Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

mercoledì 14 settembre 2016

CORRISPONDENZA DI FUOCO TRA OSHO E MADRE TERESA DI CALCUTTA


LETTERA

Valdo, dottore igienista. Due parole soltanto. Grazie per quello che sei e grazie per quello che fai.
Ti allego la risposta di Osho a Madre Teresa, certo che la apprezzerai.
Vit

*****

DALLE CORRISPONDENZE PEPATE DI OSHO


LETTERA DA UN ROBOT CHIAMATO MADRE TERESA

Proprio l'altro giorno ho ricevuto una lettera da Madre TeresaCiò che ha scritto nella lettera è sincero, ma è privo di senso. Madre Teresa non sa ciò che scrive, perché ragiona in modo meccanico, come un robot. 

LA PERDONO CON GRANDE AMORE

Scrive infatti: "Ho appena saputo del suo discorso. Mi dispiace molto per lei, per ciò che ha detto a proposito del premio Nobel che mi hanno dato e per gli aggettivi che ha usato sul mio conto. La perdono con grande amore".

NOBEL LUBRIFICANTE DI UNA SOCIETÀ OPPRESSIVA

Ho apprezzato la lettera, ma lei non ha capito gli aggettivi che ho usato. Se li avesse capiti si sarebbe dispiaciuta per se stessa. Gli aggettivi che ho usato sono: "imbrogliona, ciarlatana ed ipocrita". Il premio Nobel viene dato a chi funziona in questa società come un lubrificante, così che le ruote dello sfruttamento e dell'oppressione possano girare senza problemi.

IL NOBEL DI GESÙ È STATA LA CROCIFISSIONE

La persona veramente spirituale è ribelle. La società la condanna, invece di premiarla. Gesù è stato condannato come un criminale e Madre Teresa è rispettata come una santa. I ciarlatani vengono sempre lodati dalla società perché sono utili a mantenere lo status quo.

LA GENTE PUÒ ESSERE SALVATA SOLO SE DIVENTA CATTOLICA

Poco tempo fa c'è stato un disegno di legge al Parlamento Indiano sulla libertà di religione. Questa legge avrebbe proibito la conversione a un'altra religione, nel caso non fosse frutto di una libera scelta. Madre Teresa è stata la prima ad opporsi. Ha scritto una lettera ai politici: "Il disegno di legge non deve passare perché va contro tutto il nostro lavoro. Siamo determinati a salvare la gente, e la gente può essere salvata solo se diventa cattolica". La sua opposizione ha creato molto clamore in tutto il paese. Siccome i politici non volevano perdere i voti dei cristiani, il disegno di legge è stato abbandonato.

L'AMORE NON È CRISTIANO NÉ INDÙ NÉ MUSULMANO

Personalmente, io non converto nessuno: sono le persone a venire da me. Io non impartisco catechismo o alcuna dottrina. Io aiuto gli altri a tacere. Il silenzio non è né cristiano né indù né musulmano. Il silenzio è silenzio. Io insegno ad amare, e l'amore non è né cristiano né indù né musulmano. Io insegno ad essere consapevoli, e la consapevolezza non appartiene a nessuno. Per me questa è la vera spiritualità.

NELLA VITA BISOGNA ANCHE SAPERSI ARRABBIARE

Le persone come Madre Teresa sono ipocrite: dicono una cosa ma ne fanno un’altra. Per le cose che le ho detto lei "mi perdona con grande amore". Per perdonare qualcuno prima devi essere arrabbiato. Si dice che il Buddha non perdonò mai nessuno per la semplice ragione che non si arrabbiò mai. Come si può perdonare senza rabbia? È impossibile. Per cui lei doveva essere arrabbiata. 

