Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

martedì 12 luglio 2016

TIROIDITE SUB-CLINICA E GIARDIASI


LETTERA

DIAGNOSI DI GIARDIASI

Buongiorno Valdo, la seguo da molto tempo e ho letto il suo libro, che ho trovato molto interessante.
Le scrivo perché ho appena scoperto di avere dei valori alterati di TSH. Nel mese di Marzo il mio medico, non sapendo da cosa potevano derivare diarrea, stanchezza e dimagrimento, che non passavano da oltre due settimane, mi ha prescritto degli esami, sospettando un ipertiroidismo.  In realtà il mio disturbo derivava da una giardiasi, che poi è passata, ma in quell'occasione, il mio TSH è risultato a 5, mentre il T4 era nella norma.

TSH A 12,5, CANDIDOSI E DOLORI ARTICOLARI

A distanza di qualche mese, il mio medico mi ha fatto rifare gli esami e il TSH è salito a 12,5, col T4 sempre nella norma. Non sono tornata da lui, sapendo che mi prescriverebbe ormoni, che io non voglio prendere. Sono molto abbattuta perché non capisco che cosa sbaglio. Il mio stato di salute è sempre stato generalmente buono. Un po' di candidosi, tensioni alla cervicale e qualche dolore articolari, ma mai nulla di grave.

DIETA RESTRITTIVA E IPOTIROIDISMO SUB-CLINICO

Non mangio carne e derivati da quando avevo 22 anni (ora ne ho 47). Non mangio pesce e derivati da 7 anni. Non bevo latte. I formaggi li ho quasi eliminati. Faccio eccezioni solo se vengo invitata a cena e non ho alternative. Non mangio pasta raffinata, grassi saturi, né zuccheri, né miele o marmellate naturali. Non sono rigorosamente crudista, ma mangio semi, frutta, verdura, cereali, legumi. Leggendo in giro, mi sembra di capire che il mio sarebbe un ipotiroidismo sub-clinico, ma questa impennata da 5 a 12 mi spaventa. Sono alta 1.74 e peso 57 kg. Se il mio ipotiroidismo diventasse conclamato, ingrasserei e questo mi preoccupa. Per non dire della perdita capelli e di tutti gli altri segni clinici.

DOMANDE SU DIGIUNO, ALGHE E STATEGIE ALIMENTARI

Lei crede che un digiuno possa essermi d'aiuto? Ne ho fatto uno di una settimana un paio di anni fa.
Cos'altro potrei fare dal punto di vista alimentare? Ho letto che le alghe fanno bene a chi è affetto da ipotiroidismo. condivide? La ringrazio se troverà il tempo di rispondermi. Con stima.
Diana

*****

RISPOSTA

QUALCHE AGGIORNAMENTO SU LIBRI E TESINE

Ciao Diana. Dici di aver letto il mio libro. Ti ricordo che ho in circolazione 6 testi, 4 con Anima Edizioni, e sono Alimentazione Naturale, Alimentazione Naturale 2, Storia dell'Igienismo e Dizionario di salute naturale, nonché 2 testi sul Diabete da parte di Hygea Edizioni (info@hygeaedizioni.com). Ti manca dunque un po' di aggiornamento. Dal tono del tuo messaggio mi rendo conto che, pur comportandoti egregiamente, non stai affatto seguendo le regole della nostra Scuola Ingienistica, e che non stai pescando informazioni e suggerimenti dagli oltre 6000 articoli che stanno sul blog. Ti suggerisco di andare sulla mia rubrica "Corsi, conferenze e colloqui Valdo 2016" dove, in fondo al documento ci sono le istruzioni per iscriversi alla Newsletter e per ricevere le tesine in automatico, tutto su base gratuita.

TROPPA GENTE VIVE NELL'INQUIETUDINE BANALE ED INGIUSTIFICATA

Intuisco questa tua impreparazione per il fatto che mi chiedi dove stai sbagliando. È questo un atteggiamento molto comune e diffuso che rilevo troppo spesso nei messaggi in arrivo. Cosa stai sbagliando? Alcune cose le stai facendo giuste, certamente, e mi riferisco soprattutto alla tua scelta di non tornare dal tuo endocrinologo evitando probabile prescrizione di Eutirox. Altre cose invece suonano stonate. Vivere nell'inquietudine per una tiroxina TSH (Thyroid Stimulating Hormone) che si è alzata a 12,5 è il tipico atteggiamento di un non-igienista che vive incollato alle tabelle mediche e che respira corto, tutto preso dall'inquietudine per questioni banali.

DIMENTICARSI DI AVERE UN CORPO AUTOGUARENTE È ESTREMAMENTE GRAVE

È l'atteggiamento di chi non ha fiducia nelle proprie risorse interne e nelle leggi della Natura, di chi si abbatte facilmente, di chi non sa di possedere un capitale prezioso chiamato corpo intelligente ed autoguarente, di chi non conosce la regola per la quale il corpo non va mai contro se stesso. È l'atteggiamento di chi non conosce la regola eterna per cui ogni anomalia insorge solo quando serve e dura solo finché necessario.

LIBERIAMOCI DELL'IPOCONTRIA E DEL VITTIMISMO

Parliamoci chiaro, o si è ipocondriaci e malati immaginari in pianta stabile, sempre intenti a lagnarsi di questo e di quello, sempre portati a fare ipotesi pessimistiche sul proprio stato di salute o su quello che stiamo mangiando, come se il cibo fosse tutto mentre non lo è assolutamente. Il cibo ha ovviamente notevole importanza, ma vanno prese in considerazione anche gli altri ingredienti. Nel muovere questi appunti critici, non mi sto rivolgendo necessariamente a te in particolare. Parlo di tendenze comuni che sto riscontrando e che devono essere decisamente contrastate.

