Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

lunedì 28 marzo 2016

DIFFERENZE FONDAMENTALI TRA REGIME STIMOLATO E REGIME DEPURATIVO


LETTERA

DIETA VEGETARIANA UN PO' SBADATA

Caro Valdo, ho scoperto da pochi mesi il tuo blog e sono molto grato per la tua missione divulgativa, per la franchezza e l'impegno che metti, grazie davvero di cuore! Non mi dilungo oltre e vado dritto alla questione. Dopo 7 anni di dieta vegetariana senza molta attenzione, a 30 ho iniziato a modificarla secondo i dettami Igienisti, con drastica riduzione dei latticini, inclusi solo nella pizza più o meno settimanale che mi concedo, e inserimento di frutta tra i pasti, che per la maggior parte sono crudisti e vegani naturalmente. Bevo ancora vino e birra moderatamente. Faccio anche Iyengar yoga da più di un anno, che per chi lo conosce è un miracolo fisico/mentale/spirituale.

CENA FINITA MALAMENTE SIA PER ME CHE UNA COLLEGA

Volevo scriverti da tempo, ma lo faccio oggi dopo ciò che mi e successo ieri. Sono stato male, ho rimesso la cena della sera prima, formata da bietole rosse e noccioline, e ho passato la giornata a letto senza energie. Stesso tempismo e sintomi di una mia collega. Come te lo spieghi questo alla luce del discorso che fai sui virus?

COME MAI LE PERSONE CHE NON CURANO LA PROPRIA DIETA SONO FORTI, POSITIVE ED OTTIMISTE?

Dunque la mia domanda è questa. Qual'è il motivo per cui molte persone che non curano minimamente la propria dieta sono comunque forti, hanno per esempio, più energie, più capelli, più ottimismo, una pelle più pulita della mia? Sono nato da un grembo molto chimico e continuo a pensare che questo abbia influito decisamente sulla mia condizione fisica e mentale. Sono piuttosto magro e sono sempre stato un outsider.

C'ENTRANO FORSE LA GENETICA E LA PREDESTINAZIONE?

Inizio a credere che conti molto la genetica, o forse la predestinazione, come abbiamo deciso di venire a sperimentare questa incarnazione. Perché chi si imbottisce di carni, prodotti industriali ha comunque un aspetto esteriore florido? Perché io che faccio un lavoro su me stesso per essere più sano, felice, più vicino al divino, ho comunque sempre un fondo di stanchezza e negatività e difficoltà a gioire della vita in modo leggero? Grazie in anticipo per il tempo che potrai dedicarmi e se te la sentirai di rispondermi!
Eugenio

*****

RISPOSTA

LO YOGA IYENGAR È FONTE SICURA DI BENESSERE

Ciao Eugenio. B.K.S. Iyengar (1918-2014), per chi non lo sapesse è un maestro indiano che ha ideato una forma particolare di esercizi mirati alla stabilità delle articolazioni e alla forza muscolare. Strano che questo metodo, definito in modo unanime miracolo fisico, mentale e spirituale, non sia servito a darti condizioni migliori. Per quanto concerne l'indigestione contemporanea a quella di una tua collega, si è trattato evidentemente di una intossicazione comune da cibo guasto.

IMPARIAMO A RICONOSCERE E A RISPETTARE LE LEGGI MILLENARIE NELLA NATURA

Metterla sul piano della genetica e della predestinazione mi pare un modo come un altro per cercare degli alibi alle proprie responsabilità e ai propri demeriti. Cerchiamo di essere più realisti e di riconoscere che esistono regole ed esistono principi da rispettare. Le leggi naturali non fanno sconti. La legge di causa ed effetto vale per tutti e vale su tutti.

I MANGIATORI DI CARNE NON SONO PER NIENTE BUONI ESEMPI DI SALUTE

Per quanto concerne le tue considerazioni sui mangiatori di carne e di prodotti industriali le trovo totalmente fuorvianti e fuori luogo, non rispondenti in alcun modo alla realtà. Può essere che tu faccia riferimento a qualche caso particolare. Ma si tratta di rondine che non fa primavera. Molta gente poi che si qualifica come vegetariana e igienista, lo è in realtà da poco tempo per cui, dopo molti anni di abusi alimentari, entra in una fase depurativa con il corpo che manda fuori dei veleni e si disintossica mediante le crisi eliminative, una sofferenza temporanea e provvidenziale che a lungo andare paga e premia.

CHI VIVE A REGIME SOVRASTIMOLATO DAI VELENI CREA LE BASI PER UNA SUA PRECOCE AUTODISTRUZIONE

La gente che si alimenta male, con proteine animali, con caffè e cole, con sistematica disattenzione ed approssimazione, vive paradossalmente a ritmo ultra-stimolato ed accelerato, per cui non si sottopone ad alcun processo depurativo e rimanda la sua purificazione alle calende greche. Vale finché vale. Ma alla fine gli errori si pagano.

