Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

venerdì 13 maggio 2016

COME CONVINCERE LA PROLE A MANGIARE MEGLIO E COME AFFRONTARE LA BRONCHITE RICORRENTE


LETTERA

BRONCHITE E FEBBRE PER LA MIA BAMBINA DI 6 ANNI

Ciao, Valdo mi trovo qui a scriverti perché sto affrontando una nuova battaglia contro tutti, contro nonni, zie e persino contro mia moglie. Per quanto riguarda la mia bimba Eleonora di 6 anni che sta male da circa due settimane con bronchite e febbre che va e viene. La sua alimentazione è pressappoco vegana perché comunque a scuola mangia come gli altri. 

POCO APPETITO E SCARSA ATTITUDINE VERSO FRUTTA E VERDURA

Ma quando è a casa il suo appetito è sempre poco, e di frutta e verdura ne mangia proprio poca, limitandosi a carote finocchi banane e mele. La mattina estratti di mela, arancia e fragola, ma quasi sotto costrizione per fargliene bere un sorso. Altrimenti alternativa latte di avena con fiocchi di mais sempre in modiche quantità e con poco latte e tanti fiocchi, oppure pane con cioccolata vegana spalmabile. 

PASTA E RISO MA NIENTE CIBI VITALI

A pranzo quando non va a scuola e a cena sempre pasta o riso. Altri cereali non ne mangia. Il tutto condito con pomodoro o pesto fatto da me o condimenti fatti con vellutate o passato di verdure, ma mai prese in forma assoluta. Sempre più pasta rispetto al condimento. Ogni tanto per merenda pop corn o cornetti vegani. Ma come potrai capire questo tipo di alimentazione, pur se quasi nei canoni vegan non è per niente vitale, si basa solo su amidi e farine. 

MAGRA E SCHELETRICA

Infatti nonostante la sua statura sia nella media, è molto magra anzi quasi scheletrica. L'ho dovuto ammettere di fronte alle costanti preoccupazioni dei parenti che dicono che bisogna farla mangiare di più. Il problema è che lei non ha appetito e le cose che ha più piacere di mangiare sono i cibi morti, prosciutti salami e formaggi anche se non se ne fa mai delle grandi abbuffate. 

TUTTI IN FAMIGLIA FAVOREVOLI ALL'ANTIBIOTICO, INCLUSA LA BAMBINA

Ora che da due settimane di bronchite sono tutti propensi per l'antibiotico anche se finora non ne ha mai presi. Io sono per un semidigiuno a estratti e brodi vegetali. Impossibile parlare di digiuno totale per 2-3 giorni. Tra l'altro ho anche lei stessa che rema contro. Sembra che mi odi. Ha un po' di appetito e vuole mangiare. Non accetta succhi e nemmeno frutta, figuriamoci i brodi. 

PIANTI ININTERROTTI COME LA STESSI TORTURANDO

Vuole mangiare e io cerco di spiegarle che per il suo bene deve stare leggera, bere molto, riposarsi, stare tranquilla. Invece piange ininterrottamente come se la stessi torturando. Io non so proprio come fare. Spero tu abbia un consiglio su cosa fare quando si ha a che fare con bimbi così emotivi e che soprattutto hanno appetito a differenza di altri che nella loro malattia rifiutano istintivamente il cibo. Grazie.
Emanuele

*****

RISPOSTA

ARMONIA IN FAMIGLIA INNANZITUTTO

Ciao Emanuele. Mi spiace dirtelo ma, pur avendo tutte le ragioni del mondo dalla tua, stai sbagliando totalmente come metodo e come atteggiamento psicologico. Succede spesso a chi si trova circondato da ambiente avverso. Ricordati che la cosa più importante è l'armonia in famiglia. Non sei certo aiutato dal momento stagionale, per cui praticare un buon vegetarismo in questa fase critica, caratterizzata da poche scelte disponibili, è assai problematico.