IL PERDONO DEI CRISTIANI È SPESSO UNA IDIOZIA

Questo è ciò che io chiamo incoscienza: lei non sa ciò che dice. Quale crimine avrei commesso per essere perdonato? Basta con questa idiozia che i cattolici continuano a perdonare. Non ho commesso alcun peccato, quindi perché mi perdoni? Ribadisco tutti gli aggettivi, e ne aggiungo un paio: è stolta e mediocre. Se c’è qualcuno ha bisogno di essere perdonato è proprio lei. 
Osho Rajneesh

*****

RISPOSTA

SONO DA SEMPRE VICINISSIMO A OSHO

Ciao Vit. Grazie per il tuo contributo. Assai difficile non condividere i concetti di Osho, sempre puntuali e graffianti, mai scontati e mai banali. Anche se finora ne ho parlato e scritto ingiustamente poco, sono molto vicino alle posizioni del grandissimo pensatore, attuale più che mai, amato più che mai, presente più che mai. Maestro Mondiale del pensiero sottile e del rovesciamento sistematico dei valori mediocri, ottusi e conformisti del mondo contemporaneo. Disgregatore unico ed impareggiabile dei falsi miti, delle false religioni e delle false credenze.

GUAI CHIAMARLO FILOSOFO E GUAI CHIAMARLO INDIANO

Stavo per commettere la gaffe di chiamarlo filosofo, scordando che disprezza i filosofi, e di chiamarlo indiano, quando il suo amore per l'India si era di molto affievolito e quando la sua illuminazione non può compattarsi e contenersi in un singolo paese, per vasto e grande che sia.

BATTUTE PUNGENTI ED ABRASIVE

In questa circostanza probabilmente è andato un po' oltre le righe, e Madre Teresa poteva essere almeno un po' consolata con un minimo di generose coccole ad alleviare le pungenti battute, non fosse altro che per la sua età e la sua bonarietà vera o fasulla poco importa. Niente di tutto questo. Franchezza a tutto spiano. Ma in realtà Osho non ha voluto di certo usare la carta vetrata a caso. 

AD OSHO PREMEVA EVIDENZIARE LA SPIRITUALITÀ E COLPIRE IL FALSO BUONISMO

I suoi aggettivi apparentemente cattivi e cinici, privi di rispetto e di falsa diplomazia, li ha adoperati non tanto contro di lei come persona, non tanto con propositi demolitivi ed offensivi, ma piuttosto contro quello che essa rappresentava e rappresenta tuttora. Li ha adoperati contro il simbolo di bontà stantia, formale ed artefatta che essa incarna. Ha voluto esprimere con grande efficacia il concetto che la vera spiritualità porta ad essere condannati e non premiati, in una società corrotta, contorta e materialista come la nostra.

STO LAVORANDO SU OSHO, SU ERACLITO E SULLA VIA DEL TAOISMO CINESE

Nemmeno si trattasse di telepatia, sto proprio facendo una sintesi del suo pensiero straordinario sull'Armonia Nascosta, ispirato dai vari pensatori antichi di rottura tipo Eraclito, Lao Tzu e Chang Tzu, dove domina il pensiero profondo, dove prevale la poesia, dove le gocce di saggezza si susseguono a ritmo incalzante, dove viene indicata in continuazione la Via alternativa e l'Altro Pensiero.

Valdo Vaccaro






38 commenti:

Michele Stefani ha detto...

Ma quanto siete ridicoli! Un santone che fa del silenzio il suo più grande insegnamento che va a scrivere a Maria Teresa una lettera di offese. E qui un suo seguace che divulga attraverso i social per amplificare la polemica.

Antonio Armando ha detto...

Michele, con tutto il rispetto, mi sa che non ci hai capito un'acca.
Leggi qualcosa di Osho (ne basta davvero poco), cerca di liberarti da tutti i dogmi che ci hanno inculcato da quando siamo nati e poi rileggiti la discussione.
È solo un consiglio.
Non cerco polemica né scontro.
Buona giornata.

Antonio Armando ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Andre Maraglio ha detto...

Le crociate non sono mai finite Antonio ....figurati se Osho trova spazio nel fondamentalismo cristiano.....ma non e' un problema tanto tutti capiremo tutto a tempo debito.....senza differenze di religione.

Antonio Armando ha detto...

Carissimo Andrea, auspicarsi e adoperarsi, nel frattempo, per un presente meno cruento passa come la delirante trovata del seguace di turno dell'eretico santone, anch'egli, di turno.
Così (ed anche peggio) pare vada questo nostro (si fa per dire) mondo.

arvo ha detto...

