Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

venerdì 1 aprile 2016

STACCO DAI FARMACI IN PADRE 91ENNE CON CRITERI DI SICUREZZA E DI SOSTENIBILITÀ


LETTERA

RIDUZIONE PROGRESSIVA DAI FARMACI PER MIO PADRE 91ENNE

Salve Valdo. Mio padre ha 91 anni, ha avuto un ictus parecchi anni fa e da 3 anni non mangia più proteine animali, però prende parecchi farmaci che a mio avviso lo stanno avvelenando. Vorrei sapere se c'è modo di togliere o ridurre questi farmaci. Grazie mille. Buona giornata.
Giordano Nasi

*****

RISPOSTA

MANGIARE SOBRIO E NATURALE E CARICARSI NEL CONTEMPO DI FARMACI NON È PRIVO DI INSIDIE

Ciao Giordano. È grave e contraddittorio alimentarsi  secondo modalità leggere e naturali e prendere nel contempo dei farmaci che vengono così messi in circolazione con maggiore intensità ed efficienza, moltiplicando i loro effetti perversi. Chiaro che tuo padre si sta avvelenando. Chiaro che sta mettendo a rischio la sua forte scorza.

STACCARSI DAI FARMACI SI DEVE E SI PUÒ IN MODO PROGRESSIVO

Lo stacco dai farmaci va comunque effettuato con progressione e buon senso, per evitare crisi eccessive da astensione. Si procede eliminando un farmaco per volta, diradandone l'assunzione da una pasticca giornaliera a mezza pastiglia, a un giorno sì e uno no, a un giorno sì e 3 no. 

LO STACCO DAI FARMACI HA SENSO SOLTANTO SE PRODUCE RISULTATI POSITIVI E STABILI PER IL PAZIENTE

Prendere nota che occorre un po' stringere i denti e tener duro. Il ritmo riduttivo va stabilito monitorizzando la situazione e, quando tuo padre avrà raggiunto un soddisfacente livello di stabilità e di sicurezza senza più farmaci, potrà incrementare il proprio livello vitale con più alimenti crudi e carichi di vibrazione e di radianza. Monitorare, nel caso specifico, significa non andare in crisi sul piano cardiaco. Serve in altre parole la stretta collaborazione del paziente e un suo attendo dialogo interno coi propri sensori. Lo stacco dai farmaci deve insomma avvenire secondo criteri di sicurezza e di sostenibilità.

Valdo Vaccaro

Nessun commento:

Posta un commento