Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

giovedì 7 aprile 2016

PROSPETTIVA DI TIROIDECTOMIA IN ZONA IBIZA


LETTERA

RIPROIEZIONE NEL MONDO DELLA MEDICINA

Carissimo Valdo come stai? Sono ancora qui a scriverti per un problema. Ti dico intanto che il digiuno, la scelta vegana, e lo studio dell'igienismo seguendo un corso a Madrid, insomma questo cambio di vita come una cascata di acqua fresca e pura mi ha riproiettato nel mondo della medicina.

HO SCOPERTO CHE ESISTE UNA ENORME MASSA DI MALATI

Non perché mi sia rimesso ad aprire la gente e a bombardarla di farmaci, tutt'altro. Ho scoperto che ci sono molti più malati di quanti ne potessi immaginare, non quelli con i sintomi da cancellare col protone farmacologico ma gli altri, le persone normali, che conducono una vita normale, che si credono sani e che invece sono pieni di disturbi che al giorno d'oggi sono considerati semplicemente gli inevitabili effetti dell'età. 

UNA VASTA CATEGORIA DESTINATA AD ESSERE MEDICALIZZATA E BECCHINIZZATA

Balle, malati in nuce, i futuri medicalizzati, ospedalizzati, resecati, chemioradioterapizzati, e purtroppo per lo più becchinizzati. Nulla da ridere, ma pare che a nessuno importi del loro futuro. Nemmeno a loro stessi bene inteso. "Tiramo a campa'", e meglio si fa se con una mortadella che ci aspetta a tavola per dimenticare.

SITUAZIONE APOCALITTICA MA LA GENTE COMINCIA A CAPIRE

Scenario inquietante, apocalittico, ma qualcosa si muove. C'è una presa di coscienza, la gente non si fida più, ha capito che c'è qualcosa che non va. Molti lo capiscono e non fanno niente, per lo più si lamentano, altri invece hanno messo le antennine e bussano, davvero, qui alla mia porta di ex ex ex medico-chirurgo. Si perché, e tu ne sai qualcosa, anche se devi raccontar loro di quanto faccia bene il limone, se sei laureato in medicina e in più un traditore, allora diventi credibile al cento per cento, hai fatto il giro del cerchio, hai visto la luce. E li illumini.

A IBIZA LIMONI E POMPELMI RIMANGONO APPESI SUGLI ALBERI

Ho comunque imparato a essere più attento, ci parlo, chiedo loro cosa mangiano cosa respirano, se ridono o se piangono, mi informo un po' prima di mandarli tutti in agrumeto, si perché qui a Ibiza le arance e i limoni e i pompelmi stanno appesi lì tutto l'anno. Nessuno che li colga. Gli ibizenchi fanno i soldi col turismo ormai, e noi siamo in pochi colla sportina a fare incetta di bombe di vitamine grandi come piccoli meloni, pieni zeppi di liquido e di libidine, e in più gratis.

AMICA 40ENNE CON NODULO SOSPETTO

Ok mi sono perso. Vengo al problema. Una mia amica, ragazza di 40 anni, storia di tiroidite di Hashimoto cronica da anni, terapia con Eutirox, recente storia di intossicazione da metalli, alti livelli di mercurio, donna comunque attentissima all'alimentazione, praticamente vegetariana da sempre, fa un controllo ecografico e un nodulo sospetto viene agoaspirato con referto di carcinoma papillifero, 1,2 cm. Linfonodi pare negativi, scintigrafia ossea da fare.

ANDRÀ SOTTO I FERRI E STA CERCANDO UNA CLINICA AMERICANA

Ha cercato di evitare l'intervento di tiroidectomia ma non ha il coraggio di provarci veramente con un digiuno e vedere come va, per cui andrà presto sotto i ferri, ma non vuole assolutamente fare radio ammesso che ce ne sia il bisogno. Perciò veniamo al dopo intervento, lei vorrebbe fare un digiuno per disintossicarsi dai postumi chirurgici ed eventualmente scoraggiare l'organismo da qualche possibile ripresa di malattia. Sta cercando in giro una clinica che la possa accogliere per questa esperienza. Non sa bene cosa non sa bene dove. Forse in America.

IN AMERICA MA DOVE?

Tu cosa ne pensi? Cosa dovrebbe fare? Dove potrebbe andare, in America, sì ma dove? Scusa Valdo mezzo mondo ti farà queste domande ma tu hai visto con gli occhi tuoi cose che potresti consigliare ad un tuo familiare e noi, ed io stesso, sono troppo acerbo ancora per saperne abbastanza. Un caro saluto.
Simone from Ibiza

*****

RISPOSTA

IL DIGIUNO SI FA NEI GIUSTI MODI

Ciao Simone. Il mio parere è che la cosa migliore da farsi sia uno stacco dall'Eutirox nella più rapida progressione possibile, associato a una dieta ripulitiva di tipo vegan-crudista tendenziale e sostenibile. Tenendo duro fino a maggio avanzato, l'arrivo della buona stagione, con più sole e con più frutta-verdura più carica di energia, farebbe sicuramente la differenza. Occorre anche tener presente che il digiuno è preferibile a corollario di un periodo crudista e ricco di acqua biologica, piuttosto che a conclusione di operazioni dove ti riempiono necessariamente di antibiotici, antidolorifici, eparine e quant'altro.

L'ASPORTAZIONE GHIANDOLARE NON È A MIO AVVISO LA STRADA DA PERCORRERE

Mai dimenticare che ogni singola ghiandola del sistema endocrino va considerata parte di un delicatissimo apparato ormonale. La tiroide in particolare è il crocevia di importantissimi neurotrasmettitori legati all'energia, alla crescita, all'equilibrio psicofisico. Mai dimenticare inoltre che, se diamo al nostro corpo l'opportunità di esprimere al meglio le sue potenzialità guaritive, alla lunga veniamo premiati. Del resto non pretendo di insegnare nulla a un ex medico-chirurgo convertitosi alla scuola igienistica quale tu sei!

CLINICHE DI ALTO LIVELLO NON MANCANO NEGLI USA

Se questi buoni principi della scienza igienistica non bastano a convincerla,  la clinica americana più referenziata è sicuramente quella chiamata The Longevity Centers, con sedi a Santa Monica- Los Angeles, e quella di Miami in Florida (NW 36 Street, Miami 33178 Usa - Tel 1-888-988-7168), www.pritikin.com e info@pritikin.com. Sedi dirette, a partire dal 1985, dal dr Robert Pritikin, figlio del celebre Nathan Pritikin, e da sua moglie Christine. Penso che il costo per due settimane di cura potrebbe aggirarsi sui 10000 dollari circa. Verificare direttamente con la clinica.

OTTIME ANCHE LE CLINICHE IGIENISTICHE DEGLI EX ALLIEVI DI SHELTON

Altre cliniche igienistiche che posso segnalare sono quelle del dr Frank Sabatino ad Hallandale in Florida, o quella el dr  Ralph Cinque a Buda-Texas, o la Arcadia di Alec Burton a Sydney-Australia, tutti allievi diretti di Herbert Shelton.

Valdo Vaccaro

Nessun commento:

Posta un commento