna di vita armonia, fiducia e serenità.

Valdo Vaccaro

martedì 30 ottobre 2012

GASTRITE IATROGENA, EQUILIBRIO INTESTINALE E TORRE DI BABELE



LETTERA

SETTE ANNI A BASE DI ANTIBIOTICI, IPP, FUMO, ALCOLICI E CIBO SPAZZATURA

Ciao Valdo, è la prima volta che ti scrivo, anche perchè sono soli pochi mesi che seguo il tuo blog e mi sto avvicinando al mondo vegano. Se riuscirai a leggere e rispondere a questa mail grazie infinite altrimenti grazie comunque per il lavoro che fai per tutti noi. Sono 29enne e da ormai 7 anni convivo con una fastidiosa gastrite sfociata più avanti in problemi intestinali. Ho già eseguito 2 gastroscopie e una colonscopia con diagnosi di gastrite cronica. Purtroppo, da quando tutto ebbe inizio ad ora, sono stato sottoposto a 2 cicli antibiotici per eradicare l'Helicobacter e a altri cicli di IPP (nel mio caso Lansoprazolo) per attenuare i bruciori gastrici. In aggiunta, ho fatto altri cicli antibiotici per una sospetta prostatite (mai evidenziata dagli esami) che hanno dato il colpo di grazia al mio equilibrio intestinale. Ma, sai com'è, i medici prescrivono farmaci come caramelle. All'epoca, da ignorante, seguivo ciecamente quello che mi dicevano. Oltretutto nessuno mi dava indicazioni alimentari. Ero un ragazzino stupido e superficiale come tanti. Ho sempre abusato di alcolici, fumo e cadaveri, oltre che bevande gasate di tutti i tipi. Ora purtroppo la mia gastrite è peggiorata, tanto che ormai sono quasi dipendente dal Lansoprazolo. E' la situazione che temevo di più, ma alla fine si è avverata.

LAVORO IN CHIMICA FARMACEUTICA CON TURNAZIONE

Ho letto tante tesine su gastriti varie e sull'apparato gastrointestinale. So cosa devo fare, ma troppi ostacoli e incertezze mi si mettono davanti. Inanzitutto lavoro come analista in una chimica-farmaceutica. E' paradossale che uno che sta cercando di abbracciare l'igienismo lavori in casa del nemico, ma cosa posso farci? In un periodo di crisi come questa non potrei assolutamente permettermi di lasciare un lavoro a tempo indeterminato e ben retribuito. So che sicuramente, nonostante tutte le precauzioni possibili, inalerò sostanze tossiche, ma davvero non posso rinunciare al mio posto di lavoro. Ad aggravare la situazione lavorativa è la turnazione. Lavoro una settimana dalle 6:00 alle 14:00, quella dopo dalle 14:00 alle 22:00 e così via. Questo sconvolge ogni settimana i tempi digestivi e di assimilazione. Cerco di non svegliarmi tardi sul secondo turno, ma il letto chiama e spesso non so resistere. Cosa mi consigli, senza dovere rinunciare al lavoro? Vorrei tanto poter iniziare un diguno di qualche giorno, ma sono uno stakanovista, odio stare a casa per malattia e, quando sono in ferie, voglio godermi dei bei momenti con gli amici e la ragazza, per cui un digiuno mi pesa davvero tanto.

PICCOLI RAGGI DI LUCE TRA GLI AMICI, MA LOTTE CONTINUE CON MAMMA E COLLEGHI

Lo so, sono una contraddizione unica, ma l'uomo è debole e io non sono da meno. Vorrei fare tantissimo ma, per ora, tutti questi problemi mi tormentano. Intanto però, da ormai da 8 mesi, ho smesso di fumare, di bere caffè e tè e di consumare carne. Mangio sempre un piatto di insalata prima di qualunque pasto e rispetto le porzioni di frutta durante il giorno. Purtroppo però le pressioni in famiglia, ed anche quelle con la mia ragazza, mi portano a troppi sgarri. Qualche latticino (latte non lo bevo ormai da anni) e qualche porzione di pesce ogni tanto scappa. So che anche questo è sbagliato ma non posso litigare tutti i giorni con mia madre. In compenso, nella mia compagnia composta da ragazzi intelligenti e svegli, l'abuso di carne è sparito. Ho sensibilizzato 5 miei amici ed anche mio fratello, tutti giovani che non mangiano più carne animale. Non li ho portati ancora al veganismo, ma intanto è un buon inizio. Sul lavoro invece passo le giornate a discutere! C'è un collega ultra-bigotto che addirittura è arrivato a smentire Darwin e l'evoluzione della specie, dicendo che noi siamo un'entità separata dagli altri animali e che Dio ha creato appositamente determinate creature appositamente per essere ammazzate e mangiate. Incredibile!!!

