Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

mercoledì 13 luglio 2016

STRATEGIE ALIMENTARI E COMPORTAMENTALI PER TRAPIANTATO DI RENE E PANCREAS


LETTERA

DIECI ANNI CON RENE E PANCREAS TRAPIANTATI

Buon giorno Valdo, mi chiamo Greta e le scrivo perché sono molto in pensiero per mio marito.
Dieci anni fa ha subito un doppio trapianto di rene e pancreas. Brevemente, ha avuto un reflusso vescico-uretrale non visto alla nascita che gli ha compromesso la salute dei reni. Reni che non si sono mai sviluppati bene. A 8 anni l'esordio diabetico e l'inesorabile caduta verso l'insufficienza renale, con 6 mesi di dialisi a Natale.

DA SEI MESI CI SONO AUMENTI DI PRESSIONE, PROTEINURIA E CREATININA

In questi 10 anni post-trapianto è andato tutto abbastanza bene. Alti e bassi sì, legati soprattutto alla sua paura costante che qualcosa non funzionasse più o si inceppasse da un momento all'altro. Poi da 6 mesi a questa parte si è verificato un aumento pressorio con proteinuria e, negli ultimi esami, creatinina a 1,53 e acido urico piuttosto alto, oltre ad un abbassamento di emoglobina e ad un incremento di amilasi e lipasi. 

STRATEGIE ALIMENTARI CON INCREMENTO FRUTTA E VERDURA

Sto cercando di fargli mangiare solo frutta e verdura e, nonostante sia purtroppo un amante della vita sedentaria, cerco di farlo muovere un po' soprattutto la sera dopo il lavoro. Non è facile in quanto lui ama la buona cucina e ha un costante appetito. Però ci voglio provare. Cosa mi consiglia? Riuscirà a recuperare la funzionalità renale con la corretta alimentazione? Grazie e buona giornata.
Greta

*****

RISPOSTA

UN BRAVO A TE E A TUO MARITO, MA ORA BISOGNA PROPRIO RIMBOCCARSI LE MANICHE

Ciao Greta. Complimenti per la prontezza e la puntualità con cui stai dandoti da fare. Tuo marito, tutto sommato è stato bravo nel superare un trapianto di quel genere e a cavarsela tutto sommato egregiamente per questa decina di anni. Ha sfruttato al massimo il principio per il quale non va contro se stesso ma fa del suo meglio per autoripararsi. Ma gli attuali segnali che hai citato vanno giustamente presi in considerazione. Del resto è piuttosto scontato che qualche problema si accumuli quando uno, nelle sue particolari condizioni, opta per scarsità di movimento e abbondanza di cibo, senza badare troppo alle giuste scelte.

CAMMINATA GIORNALIERA ED ESPOSIZIONE SOLARE

Vivere senza rene e senza pancreas significa procedere con qualche difficoltà. Posso anche capire la prudenza e la scarsa voglia di fare movimento. Eppure non esistono scuse e bisognerà che tu gli compri un paio di racchette da trekking e che lo mandi a camminare tutti i giorni, abbinando alla camminata degli esercizi respiratori ritmati di tipo addominale. Rimedio principe dunque movimento, trasudazione ed esposizione solare.

STRATEGIE ALIMENTARI DA RISPETTARE CON RIGORE

Le strategie alimentari che hai citato sono l'arma giusta, visto che gli forniranno tanta acqua biologica e tanti enzimi per l'autodigestione, senza dover andare a pescare faticosamente enzimi digestivi dal pancreas e dal fegato. Niente proteine e grassi animali. Dovrai invece darti da fare a preparargli pasti deliziosi che soddisfino la sua tendenza a mangiar bene. La stagione estiva ti favorisce in tutto questo. Frutta acquosa di stagione a volontà, radicchio, valeriana, crescione, rucola, cavolo, finocchi, cetrioli, pomodori e verdurine di ogni tipo non mancheranno, ma come secondo dovrai dargli minestre di verdura, gnocchi di patate non irradiate, verdure saltate in padella, cavoli di Bruxelles, cavolfiori, insalata di patate con cipolla affettata sottile e prezzemolo, polenta arrostita con funghi o con fagioli, bruschette al pomodoro con peperoncino piccante, polpette e bistecche vegetariane o vegane.

SPREMIAGRUMI, ESTRATTORE ED ESSICATORE

Lavorare anche con l'estrattore (puoi rivolgerti a Fidel, info@natarella.nl), oltre che con l'essicatore solare (puoi rivolgerti ad Attilio Pisicchio 347-3336083). Se d'inverno valgono le spremute di agrumi o di melegrane, ora puoi darti da fare con gli estratti di carote-sedano ed ananas o mela, o di sole carote, o di solo sedano, o di bietole.

RISORSE NATURALI PER IL SISTEMA RENALE

Per quanto riguarda la plant-based diet a prevalenza crudista, ricca di vibrazioni e vitalità in termini di scala Simoneton, di radianza e di digeribilità, non ci sono controindicazioni. Per i reni puntare molto ad ananas, sedano e spremute di pompelmo. Altri alimenti amici del sistema renale includono anguria, asparago, avocado, germogli di pungitopo (ormai passata la stagione), germogli vari, carciofo, cavolo, cece, cren, ciliegia, crescione, fagiolo, fragola, fico, pere, mele, melanzana, melone, ortica, portulaca, prezzemolo, prugna, rape, rafano, ravanelli. Straordinaria la malva nella minestra e nelle insalate, e soprattutto come tisana. Ne può bere anche mezzo litro al giorno.

RISORSE NATURALI PER IL PANCREAS E L'IPERTENSIONE

Per il pancreas, va magnificamente bene ogni tipo di frutta acquosa e viva. Altre risorse naturali amiche sono tarassaco, radicchio, acetosa, ginseng, biancospino (foglie, fiori e frutti), corgnoli, rosa canina, more, fitolacca, alghe, iperico (pianta della felicità), equiseto, topinambur, mirtilli. Per l'ipertensione servono sedano, uvetta, finocchio crudo, biancospino tisane, mandarini, aglio, cipolla, porro. Per una buona preparazione igienistica ti possono essere d'aiuto anche i miei libri dall'Anima Edizioni e da Hygea Edizioni, nonché 6000 tesine dove puoi pescare quelle più urgenti digitando come motore di ricerca parole come rene, pancreas, ipertensione, diete.

TESINE DA LEGGERE

- Giovane 36enne alle soglie della dialisi, del 26/2/16
- Dieta post-operatoria ad asportazione prostatica, del 10/7/16
- Dieta post-operatoria a colecisti, Guillan-Barré e Sjogren, del 212/1/14
- Operato al pancreas e sottoposto a disorientamento eliminativo, dell'8/5/13
- Favorire la salute con l'alimentazione naturale sobria ed innocente, del 22/9/15
- Pancreatite, insufficienza renale e sindrome del rene piccolo, del 6/5/16
- Asportazione cistifellea e pancreas in progressiva necrosi, del 15/4/16

Valdo Vaccaro



Nessun commento:

Posta un commento