CADAVERINA, ALCOL, CAFFÈ, SALE E ZUCCHERO SONO VELENI E NON CIBO

Chi vive a base di cadaverina, di grassi animali, di caseina, di alcol, di theina e caffeina, di cole, di bollicine, di zuccheri, di affettati, di sale, di stimolanti e analgesici, di digestivi e aperitivi, di statine e antibiotici, di vaccini ed integratori, finisce per addensare e guastare il proprio sangue, finisce per rallentare il proprio ritmo metabolico-cellulare e per impigrire il linfatico, finisce per ostruire l'intero sistema e per mandare fuori uso il sistema immunitario, finisce per andare oltre la capacità di resistenza del proprio corpo, finisce per stressare il sistema digestivo, il sistema epatico e quello renale.

VIVERE IN REGIME DI SOVRASTIMOLO E DI INTOSSICAZIONE NON CONVIENE

Quando vivi in regime di stimolazione-intossicazione, escludi, inibisci ed allontano automaticamente la fase depurativa, non le dai spazio alcuno per rimettere in ordine i guasti interni, togli spazio all'acqua biologica della frutta, alla clorofilla della verdura cruda, alla forza elettromagnetica-vibrante-radiante-vitalizzante delle crudità. Vivi sul filo del rasoio e vivi paradossalmente al riparo dalle crisi eliminative, in apparente e temporaneo stato di salute e di invulnerabilità. Ma l'ostruzione interna continua indisturbata ad accumularsi e uno, alla fine, si ritrova con dei pesanti nodi al pettine da risolvere. Del resto, le statistiche parlano chiaro. Nei paesi in cui abbonda l'uso di carne, di alcol, di caffè e di farmaci, si hanno spaventose percentuali di cardiopatie, cancri, diabete, tiroiditi e altre patologie intermedie.

IL REGIME INNOCENTE, SOBRIO, LEGGERO E AUTODEPURATIVO NON HA RIVALI

Chi invece adotta un sistema di vita allineato con quanto andiamo insegnando e promulgando con la nostra Millenaria Scienza della Salute, non incorre in queste crisi prive di sbocco. Optando per digestioni facili, rapide e complete, scegliendo cibi innocenti, leggeri, sobri, ricchi, nutrienti e vitali, evitando di mangiare se manca la fame e di bere se manca la sete, astenendosi da cibi pesanti e a lunga digeribilità, astenendosi da cibi inadatti e incompatibili col suo sistema gastrointestinale, e con le sue percezioni mentali, etiche ed estetiche, riesce a dialogare con se stesso, riesce a gestire la sua situazione interna senza esserne vittima. Vive cioè in regime di continua autodepurazione, in regime di continue e preziose e benefiche piccole crisi eliminative tipo febbre, raffreddore, mucolisi ed influenze liberatorie, in regime di remissione naturale di malattie-infiammazioni-noduli-indurimenti-tumori.

CONTA LA QUALITÀ DELLE VITA

Ovvio che non possediamo la bacchetta magica e nemmeno la formula della longevità ad oltranza. Tutti siamo soggetti a disfacimento corporale precoce o tardivo sulla base di determinate motivazioni ed ingredienti. Muore il carnivoro e muore il vegetariano. Ma ci sono modi e modi. Quello che conta è la qualità della vita. Qualità della vita che si misura in base a criteri di benessere individuale, ma anche di benessere sociale, di pienezza spirituale, di armonia con la natura e l'ambiente, di minimizzazione del nostro impatto con la natura, di rispetto del nostro karma, del nostro percorso reincarnativo a puntate, visto che i paradisi e gli inferni delle religioni predominanti non ci piacciono né ci convincono, visto che le gioie e le sofferenze eterne dell'anima, o le illusioni della bambagia e degli harem dell'oltretomba valgono solo per le menti più materialistiche e ottuse.

Valdo Vaccaro


1 commento:

Andy Ray ha detto...

Devo dire che Valdo è una persona molto saggia e spiega meravigliosamente i concetti alle persone. Ad esempio questo:" Quello che conta è la qualità della vita. Qualità della vita che si misura in base a criteri di benessere individuale, ma anche di benessere sociale, di pienezza spirituale, di armonia con la natura e l'ambiente, di minimizzazione del nostro impatto con la natura, di rispetto del nostro karma".
Ovviamente tutto ciò è riferito alla gente che in questi giorni si ingozzava di agnellini giovani e teneri e prendevo per il sedere noi altri.
Prima o poi arrivano i nodi al pettine e questi arrivano da dentro, in silenzio, dall'oscuro e bussano alla tua porta con brutte sorprese.
Meditate gente, meditate...
Un saluto Andy

Posta un commento