VOGLIO CAMBIARE, MAGARI TU MI PUOI AIUTARE

Insomma Valdo ti ho dato un po' il quadro della situazione. So che mi rimprovererai con tutte le ragioni possibili, ma mi basterebbero delle dritte, un programma di recupero o anche semplicemente un po' di incoraggiamento per prendere di petto la situazione. Volevo inoltre chiederti delucidazione sugli agrumi. Ogni tanto cerco di mangiare un pompelmo o un'arancia, ma mi danno una acidità tremenda. Tu dici che sono alcalinizzanti, come è possibile che mi diano tutto questo fastidio. Un'idea ce l'ho, ed è il classico esempio della stufa sporca che fai tu, vero? Devo prima disinfiammare bene lo stomaco altrimenti l'effetto è controproducente, giusto? Ti ringrazio per la tua attenzione, e sarei contento se pubblicassi la discussione! Ciao.
Luca

*****

RISPOSTA

PER TE HO SOLTANTO ELOGI E COMPLIMENTI

Ciao Luca. Più che rimproverarti e criticarti, ho soltanto complimenti sinceri per te. Chi fa degli errori e lo riconosce. Chi sa leggere in se stesso e capire quale è la strada giusta da percorrere. Chi lotta contro il peggiore ostacolo del mondo, come può essere una madre legata a concetti tanto insensati quanto mai-abbandonati e mail messi in seria discussione. Chi viene martirizzato da farmaci e antibiotici e trova la forza di impostare un piano di detossificazione. Chi passa da una dieta micidiale ed autolesionista, come quella promossa irresponsabilmente dalle autorità mediche e dai media televisivi, a un mangiare semplice, sano, vitale e lontano dagli orribili locali chiamati macelli, non può che essere elogiato e sostenuto. Hai persino saputo conquistare dei nuovi adepti, una vittoria per te ma anche per loro. Chi entra davvero nell'ordine di idee dell'igiene non arretra più e non accetta più di vivacchiare alla bell-e-meglio sui piani inferiori.

DIO, SE ESISTE DAVVERO, NON PUO' ESSERE UN DELINQUENTE

Quanto al collega bigotto e pio, nonché devoto a un Dio immaginario creatore di un meraviglioso Eden terrestre dove l'uomo, fatto a sua immagine e figura, si alimenta disinvoltamente di animali-oggetto privi di anima, creati appositamente per i suoi bagordi e la sua voracità stomacale, digli pure che si vada a nascondere. Già solo descrivere una divinità depravata e delinquenziale di quel genere come proprio Dio suona offensivo persino all'ateo. Queste licenze poetiche le lasci almeno agli antropocentristi dell'Opus Dei, o a chi le sa esporre per bene nelle omelie domenicali, tipo i Monsignori alla Angelo Scola, i Vescovi alla Grandoni e i Cardinali alla Biffi.

E' EROICO MA SCIOCCO CONVIVERE CON UNA COLITE QUANDO LA GUARIGIONE E' DIETRO L'ANGOLO

Ovvio che la tua gastrite, degenerata in colite, va risolta al più presto. Sei persona informata ed evoluta nelle tue conoscenze. Sai cosa fare e devi dedicarti con pazienza a ricostruire pezzo per pezzo una mucosa gastrointestinale devastata dai farmaci e non certamente dall'helicobacter. Devi ricostruire punto per punto un apparato immunitario sconquassato dagli antibiotici. Devi inserire materiale vivo e crudo, e nel contempo estromettere progressivamente ma senza indugio il Lansoprazolo dalla tua esistenza.

UN MISTO DI DIETA CRUDISTA AVANZATA E DI SEMI-DIGIUNO

Sei attratto da una purificazione rapida del tuo organismo, ma nel contempo il digiuno è troppo violento e crea incompatibilità con la regolare presenza sul lavoro e le tue incombenze sociali giornaliere. La soluzione più sensata mi pare quella di stare su una dieta vegancrudista avanzata, con poche e piccole trasgressioni, magari interrelata nel fine settimana da due giorni di semi-digiuno a carote-sedani-ortica, bietola-batata-malva, rapa-patata-topinambur-tarassaco.

