Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

mercoledì 13 luglio 2016

DOLORI ADDOMINALI E PROSTATITE ACUTA RISOLTI GRAZIE AL TUO IGIENISMO E A LEZAETA


LETTERA

DA UN ANNO SEGUO LE TUE TESINE

Caro e Prezioso Valdo. È oramai passato un anno e forse più da quando ho avuto la fortuna di imbattermi nelle tue tesine, nel tuo blog, nel tuo mondo. Spero di non offenderti dandoti del tu dato che ti considero un amico e sarò molto felice ed onorato di conoscerti in futuro se me ne capiterà l'occasione.

PROVENGO DA UN CALVARIO DI SOFFERENZE INTESTINALI

Ho passato brutti momenti e una sorta di calvario legato ad un disturbo prostatico mal curato e mal consigliato da medici e primari. L'incubo cominciò all'improvviso ma fu la manifestazione di uno stato infiammatorio che durava da tempo. Il segnale era un intestino debilitato, gonfio e dolorante anch'esso, malcurato da medici e gastroenterologi e derivato dal tentativo di curare una semplice pirosi gastrica con una serie di esami e terapie inutili e dannose.

SAREBBE BASTATA UNA BUONA DIETA E NIENTE DI PIÙ

Sarebbe stato sufficiente seguire una dieta e nulla più. Certo, la colpa è anche mia. Mi faceva comodo prendere una pillola e continuare a fumare, bere e mangiare in modo disordinato e innaturale. Nel frattempo mettevo su chili solo nella pancia e mi abituavo ai gonfiori e ai dolori cercando di sedarli con i farmaci. 

DALL'ADDOME GONFIO E DOLORANTE A UNA TERRIBILE PROSTATITE ACUTA

Ma un addome gonfio e dolorante non era nulla al confronto di quello che da lì a poco mi è capitato. Una maledetta prostatite, un fastidio costante H 24, da non sapere dove sbattere la testa. Ho pianto dal nervoso molto spesso, come un bambino. Ho persino scagliato un paio di oggetti domestici scalfendo mobili e piastrelle. Ho imprecato e maledetto la cattiva sorte. Pensa che, dalla tensione e dal nervoso, mi è venuta pure una lordosi cervicale che ancora oggi mi dà dei problemi e che sto curando con ginnastica correttiva.

PERSO UNA QUINDICINA DI CHILI

Ho speso soldi in visite, esami e terapie tutte inutili. Poi ti ho incontrato in rete e ora mi rendo conto quanto sia importante internet! Ho letto le tue tesine e ti ho anche scritto in un paio di occasioni. Sei sempre stato disponibile e gentile a riscrivermi. Ho cominciato a seguire i tuoi consigli e ho cambiato stile di vita. Da 99 chili sono passato a 84 e sono alto 190. 

CATAPLASMI DI FANGO E DI VAPORE A SANT'OMOBONO

Avevo già da prima smesso di fumare. Almeno quello ci sono arrivato da solo a capirlo. Ho smesso con il caffè, il the, l'alcool, i salumi, i formaggi e la carne rossa. Piano piano ho avvertito i miglioramenti. Ho fatto ginnastica perineale, nuoto, e mi sono pure rifugiato una settimana all'Hotel Villa delle Ortensie di Sant'Omobono Terme, sempre da te consigliatomi, dove ho provato i cataplasmi e i bagni di vapore.

NON SONO ANCORA VEGETARIANO MA LA LETTURA DI LEZAETA MI STA FACENDO RIFLETTERE

Ti confido che non sono diventato del tutto vegetariano, forse perché sono un indolente per natura o perché non sono ancora pronto, ma seguo in gran parte i concetti della naturopatia. Ho infatti da poco divorato il libro peraltro introvabile del maestro Lezaeta "La medicina naturale alla portata di tutti", che ho trovato usato sempre grazie a internet.

IL MIO È UN MESSAGGIO DI RINGRAZIAMENTO PUBBLICO

Ora mi sento discretamente. Non voglio dire bene per sola scaramanzia. Già mi è capitato di dirlo in passato e da lì a poco ritrovarmi ad avere dei disturbi. Ti scrivo perché volevo ringraziarti. Sapere che ci sono persone come te è confortante, credimi.

