Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

sabato 26 marzo 2016

NEGOZIO CRUELTY-FREE IN CENTRO A SANDANIELE


LETTERA

VEGAN DA 9 ANNI E TENDENZIALMENTE CRUDISTA

Ciao Valdo, sono Ilaria, 27 anni, felicemente vegan da nove. Il crudismo mi ha sempre molto affascinato ma, per questioni sociali e di mia pigrizia, non sempre mangio in prevalenza cibi crudi e vitali, per quanto non mi sogni per nessun motivo di introdurre nel mio corpo cibo raffinato, zucchero, o altre porcherie.

COL 100 PER CENTO DI CRUDO STO A MERAVIGLIA

Ho sperimentato empiricamente che il mio stato di salute, già di per sé molto buono, migliora in modo proporzionale alla percentuale di alimenti crudi che includo nella mia dieta. In questo periodo, da circa un mese sono al 100% crudo, con abbondanza di estratti di frutta e verdura, e sto meravigliosamente, con tanta energia da vendere. Ma veniamo al dunque.

UN NEGOZIO CRUELTY-FREE IN CENTRO A SAN DANIELE

Uno dei miei sogni è di aprire un negozio di alimenti e prodotti per il corpo biologici, vegan e del tutto cruelty-free. In questo momento sono alle prese con le interminabili adempienze burocratiche, ma conterei di aprire entro Maggio. Per vari motivi ho scelto San Daniele come location, nonostante mi metta una certa tristezza e un certo disagio trovarmi in un luogo noto ovunque per un prodotto crudele e malsano.

INSERIMENTO IN UNA REALTÀ AD ALTO TASSO DI CARNIVORISMO

Allo stesso tempo però spero che, come nello yin e nello yang, questo luogo ad alta concentrazione di carnivori possa far fiorire un'attività come la mia. E ho anche la speranza naturalmente di toccare qualche coscienza. Vorrei quindi chiederti di dirmi cosa ne pensi della mia idea. Sono folle e destinata a chiudere per mancanza di clienti, o pensi che possa funzionare? 

IL SETTORE BIO È IN CONTINUA CRESCITA

I consulenti che ho interpellato fino adesso non sanno bene cosa rispondere, perché dati chiari sul numero di vegani presenti sul territorio non sono facilmente reperibili. Si limitano a dire che il settore del bio è in continua crescita, e che il mercato dei prodotti vegan è un mercato di nicchia, e i mercati di nicchia non conoscono crisi. Io naturalmente sono convintissima che l'idea sia valida e sia economicamente sostenibile. Insomma, mi piacerebbe tanto sapere cosa ne pensi, sperando che siano parole di conforto e non di stroncatura.

L'APERTURA È PREVISTA ENTRO MAGGIO

Se ti fa piacere ti avvertirò quando saprò con certezza la data di apertura. Mi farebbe moltissimo piacere se tu potessi essere presente all'inaugurazione, ma so che sei molto impegnato. Grazie in anticipo per il tempo che dedicherai alla mia e-mail. E grazie di cuore per tutto ciò che divulghi, e per essere così attivo nel miglioramento di questo mondo. Ti auguro una buona serata.
Ilaria

*****

RISPOSTA

UN ARRICCHIMENTO PER SAN DANIELE

Ciao Ilaria. Nessuna stroncatura. Al contrario un grande incoraggiamento. Come giustamente hai detto è una questione di equilibrio tra gli opposti. Sappiamo che San Daniele ospita Aria di Festa, nome festoso ma anche perfido e sviante, visto che si tratta di fare festa ai poveri suini nelle modalità che ben conosciamo. Piazzare un negozio bio e cruelty-free significa porsi come valida e coraggiosa alternativa. Non credo che gli abitanti di San Daniele e dei dintorni siano prevenuti ed offesi per una iniziativa di questo genere. Dovrebbero al contrario essere fieri ed arricchiti dal poter ospitare nella bella e ridente cittadina collinare un polo culturale e un punto di riferimento alternativo. 

L'IMPORTANTE RIMANE SOTTOLINEARE L'IDEOLOGIA CRUELTY-FREE

Ottima l'idea del crudismo assoluto, ma servirà tolleranza e umana comprensione verso la clientela che comprenderà persone adatte e predisposte al 30, 40, 50, 60 e 70% di crudo, e al resto di cotto in modo intelligente. Sempre intendendo crudo e cotto in versione innocente, visto che a San Daniele come a Parma crudo e cotto vengono normalmente intesi come affettati di innocenti creature chiamate maiali.

Valdo Vaccaro




Nessun commento:

Posta un commento