QUESTO E' DA CONSIDERARSI UN TENTATIVO MIRATO E SENSATO

Per rendere valida questa soluzione sarà importante far sì che le scelte operate in termini qualitativi, quantitativi e abbinativi, siano il più possibile indovinate. Dovrai cioè mantenerti costantemente su una linea di sostanze gradite ed accettabili per il tuo apparato gastroenterico irritato ed infiammato. Sostanze che da un lato ti nutrano a sufficienza e dall'altro non compromettano il tuo programma di ripristino gastrointestinale. Sarà indispensabile provare e riprovare, testare e sperimentare, capire se la patata va meglio della zucca, se il passato di verdure va meglio del grano saraceno, se il cavolo va meglio del carciofo. Non è nemmeno detto che il tentativo funzioni. Se noti che le soluzioni provate non apportano miglioramenti, dovrai necessariamente riportarti sul semi-digiuno, tecnica dell'alimentazione liquida e priva di fibre, non solo a fine settimana ma per tutti i giorni. Se questo funziona, puoi procedere in quel modo per diverse settimane fino a quando ti sentirai di nuovo al top, pronto cioè per passare finalmente ad una alimentazione vegana variata, completa e tendenzial-crudista.

GLI AGRUMI ALCALINIZZANO E SONO AMICI BENEFATTORI DEL CORPO UMANO, SENZA SE E SENZA MA

Non è che io mi sia sognato di notte sul potere alcalinizzante degli agrumi. E' semplicemente così nella realtà dei fatti. E' anche una questione di esperienza diretta, verace e prolungata nel tempo. La diseducazione imperante arriva dalle balordaggini della macrobiotica, dalle definizioni abusive di yin e di yang, dalla mal-interpretazione delle forze contrapposte dell'universo, dal preferire e idealizzare in modo razzistico e discriminante lo yang al posto dello yin, quasi che polo negativo, la femminilità, l'acido, siano pregiudizialmente inferiori del polo positivo, del maschile e dell'alcalino. Il fastidio che stai sperimentando con l'arancia ed il pompelmo, deriva esattamente dal tuo stato patologico e non da difetti del frutto. Pur raramente, succede anche a me di sentirmi bruciare la lingua, se il giorno prima ho commesso qualche infrazione tipo un minestrone o un piattone di gnocchi o un eccesso di caldarroste o uno strudel di mele di troppo. Basta alleggerire la dieta, bevendo due bicchieri d'acqua in più e riducendo concordemente il cibo per un giorno o due, per tornare alla solita normalità aranciofila.

IL RETAGGIO NEGATIVO DI GEORGE OHSAWA

Il concetto di acidificazione promosso per anni dalla macrobiotica, in modo dogmatico ed indiscusso, stabilisce caratteristiche acidificanti ed alcalinizzanti fisse per ciascun alimento, senza capire un fatto fondamentale. Senza capire che la fissità non esiste e che il mondo è dinamico e si muove, che si trasforma e si rovescia. Il limone che in partenza è il più acido dei frutti diventa quello più alcalinizzante di tutti quando i suoi aromi giungono a destino. Come mai? Perché le ceneri rilasciate in zona duodenale sono alcaline e vengono assorbite dal sangue come tali. Il formaggio grana che è alcalino in partenza, cioè in bocca, diventa al contrario strumento di acidificazione in zona intestinale.

INCIAMPO SIMULTANEO SIA PER LA MACROBIOTICA ORIENTALE CHE PER LA CHIMICA OCCIDENTALE

Non solo la macrobiotica è caduta in questi tranelli. Anche la chimica meccanicistica lo ha fatto e lo fa. Viviamo in un mondo di chimici e di farmacisti, che derivano dagli speziali del medioevo, quelli che avevano almeno la fantasia di pretendere la trasformazione del piombo in oro e dell'alluminio in platino. Viviamo in un mondo di medici curomani, che derivano il loro Dna e il loro imprinting storico dai sacerdoti medievali chiamati curati proprio perché curavano. Curavano i pazienti esorcizzandoli, cavandogli fuori nei modi più impensati gli spiriti maligni. Finché non si arrivò al chimico per eccellenza. A quel Louis Pasteur che, pur non essendo curato, curò tutti, gabbando il mondo intero e sostituendo gli spiriti maligni, che nessuno speziale era mai riuscito ad inibire, con degli innocenti batteri e con della banale polvere cellulare chiamata virus (opera dei pasteuriani successivi), prolungando così l'immaturità, l'incompetenza e l'ignoranza della medicina per altri 150 anni.