NON C'È POSTO PER IL DOGMATISMO, PER LE IMPOSIZIONI E PER L'ARROGANZA

Il tuo zelo, la tua voglia di assicurare salute e benessere alla famiglia e in particolare alla tua bambina si trasformano paradossalmente in atti di arroganza e di prepotenza, tanto da farla piangere. Il mio consiglio è di affrontare l'intera situazione con spirito e metodo radicalmente diversi. Limitati sempre a dare il buon esempio e a concedere sorrisi sempre e comunque, rinunciando al muso duro e alla pretesa di insegnare il buono, il vero e il giusto da mattina a sera. Impara ad affrontare le contrarietà ideologiche e culturali con spirito scherzoso ed umoristico.

MANTIENI IN CASA UN BUON RIFORNIMENTO DI FRUTTA E DI  VERDURE

Al massimo metti a disposizione della bambina e del gruppo familiare quello che riesci a trovare sul mercato, come ad esempio degli avocado, dei manghi, mirtilli, uva ribes e uva spina, pompelmi, lamponi, more, ciliegie, pesche ed albicocche. Non muovere appunti e critiche se non vengono consumati prontamente e con entusiasmo. Non dare occhiate di condanna e di disapprovazione, e non fare battute al vetriolo. Limitati in caso a consumarne di più personalmente, senza impiantare polemiche igienistiche ad ogni piè sospinto.

CHI HA LA RAGIONE DALLA SUA FINISCE SEMPRE PER VINCERE, A PATTO DI USARE I GIUSTI METODI

Un buon salutista non ha bisogno di spingere e di forzare. Devono essere gli altri a farsi vivi in modo spontaneo, a chiedere il suo aiuto e il suo consiglio quando questo serve. Sbagliatissimo usare i metodi forti e le costrizioni, guai far valere il proprio status e la propria autorevolezza di genitore
per indurre la prole all'obbedienza su argomenti delicati che vanno a toccare i gusti e le esigenze personali.

PIANO CON L'USO DI FARMACI, VACCINI E INTEGRATORI

La faccenda dell'antibiotico contro la bronchite ricorrente è una cosa più seria. La bronchite è una infiammazione della membrana mucosa che riveste il tubo bronchiale. Trattasi di una condizione catarrale dovuta a eccesso di grassi, di zuccheri e di amidi raffinati nella dieta. I genitori e il medico che hanno la tempra di imporre uno stop immediato al cibo, sono vincenti fin dall'inizio. 

UN BREVE E TEMPORANEO DIGIUNO FA SEMPRE DA SALVA-VITA

Il digiuno è il più grande antidolorifico, il più grande procuratore di sonno e il più affidabile salvatore di vita. Non ci sono rischi o danni di "starvation", ovvero di inedia o di fame. Il digiuno non lascia segni e conseguenze, come invece succede con l'antibiotico e coi vaccini. Tenere la bambina a riposo e a risparmio calorico, in ambiente tranquillo e sereno ed in buona circolazione di aria giorno e notte, assicura e garantisce tutto il resto. I farmaci invece deprimono il sistema immunitario, indeboliscono l'organismo, abbassano le resistenze. 

ADESIONE A UNA DIETA VITALE, VIBRANTE, RADIANTE E CRUDISTA

L'adesione a una dieta vitale e crudista è ovviamente raccomandata. Alimentarsi con insalata di patate e cipolla tagliuzzata, con fagiolini e aglio tagliuzzato. Masticare piccoli pezzettini di radice di zenzero. Piante amiche dei bronchi sono asparago, carota, cavolo, crescione, valeriana o dolcetta, fico, lattuga, mela, mora di gelso e di rovo, lampone, riso, rafano, ravanello, rapa, peperoncino, curcuma.

Valdo Vaccaro

1 commento:

Enzo Spataro ha detto...

Purtroppo, Emanuele, non appena le papille gustative assaporano salumi, formaggi, zuccheri e veleni vari come sicuramente avviene durante la parentesi scolastica, si instaura una vera e propria tossicodipendenza a tali sostanze, naturalmente una bambina di sei anni non può avere una grande capacità di discernimento, inoltre parenti e denigratori ci sguazzeranno alla grande... insomma una situazione alquanto spinosa.

Posta un commento