Scusate la franchezza ma io quattro legnate le darei a questo Michele. È lo stesso che l'altra volta voleva convincere un'utente che bisogna mangiare di tutto.Ma cosa ci viene a fare da queste parti? E va bene.....,calma e sangue freddo, due o tre possono bastare.

Alessandra ha detto...

Esatto! E non godeva neppure di una salute tale da poter perorare la causa della dieta onnivora...

Enzo Spataro ha detto...

grazie Vit di questa chicca e grazie a Valdo per averla pubblicata.

Alessandro ha detto...

OSHO è stato arrestato moltissime volte per attività come traffico di droga, prostituzione, frode,reati in materia di immigrazione, avvelenamento di funzionari locali...tutto questo non viene però MAI RICORDATO dai suoi "fedelissimi". La "missione" di questo "profeta" iniziò in seguito a presunte "RIVELAZIONI MISTICHE" che gli avrebbero consentito di ricevere la "grande sapienza" o "illuminazione".Chandra Mohan Jain trascorse quindi un periodo come "maestro" itinerante e iniziò a tenere molte conferenze per illustrare i suoi principi e per insegnare a tutti come "diventare Dio" nel cosiddetto"sentiero scientifico verso Dio".Il guru assunse per sè l'umile titolo (...) di OSHO, "OCEANICO"...E scusate se è poco... OSHO costruì rapidamnte un IMPERO che ruotava completamente attorno alla SUA PERSONA, si costruì un PARADISO PERSONALE, ove essere SERVITO e RIVERITO in tutto.Come nei casi documentati di moltissimi altri guru il leader viveva in un lusso e in uno sfarzo totalmente scandalosi.
I fedeli venivano SPREMUTI come limoni, rinunciavano a tutto e tutto davano alla "comune".Tutta la grande ricchezza confluiva unicamente al VERTICE.La "spiritualità new age", la "rinuncia alle cose terrene" era lasciata ai poveri gonzi,OSHO viveva infatti nella bambagia, viaggiava su JET PRIVATI e amava smodatamente le AUTO DI LUSSO.
Nel 1980 OSHO acquistò la sua prima Rolls Royce, una Cornicle protetta da corazze e vetri antiproiettili.
I suoi discepoli cominciarono a comprare Rolls al ritmo di due al mese... Tutto questo è documentato. La Comune di OSHO mise a disposizione un centro di assistenza e un ingegnere della Rolls si recava periodicamente alla comune per testare le automobili. Una Rolls costa circa 173.000 dollari.Questa passione smodata per le Rolls Royce fece guadagnare a Rajneesh il soprannome di “Guru delle Rolls”!Quando si domandò ad OSHO della sua faraonica ricchezza egli scrisse:
"Quelle macchine non mi appartengono, nulla mi appartiene.
Sono il più povero uomo nell'intero mondo,
La mia gente MI ama; vogliono fare qualcosa per ME
Tutte quelle macchine appartengono alla comune.
Loro le rendono disponibili a ME per un'ora ciascun giorno.
Io non so che macchina essi portano, ma una cosa è certa, che io sto bene solo in una Silver Spur.
E loro mi amano così tanto che stanno tentando
di avere trecensosessantacinque Rolls Royce, una per ciascun giorno. E io dico,
perchè no? Grande idea!"
Il termine "comune" per OSHO significava: ME STESSO.
NESSUNO, tranne Osho, poteva infatti DISPORRE di quelle auto. NESSUNO poteva guidarle TRANNE LUI.
Le parole di OSHO sono una PRESA IN GIRO ma i fedelissimi pagano... e TACCIONO sorridenti.
Mi fermo qui che è meglio.......

Enzo Spataro ha detto...

Questa esposizione ha un non che di cervellotico e strumentale, mi risulta, comunque, che se accostata alla controparte in questione (madre teresa di calcutta) abbia delle combacianze impressionanti.

Alessandro ha detto...