TORRE DI BABELE E MADRI CHE REDARGUISCONO

E con la chimica, sono cadute nella trappola pure la medicina ortomolecolare, l'omotossicologia e a volte persino la fisica quantistica, per non dire le disperanti e disarticolate branche della virologia, dell'immunologia e della allergologia, materie da teatro dei puffi più che branche scientifiche e specialistiche di una medicina seria e degna essere rispettata e presa in considerazione. E' per questo che non esiste dialogo e che siamo tutti dei babilonesi che parlano dialetti indecifrati ed incompresi.

IL PIANETA DELL'AMBIGUITA' TERMINOLOGICA

Vitamine false spacciate per vitamine vere. Minerali inattivi ed inorganici contrabbandati per minerali funzionanti. Tumori spacciati per cancri. Brandelli di salme animali spacciati per cibo umano fondamentale. Carburante elettivo tipo la frutta messo ai margini ed etichettato come cibo sospetto, di contorno e di riserva. Sindromi contagiose inventate a tavolino e spacciate per pesti bubboniche intercontinentali. Crisi economiche prefabbricate nel marciume dei circoli bancari dell'alta finanza, della speculazione valutaria e dei falsari della Federal Reserve, e addebitate a nazioni 10 volte più virtuose, operose e risparmiatrici dell'America, come Spagna, Grecia e Italia. Questo e altro sta succedendo sulla crosta terrestre, con le madri che, al posto di gioire per la superiorità etica e culturale dei propri figli, li redarguiscono non appena essi cominciano ad aprire gli occhi. Non appena essi fanno qualche serio tentativo di tirarsi fuori dalle sabbie mobili, dalla melma arrossata di sangue, dalla cacca animale che gli arriva fino al collo.

Valdo Vaccaro

VEGANISMO SPIRITUALE, DIETA NON-CRUDELE E TEMPO TIRANNO


LETTERA

UN MAGNIFICO VIDEO IN LINGUA INGLESE

Caro Valdo, sono vegetariana, quasi vegana, con una buona quota di crudo, da otto mesi, principalmente grazie al tuo libro Alimentazione Naturale e al tuo blog che credo aver letto quasi interamente. Volevo segnalarti un video (in inglese) che ho trovato bellissimo, in cui l'autore del libro "The Peace Diet"  parla di veganismo da un punto di vista principalmente spirituale, dimensione molto cara anche a te. Spero di poterti incontrarti nuovamente a Roma nel corso della tua prossima conferenza. Grazie del lavoro che fai per tutti noi. Un abbraccio.
Antonella
http://www.youtube.com/watch?v=8PkQrJZYZN4

*****

RISPOSTA

TEMPO A DISPOSIZIONE ZERO E MAIL CHE CONTINUANO A FIOCCARE

Ciao Antonella. Grazie e ci vediamo a Roma il 24 Gennaio. Pubblico il tuo messaggio e con esso il link per il video in questione, ad opportuno uso dei lettori. Purtroppo non ho il tempo nemmeno per sbirciare il magnifico materiale che mi state inviando in tanti. Finirei per stare incollato al video più di quanto già non stia facendo. E' da un paio di mesi che, nonostante 5 ore massimo di riposo notturno, non riesco a far calare uno stock di 150 mail inevase. Il solito meccanismo perverso. Elaboro faticosamente 20 risposte e mi arrivano nel contempo 40 nuove richieste. E c'è pure in circolazione, roba da matti, il solito genio isterico, carico di patologie biliari e di invaghimenti pianesiani, che mi accusa di inventarmi le mail. Lo facesse per ironia. No, ci crede proprio, visto che uso inserire i miei sottotitoli anche nei testi in arrivo, sempre per semplice questione di chiarezza e di sintesi.

CENTO COSE TRASCURATE E  FABBRICAZIONE MESSAGGI FASULLI

Sono circondato da campi di mais, con pannocchie da raccogliere per le oche, le anatre e le caprette che ne vanno ghiotte. Sono circondato da castagneti e da funghi, oltre che da alberi di kaki da raccogliere prima del gelo. Sono circondato da legname boschivo da tagliare, segare e stoccare. Sono circondato da erbe selvatiche utili a impreziosire il radicchio e i carciofi crudi. Sono circondato da terra da vangare e da sconsolate vanghe e sotto-utilizzati picconi. Sono circondato da moglie, figli e familiari che pretendono giustamente qualche attenzione in più. Tutte cose che mi costano care e che sono costretto a trascurare. E avrei pure il tempo e la voglia per fare il falsario, per fabbricarmi delle lettere in arrivo. Nessuna meraviglia che il soggetto in questione abbia definito Pitagora e Leonardo, come, più o meno, "ammuffiti coglioni e imbecilli di altri tempi".