STO PENSANDO ALLA CREAZIONE DI UN CENTRO BENESSERE BASATO SUI BAGNI DI VAPORE

In ultimo volevo chiederti una cosa che mi sta balenando dopo aver letto il libro e dopo essere stato a Sant'Omobono. È un idea e te la butto lì. Secondo te, potrebbe funzionare una sorta di centro dove poter fare solo bagni di vapore? Tipo un centro abbronzatura magari un po più grande, con le cabine, e al posto di farti una lampada ti fai un bagno di vapore. Magari corredato anche di cataplasmi e infusi. Insomma una specie di SPA ma diversa dal solito, più mirata alla naturopatia. Chiedo a te cosa ne pensi perché mi risulta che non ci sia un posto così. Se ti piace come idea possiamo essere soci, se ti va. Ti saluto cordialmente e ti auguro tutto il bene possibile. Tuo estimatore.
Alex Ragazzi

*****

RISPOSTA

DUE PAROLE SU MANUEL LEZAETA

Ciao Alex. Prendo dal sito Naturbene una sintesi efficace su Manuel Lezaeta Acharan (1881-1959), nativo di Santiago del Cile e considerato tra i migliori esponenti storici della moderna. Dopo una lunghissima esperienza insieme al suo maestro Padre Taddeo di Wiesent-Baviera, studiò tutti i concetti chiave della naturopatia tedesca firmata Priessnitz, Kuhne, Just, Rickly, arrivando a formulare la cosiddetta dottrina dell'Equilibrio Termico fra la temperatura interna e quella esterna dell'organismo.

TESTI TRADOTTI DA LUIGI COSTACURTA

Fervente promulgatore di tale dottrina, egli usava e consigliava l'uso del bagno di vapore, definito da lui stesso Lavaggio del Sangue. Tutti i riferimenti alle varie metodiche di saune e bagni di vapore da Lezaeta, si possono trovare in particolar modo nei testi: "La Medicina Naturale alla portata di tutti"
e "Il nostro bagno di vapore" di Luigi Costacurta (1921-1991).

BAGNI DI VAPORE ANCHE IN VERSIONE CASALINGA

A differenza di saune e bagno turco, questa tipologia di bagno di vapore permette di effettuare il trattamento a casa, senza spendere soldi in vari centri benessere o SPA. Inoltre, la mancata respirazione del vapore (la testa è fuori), permette una migliore tollerabilità del trattamento. Questo bagno di vapore è un vero e proprio toccasana per la salute, un elisir di lunga vita.

EFFICACI TERAPIE CONTRO RITENZIONE IDRICA, PIGRIZIA CIRCOLATORIA ED INSUFFICIENZA VENOSA

Gli effetti del bagno di vapore sono di grande valore terapeutico. Esercita un benefico effetto di ginnastica vascolare sul territorio venoso, profondo e superficiale, favorisce la funzionalità dei capillari cutanei con azione di profonda ripulitura vascolare, attiva il ricambio e la diaforesi, ovvero la sudorazione, consente l'eliminazione di prodotti tossici come medicinali, acidi urici, scorie interne o virus endogeni da ricambio cellulare, metalli pesanti, tossine varie accumulati nell'organismo a seguito di una rallentata o alterata attività metabolica cellulare, a seguito di un indebolimento del sistema immunitario e di una conseguente incapacità di smaltire prontamente tali immondizie.

UN BAGNO DI VAPORE A SETTIMANA HA NOTEVOLE VALORE CHELANTE E DEPURATIVO

Un bagno di vapore per settimana, soprattutto per chi fa poco movimento e non trasuda abbastanza, e per chi non si alimenta come si deve, ossia con abbondante acqua biologica da frutta matura e dalla verde clorofilla delle verdure crude, e per chi si espone poco al sole, ha un indiscutibile e provato valore terapeutico di tipo chelante e depurativo.

L'IDEA DI UN CENTRO SPECIALIZZATO IN IDROFANGOTERAPIA

La tua idea di realizzare un centro benessere specializzato in questo tipo di trattamenti non è affatto peregrina e potrebbe funzionare sia come beneficio sociale che come iniziativa economica e imprenditoriale. Se marciano attivamente le catene McDonald's, Burger King's e Kentucky Fried Chicken, che avvelenano e danneggiano disinvoltamente milioni di persone nel mondo, con la scusa di saziarle con pasti preconfezionati a basso costo, perché non si dovrebbe usare gli stessi sistemi commerciali ma adottando fini benefici e salutistici in grado di soddisfare una popolazione sempre più alla ricerca del benessere stabile e sicuro?

PER LE NUOVE IMPRESE SERVE ANCHE L'ETÀ GIUSTA

Ti ringrazio per aver pensato a me. Ricevo spesso proposte di questo tipo, sia per l'Italia che per l'estero. Mi manca però il tempo e forse anche la voglia di lanciarmi in nuove iniziative. Le cose si devono fare in armonia e proporzione con le proprie possibilità, altrimenti si finisce per pasticciare. Non è detto che questo tipo di idee e di prospettive possa essere preso in considerazione dai miei due ragazzi, che hanno 26 e 20 anni, cioè l'età giusta per pensare al futuro.

Valdo Vaccaro

Nessun commento:

Posta un commento