Se interessa a qualcuno a questo link avete tutto il resto,con foto ed immaginiche testimoniano quanto esposto sopra.
http://www.marcovuyet.com/ALARMA%20FALSI%20PROFETI%20OSHO.htm
Il link porta ad un sito che analizza moltissimi argomenti di questo genere,non fatevi influenzare dai commenti dell'autore poichè potreste essere daccordo o meno in base alle vostre credenze religiose,ma prendete le informazioni per quelle che sono!

arvo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
arvo ha detto...

Personalmente ho la fortuna di non essere seguace di nessuno.Tuttavia di Osho mi interessa ciò che ha detto e scritto e poco di come viveva. Comunque sono fatti noti e arcinoti e ciascuno può trarne le conseguenze che crede.
Lo trovo interessante anche se spesso le sue esposizioni mi sembrano confuse e qualche volta persino contraddittorie.
Conosco bene anche il sito "Marcovuyet" ma me ne sono fatto un'opinione fortemente negativa.L'autore mi pare proprio un pericoloso fanatico "purista"...se così si può dire.

Antonio Armando ha detto...

Grazie Alessandro per la preziosa (per chi non ne fosse già al corrente) segnalazione.
Sono pienamente d'accordo con Arvo.
Nessun maestro, nessuna setta, nessuna comune.
Tutto è utile per sviluppare ed affinare la propria autonomia, accrescere il senso di responsabilità e consapevolezza, così da poter disimpegnarsi al meglio (o alla meno peggio, se preferisci) in questa giungla che è la vita.
Ho scritto senz'altro delle banalità.
Ma spesso le situazioni che la vita ci propone sono molto più semplici di quanto vogliamo credere.
Grazie ancora e buona giornata.

Enzo Spataro ha detto...

è solo una realtà vista da una prospettiva, lo sport preferito dal genere umano, tanto per farsi un'idea come fanno i mass media nazionali in simbiosi coll'apparato di regime spalando continuamente fango sui 5 stelle in maniera da farli apparire all'opinione pubblica dei comuni politici disonesti e corrotti.

Antonio Armando ha detto...

Mi sa che non hai tutti i torti, Enzo.

arvo ha detto...

Non entro minimamente nelle questioni politiche e partitiche,pero' lasciatemi dire che trovo vergognoso il fatto che proprio ora i vescovi si intromettano nel clima politico romano per attaccare la neo sindaca senza che questa abbia avuto il tempo di fare alcunché.Invece durante il sacco mafioso precedente non hanno fiatato.Mi fanno un po' schifo...con tutto il rispetto possibile.
E scusate il francesismo.

Davide ha detto...

Una vita ad aiutare i poveri in mezzo alle strade di Calcutta e qui si legge una bella tesina difendendo il santine Osho che ha pensato solo ad arricchirsi.Forse la dieta vegana gioca brutti scherzi?E poi un'altra cosa riguardo ai controlli a Valdo, ma quello che lui chiama rimborso spese è stato seguito da regolare fattura? Perché per chi non lo sa in Italia sarebbe obbligatoria e gli operai come il sottoscritto pagano tutte le tasse( giuste o sbagliate che siano)..saluti a tutti i liberi pensatori..

Antonio Armando ha detto...

Finalmente un intervento sensato!

arvo ha detto...

Ho capito! Dunque Golia è stato ucciso perché non pagava le tasse.
Ora tutto ha un senso.

Davide ha detto...

Enzo Spataro definisce questa tesina una chicca..io la definisco una porcata..l'altro parla di crociate..ma non si può saltare di palo in frasca..per me tra una persona che ha dedicato la vita ai poveri e malati e uno che guidava una rolls diversa ogni giorno non ha neanche senso fare paragoni.magari per voi è meglio osho..non è un mio problema..e non parliamo di religioni, chi si dedica al prossimo con amore GRATUITO per me è un esempio, non mi importa né la sua religione né il colore né il sesso..chi invece vuole porsi come persona di etica nobile e poi guarda al suo tornaconto non mi piace...sia prete, uomo comune, politico o persona che fa colloqui a cento euro l'ora senza fattura, massaggiatore o idraulico che lavora in nero..

Davide ha detto...