Valdo Vaccaro

EQUILIBRIO IDRO-SALINO, ABUSO DI CLISTERE E DONAZIONI DI SANGUE


LETTERA

CRESCITA DI CONSAPEVOLEZZA NEI CONFRONTI DELLA VITA

Buongiorno Valdo. Sono Mila e ho 33 anni. Reputo l'averla conosciuta una benedizione, per la mia salute, per quella dei miei cari, e non per ultimo per la crescita vertiginosa della mia consapevolezza nei confronti della vita. Prima di cominciare a studiarla quotidianamente, e quindi agire secondo lo stile igienistico, mi trovavo fuori posto, non mi sentivo centrata e coerente con me stessa. Per questo la devo ringraziare di cuore. E appena mi é possibile farò un donazione. Mi sembra corretto anche per tutto il tempo che dedica a divulgare il suo sapere, e spero lo facciano in molti! Le scrivo riguardo a due miei quesiti a cui non ho trovato finora risposta tra le sue tante tesine che ho letto.

CLISTERE PER DIECI ANNI

Ho avuto un figlio a 24 anni e da allora é impossibile per me andare di corpo senza l'uso di microclismi, anche se il transito intestinale c'é. Mi dà l'idea di essere un problema muscolare, meccanico per così dire. Ho cominciato ad usare clisteri quasi dieci anni fa su consiglio del mio ginecologo, per facilitare la mia frequente stipsi. Inutile dire che fino all'anno scorso la mia alimentazione é stata quasi del tutto sbagliata, anche se non tra le peggiori. Ed è dall'anno scorso che mangio secondo natura (vegano), quasi completamente crudo, e molto centrifugato. In qualche mese dall'inizio della nuova alimentazione, tutti i sintomi gravi e non gravi, e tutti i malesseri sono spariti insieme a dieci chili, ma non questo grave problema dei microclismi. Non capisco dove sbaglio. Ho voglia di rimettere in salute anche intestino e colon, assolutamente ed in fretta.

DONAZIONE MIDOLLO E SANGUE

Ho preso in questi giorni la decisione di diventare donatrice Avis, anche se so che se si mangiasse tutti naturale e pulito molte patologie sparirebbero. Voglio rendermi utile a chi soffre.In effetti lo faccio anche quotidianamente con tante piccole crociate naturalistiche vegane, con tutte le persone a cui voglio bene e che sono chiuse dentro mura di convinzioni medico-carnivore e paure di mettersi in discussione. Pensavo inoltre di donare il midollo osseo. Mi può dare una sua opinione a riguardo per cortesia? Penso sia una cosa positiva ma sento qualcosa nell'inconscio che non mi convince, ma non capisco cosa sia.

GRATITUDINE, AFFETTO E TOTALE FIDUCIA

Spero di non essere stata banale, perché giuro ogni giorno studio le sue tesine e ne faccio tesoro, soprattutto per la crescita di mio figlio. Non immagina quante persone intorno a me stanno meglio, sono rinate, ringiovanite, e rispettano di più questo splendido mondo! Quindi grazie, col cuore in mano. La vedrò a Milano il 17 novembre. Che emozione! Mi piacerebbe ricambiare in qualche modo tutto il bene e l'energia che lei ci dà. Magari la gratitudine, l'affetto, la totale fiducia nei suoi confronti già le servono. Grazie per l'attenzione.
Mila

*****

RISPOSTA

L'IMPORTANZA DELLA CONSAPEVOLEZZA

Ciao Mila. Grazie per le gentilezze. La "crescita della consapevolezza" non fa parte delle terapie elencate nel repertorio medico, e nemmeno fa parte delle materie insegnate nelle università mediche, ma non per questo è meno importante. Parliamo di un valore della mente e dello spirito, più che di precario materiale cartaceo o digitale.

DONAZIONI DI SANGUE, DI MIDOLLO OSSEO E DI ORGANI

Molto apprezzabile la tua voglia di metterti a disposizione degli altri e di aiutare chi sta male. Parli di donazioni di sangue e di midollo. Tecnicamente parlando le donazioni di sangue vanno effettuate non più di 4 volte all'anno e a distanza di almeno 90 giorni, limitatamente a persone sane di 18-65 anni, con peso maggiore di 50 kg. Per il midollo osseo (diverso dal midollo spinale), esso si presenta pure come sangue viene prelevato dalle ossa del bacino (dalle creste iliache). Contiene le cellule staminali emopoietiche dalle quali si originano i globuli bianchi (contrastano i veleni, le sostanze estranee e le cosiddette infezioni), i globuli rossi (trasportatori di ossigeno) e le piastrine (coagulanti e cicatrizzanti delle ferite). Per la donazione di midollo servono persone sane di 18-40 anni e almeno 50 kg di peso, con prelievo in anestesia di durata 45', controllo per 12-24 ore, riposo 4-5 giorni.