LA TIROIDE HA I SUOI BUONI MOTIVI FISIOLOGICI PER CHIEDERE AIUTO ALLA IPOFISI

Venendo al dunque, e persino prendendo in considerazione i dati tabellari da te citati, lo sbalzo del TSH rappresenta ne più ne meno una logica e fisiologica richiesta di maggiore stimolo ipofisario che la tiroide fa alla ghiandola ipofisaria. Fungendo la tiroide da centralina di controllo del metabolismo, e ritrovandosi con qualche difficoltà di tipo funzionale, essa chiede aiuto alla pituitaria sottoforma di più ormoni stimolanti. Tutto normalissimo e razionale, niente di patologico. Il fatto poi che i valori del T4 siano sempre a posto conferma quanto sto dicendo, per cui non esistono problemi di sorta sul piano ghiandolare.

ECCESSO DI PRESCRIZIONI E DI VENDITE DI TIROXINA, ENNESIMO BUSINESS DI BIG PHARMA

La tiroxina del resto è  uno dei farmaci più venduti, a fronte delle numerose prescrizioni. Troppe prescrizioni e troppe cure invasive. Lo dicono gli stessi medici, nei momenti di riflessione e di trasparenza. Una tiroide ben funzionante è fondamentale per l'intero organismo, ma l'eccesso di cure può portare altri problemi, come l'osteoporosi e le aritmie cardiache. Secondo gli esperti inglesi, il farmaco è troppo prescritto e nel tempo si è andata erroneamente abbassando la soglia di TSH oltre la quale si raccomanda il trattamento. Risultato? Il farmaco è consigliato anche a chi non ne ha bisogno, con pericolosi effetti collaterali non giustificati da un reale beneficio della terapia. L'eccesso di prescrizioni riguarda anche l'Italia. Per diversi anni la tiroxina è stato il sesto farmaco più venduto.

LASCIAMO STARE IL SUB-CLINICO E IL LATENTE

Dimentichiamoci dunque la tiroidite sub-clinica e la tiroidite latente. Se ragionassimo tutti in quei termini, saremmo tutti sofferenti di mortalità sub-clinica e di mortalità latente, essendo tutti destinati prima o poi a perdere le nostre spoglie materiali. Cerchiamo pertanto di essere meno ansiosi e meno vulnerabili. Sforziamoci di trovare dentro di noi la molla che porta alla serenità e alla fiducia. Cerchiamo di non stare sempre sulle spine, coltivando timori, paure e traumi privi di logica. I valori TSH salgono in base allo stress del vivere quotidiano. Fare visite e fare test medici, non dormirci sopra la notte, disturbando i nostri sonni, non può che far lievitare il TSH oltre i limiti.

LA GIARDIASI VA INVECE MONITORATA

Trovo invece più sensato fare un pensierino sulla Giardiasi, affezione parassitaria causata dal protozoo Giardia Lamblia, responsabile di gastrite e di dissenteria, noto anche come agente della diarrea del viaggiatore. È diffuso in tutto il mondo e, come del resto tutti i parassiti, non è facile da sradicare. Il fatto che tu abbia anche della candidosi, conferma questa ipotesi. Aglio, cipolla, chiodi di garofano, semi di zucca, mallo di noce nera, nocino, curcuma, assenzio, origano, zenzero, peperoncino, semi di sesamo, fichi, carote, yogurt, miele grezzo, sono tutte risorse naturali atte a prevenire e sconfiggere i parassiti di ogni specie. I parassiti si cibano dei nostri alimenti e pertanto di arrecano notevoli danni.

COSE DA FARE E COSE DA EVITARE NELL'IPOTIROIDISMO

Non mi voglio sottrarre comunque a qualche consiglio alimentare e comportamentale sulla tiroide. Evitare proteine animali, sale, zuccheri raffinati e dolciumi, fumo, caffè, cole. Bagni d'aria, bagni di sole e bagni di mare sono d'obbligo. Movimento ed esercizio fisico tutti i giorni. Relax e rimozione dei cattivi pensieri sono pure fortemente raccomandati.

QUALCHE CONSIGLIO ALIMENTARE

Occorre mantenere il ritmo metabolico su buoni livelli. Liberarsi dallo stress e fluidificare il sangue . Questo implica digestioni facili, rapide e complete, e per digestioni si intende l'intero ciclo stomaco-intestino-colon. Approfittare della buona stagione per fare il pieno di frutta acquosa e vitale. Serve anche più iodio. Alghe, cime di rapa, zucche, anguria, melone, cetriolo, spinaci, asparagi, okra, mirtillo, rapa, radicchio rosso, mirtillo, peperone, carciofo, melanzana, pesca, cavolo, cipolla, banana, carota, patata, patata dolce, pomodoro, mela, bietola, cavolo, sedano, limone, tarassaco, prezzemolo, mandorle, pistacchi, pinoli, farina di castagne, germogli, germe di grano.

TESINE DA LEGGERE

- Eccellente stato di forma senza Eutirox pur con alto valore TSH, del 19/12/14
- Test di riequilibrio tiroideo senza Eutirox, dell'8/7/12

Valdo Vaccaro



Nessun commento:

Posta un commento