L'IGIENE NATURALE RISPETTA LA LIBERTA' DI OGNUNO MA E' CONTRARIA ALLE TRASFUSIONI SE NON NEI CASI DI AIUTENTICA EMERGENZA

Se mi chiedi un commento da persona normale e comune, non posso che associarmi col resto del mondo ed ammirare la tua disponibilità a dare tutto di te stessa. Se indosso invece le vesti della scienza igienista, corro il solito rischio di andare controcorrente e di apparire in questo specifico caso persino antipatico o antisociale. L'igiene non approva infatti le donazioni di nessun tipo, o almeno non le incoraggia. Non tanto per obiezioni di tipo religioso o biblico, come nel caso dei Testimoni di Geova, quanto per motivazioni tecniche e politiche.

ESISTE PURE UN IGNOBILE COMMERCIO MONDIALE DI ORGANI

Tutti i prelievi, le donazioni, le trasfusioni e i trapianti liquidi e solidi di materiale organico intaccano il sistema immunitario e hanno su di esso effetti sfavorevoli, provocando effetti negativi di lungo periodo sia nel donatore che nel ricevente, con diminuzione statistica dei tempi di longevità e di sopravvivenza. Le sofferenze inferte all'espiantato vivo sono terribili, lancinanti e degenerative, come nel caso del rene, e danno luogo a un insopportabile, ignobile e lucrativo commercio internazionale di organi, dove i donatori sono spesso ragazzini squattrinati delle favelas o disgraziati in attesa del patibolo e dell'esecuzione. Ma anche nelle donazioni più semplici e di routine, esistono contrasti e controversie. Per l'igiene il sangue umano porta in sé impressa la vita di un soggetto ed è per questo non facilmente trasmissibile e non donabile, se non all'interno della cerchia familiare.

IL FABBISOGNO MONDIALE DI SANGUE E' ALIMENTATO DALLE OPERAZIONI E DALLE CHEMIO

Sangue e midollo non vanno intesi come materiale generico e costruttivo ma come veri e propri organi, veri e propri apparati interni incedibili. Incedibili non per egoismo ma per struttura qualitativa. Al punto che esistono tecniche chirurgiche avanzate ed alternative, realizzate senza l'uso di sangue, basate sulla capacità del corpo di autorigenerare la quantità minima operativa. Tecniche volte a evitare morbo di Chagas, morbo di Lyme, epatiti indotte e altri inconvenienti delle trasfusioni. Senza contare poi che il grande fabbisogno di sangue e di midollo osseo non deriva affatto da situazioni di vera emergenza, ma principalmente da quelle tecniche invasive che la medicina presceglie e pianifica, e che l'igiene naturale combatte aspramente, quali la radioterapia, la chemioterapia, le asportazioni, i trapianti di organi e di cellule staminali.

OFFRIRE PREZIOSO INSEGNAMENTO VALE ASSAI DI PIU' CHE DONARE DEL MATERIALE FISICO

Ognuno poi decida in libera coscienza sul da farsi. Ovvio che nella vera emergenza, nell'incidente stradale, nel pronto soccorso a secco di materiale umano, si debba dare priorità a quanto succede e a quanto serve, rinunciando anche a qualsiasi riserva mentale e ideologica, pur di aiutare qualcuno a sopravvivere. Nel caso tuo, la qualità più importante di cui sei ricca e super-dotata, è proprio la conoscenza igienistica, la propensione all'altruismo, l'arte della vera prevenzione mediante auto-pulizia ed auto-guarigione, sullo stile della immensa Florence Nightingale (1823-1910), che seppe dare una memorabile lezione alla medicina curativa dogmatica e presuntuosa, più maschio-sbandata che virile, di tutti i tempi. Dona più insegnamento igienista e meno midollo, questo è il mio messaggio, se vuoi. La gente imparerà a stare meglio, a fare le giuste scelte, a rispettare se stessa e i maialini, senza diventare schiava delle operazioni e dell'eparina, senza addensare il sangue con mortadelle e prosciutti per doverlo poi fluidificare con l'eparina.

IL CLISTERE E' ACCETTABILE SOLO COME STRUMENTO DI REALE EMERGENZA

Per i problemi di colite e di costipazione ti consiglio di leggere la tesina "Colite, helicobacter e antibiotici", pubblicata ieri, e poi di scartabellare sul blog col motore di ricerca "costipazione" e "stitichezza", le mie tesine specifiche. Idem per i consigli alimentari e dietetici. L'uso del clistere, a cui sei ormai abbonata, è una pratica medica volta a liberare l'ultimo tratto intestinale da feci e gas mediante l'introduzione di una sonda nel retto e nel sigma. In medicina si usa solo per emergenza, o in prossimità di un intervento chirurgico, o per difficoltà evacuative dovute a fecalomi ostruttivi, o per altri problemi seri riguardanti la defecazione.

LAVAGGI DI COLON E FEGATO, CHELAZIONI CHIMICHE VARIE,

La pratica, essendo semplice ed economica, ha ben presto avuto una diffusione a livello domestico. Si può infatti usare acqua tiepida mista a olio, a glicerina, a caffè a soluzioni lassative. Esiste anche una macchina per il lavaggio completo intestinale, ossia per la idrocolonterapia, per non parlare di apparati finalizzati a lavaggio intensivo del fegato e del sangue, e per non dire delle chelazioni chimiche per demercurizzare e denickelizzare chimicamente il corpo, cariche di rischi inutili rispetto alla chelazione lenta ma efficace della dieta vegan-crudista, e alla detossificazione accelerata dei digiuni e dei semi-digiuni igienisti.

INTROMISSIONE DI LIQUIDI INVASIVI E DISEDUCAZIONE DEL CORPO A FUNZIONARE NORMALMENTE

Questi interventi umani intesi a forzare il corpo, a farlo diventare bravo e virtuoso, non sono affatto privi di controindicazioni. L'aspetto peggiore è che si va a sostituire la funzione naturale dello stimolo espulsivo, portando l'apparato evacuatorio a una condizione di progressiva disfunzione, per desuetudine. E' un vivere in regime meccanico-purgativo. Poi ci sono gli effetti negativi delle soluzioni ipertoniche (caffè) o ipotoniche (camomilla) sui liquidi corporei e sugli elettroliti, ovvero su sodio, potassio e cloro (più calcio, ammonio e magnesio), sali acidi e basi che svolgono una importante funzione osmotica ai lati delle membrane permeabili cellulari, ai lati cioè delle pareti delle cellule. Queste intromissioni innaturali sono invasive e portano gli elettroliti a liberare ioni caricati positivamente (cationi) e negativamente (anioni).

FACCIAMO IN MODO CHE I MECCANISMI BIOLOGICI FUNZIONINO IN MODO NATURALE E BILANCIATO

Il catione potassio è fondamentale ed indispensabile per la sintesi proteica, per la trasformazione del glicogeno, per l'efficienza muscolare, per gli scambi gassosi a livello dei globuli rossi, e non a caso è concentrato 20:1 nei globuli rossi rispetto al plasma. Il sodio fa da controparte bilanciante del potassio. Il cloro ha il compito essenziale di assicurare l'osmolarità del sangue e dei vari liquidi organici, mantenendo l'equilibrio acido-basico (lo ione cloro si scambia con lo ione carbonato e favorisce il ristabilimento della riserva alcalina nel sangue). Inoltre fa da elemento-base per le secrezioni cloridriche iper-acide dello stomaco.

C'E' UN PATRIMONIO IDRO-SALINO DA PRESERVARE

I nostri liquidi interni si distinguono in liquidi intra-cellulari, stando nella parte liquida del citoplasma cellulare, dove predominano i cationi di sodio, equilibrati dagli anioni di cloro e di carbonato, e in liquidi extra-cellulari o plasma sanguigno, stando negli interstizi cellulari e nei tessuti connettivi circostanti, dove predominano i cationi di potassio, bilanciati dagli anioni di cloro e di bicarbonato. Tutto questo discorsetto per dire che il patrimonio idro-salino dell'organismo, in condizioni normali, è la risultante di un equilibrio fra l'assunzione di acqua e di elettroliti, da un lato, e l'eliminazione urinaria ad opera degli emuntori, dove il rene riveste una posizione di grande preminenza nella regolazione del bilancio idrico.

TUBULI, GLOMERULI, ADIURETINA ED ALDOSTERONE

Sui tubuli renali convergono infatti gli stimoli neuro-ormonali che controllano l'omeostasi delle acque e dei sali corporei che possono variare l'entità e la qualità del riassorbimento dei liquidi e dei soluti utili dal filtrato glomerulare. In questo modo, gli stimoli adeguano la composizione dell'urina alle esigenze determinate dalla quantità di acqua e soprattutto alla quantità do soluti indesiderati espulsi dall'organismo. Il riassorbimento dell'acqua dal tubulo renale è sotto l'influenza dell'ipotalamo (regista del sistema endocrino) e della post-ipofisi tramite la secrezione della adiuretina. Quanto agli elettroliti, l'eliminazione extra-cellulare e sodica è controllata dagli ormoni mineral-attivi della corteccia surrenale, e specialmente dall'aldosterone. Il riassorbimento del sodio da parte del tubulo renale rappresenta il più efficace metodo di difesa contro le turbative dell'equilibrio idrico ed elettrolitico del corpo.

REGIA DEL'IPOTALAMO E COINVOLGIMENTO DEL SISTEMA ENDOCRINO

Si ribadisce con questo il solito concetto per cui il corpo funziona sempre e dovunque per sinergie, simpatie e antipatie, attrazioni e repulsioni, attivazione e inibizioni, espulsioni e recuperi, sottrazioni e compensazioni, tutto mirato a riportare il tutto nelle condizioni di equilibrio e di omeostasi. Ecco allora che possiamo comprendere meglio quanto importante sia rispettare i lavori mirati e intelligenti che ipotalamo e sistema immunitario impostano e orchestrano nella moltitudine di operazioni interne che avvengono nell'organismo. Ecco allora che prende forma e consistenza quella legge naturale del corpo che non va mai contro se stesso, per cui ogni azione umana di invasività e di disturbo ai processi immunitari, alle crisi eliminative, ai segnali d'allarme e ai sintomi, ai lavori auto-riparativi ed auto-guarenti del corpo, rappresenta un insulto al corpo-stesso, mal-gradito e mal-tollerato, in quanto costringe il sistema a reimpostare il suo lavoro, a ripartire daccapo ritardando i tempi reali di guarigione, visto che è sempre e solo il sistema immunitario a guarire e mai il medico, e mai il terapeuta, e mai l'igienista vegano, vegetariano o carnivoro che sia.

LE LEGGI IMMUTABILI SONO ETERNE E NON SCADONO MAI

Ecco dove si concretizzano e si comprendono meglio le leggi eterne ed immutabili di Pitagora e di Ippocrate, che certi cretini patentati di oggi definiscono vecchie ed ammuffite, mentre sono attuali come l'aria che respiriamo e come l'acqua che beviamo. Ecco che acquistano sostanza e significato affermazioni scolpite nella roccia come "Conosci te stesso", come "La Natura è Sovrana Medicatrice di tutti i mali", come "Mai un farmaco serva a curare un malato", come "Primo non nuocere". Cure medicali dei sintomi, purghe, clistere, lavaggi del fegato e del colon, stolte e demenziali vaccinazioni, asportazioni fallimentari con immancabili recidive, allucinanti soppressioni immunitarie, donazioni e trapianti di rene-sangue-midollo-cellule staminali finalizzate a interventi tanto spettacolari quanto inutili, accanimenti terapeutici funzionali a vendere farmaci e integratori, e a vincere spesso dei Nobel alle spalle della gente che soffre.

LA NOBILE ARTE DELL'INTERVENIRE SOLO DOVE E QUANDO SERVE, CIOE' QUASI MAI

Pochi medici intelligenti e sensibili da un lato, che stanno scuotendo il capo e soffrendo le pene dell'inferno di fronte a quanto sta succedendo alla nobile arte dell'intervenire solo dove e quando serve realmente, cioè quasi mai. E, dall'altro lato, una massa enorme di persone ottime nel cuore e nello spirito, di professionisti potenzialmente di prim'ordine, ma trasformati dalle circostanze e dalla regia dei Rockefeller in enorme massa di volgari cialtroni venduti sistematicamente a Big Pharma, in una massa di arroganti privilegiati, in una massa difesa a spada tratta da leggi e da istituzioni. Gente che brilla per bravura mai vista nel sezionare vivi e morti. Gente che si distingue più per voracità e fame di soldi, di vita lussuosa, di regali, di bonus e di privilegi sociali e materiali, prima ancora che per voglia autentica di mettere a disposizione la propria arte e le proprie conoscenze a vantaggio di chi sta male e che non riesce, per ignoranza e miseria, a venire a capo delle proprie sofferenze.

Valdo Vaccaro