Un ultima cosa per Arvo che parla di legnate a chi non la pensa come lui..ma voi vegani non avete la pace dei sensi?e rispetto per le opinioni altrui?Prova a venire a darle a me le legnate e poi vediamo come va a finire..

Antonio Armando ha detto...

Davide, format c:.
Reinstalla il SO, e tutti gli applicativi.
Ma non approvviggionarti da un unico fornitore.
E poi torna qui a confrontarti (se vuoi).
Probabilmente affronteresti la questione in maniera diversa.
Sicuramente sto prendendo un grosso abbacchio, ma temo che anche tu, allo stato, non hai colto il senso del discorso.
Ti chiedo scusa anticipatamente per quanto sopra e, se puoi, risparmiami le legnate.
Grazie.

arvo ha detto...

Allora Davide. Se vogliamo parlare seriamente è un conto. Se vuoi venire qui per farti bello hai sbagliato strada. Anzitutto la battuta (semplicemente tale) sull'altro utente ha dei precedenti. Se non li conosci hai già sbarellato in partenza.Uno che profitta degli utenti che si rivolgono a Valdo, per dar loro consigli "privati" in contrasto con quest'ultimo, fa una cosa scorretta. E proprio a questo mi riferivo. Deve ringraziare solo il fatto che nessuno controlla. Non si tratta di censurare ma semplicemente è una questione di correttezza. Hai idee completamente diverse? E sai anche che tutti la pensano diversamente? Allora dopo un pò le tue opinioni diventano semplicemente provocatorie.( Ti fai il tuo sito e parli con gli utenti che scelgono di parlare con te). Se viceversa danno un contributo alla comprensione dei temi, allora è un altro paio di maniche e ben vengano. La legnata metaforica corrisponde allora al semplice essere "bannato"...credo si dica così. Quanto a te si può sapere perché non dovrei consultare liberamente Osho, visto che ho anche specificato che conoscevo benissimo tutta la sua vicenda? Tra l'altro non sono un suo particolare estimatore; mi interessa però riflettere su quello che ha scritto e detto.Poi se vuoi parliamo anche di luci ed ombre di Madre Teresa, perché ho eventualmente qualcosa da dire.

Davide ha detto...

Ti rispondo e poi chiudo...credo che oggi più che mai tante persone si trovino spaesate in questa società non a misura d'uomo..anche io come credo tanti altri mi pongo interrogativi riguardo alla vita e quello che sto notando è che nella società dove tutto è business e consumismo si sia creata una schiera di santoni, guru e maestri spirituali...tutti scrivono libri, viaggiano tenendo conferenze in tutto il mondo e vivono da nababbi con i soldi che guadagnano..Quello che mi infastidisce è il fatto che non credo che un maestro spirituale debba farsi pagare per il suo operato ma dovrebbe considerare la sua comprensione dei misteri della vita come una missione..
In questo caso il mio riferimento principale rimane Gesù( purtroppo non posso dire la chiesa che ogni giorno con il suo operato tradisce gli insegnamenti del Cristo)..ho letto osho e tanti altri e alla fine credo che i loro insegnamenti non supportati da esempi di altissima integrità morale siano insegnamenti vuoti e addirittura malvagi in quanto lucrano sul bisogno di spiritualità delle persone..saluti

Davide ha detto...

Ti rispondo e poi chiudo...credo che oggi più che mai tante persone si trovino spaesate in questa società non a misura d'uomo..anche io come credo tanti altri mi pongo interrogativi riguardo alla vita e quello che sto notando è che nella società dove tutto è business e consumismo si sia creata una schiera di santoni, guru e maestri spirituali...tutti scrivono libri, viaggiano tenendo conferenze in tutto il mondo e vivono da nababbi con i soldi che guadagnano..Quello che mi infastidisce è il fatto che non credo che un maestro spirituale debba farsi pagare per il suo operato ma dovrebbe considerare la sua comprensione dei misteri della vita come una missione..
In questo caso il mio riferimento principale rimane Gesù( purtroppo non posso dire la chiesa che ogni giorno con il suo operato tradisce gli insegnamenti del Cristo)..ho letto osho e tanti altri e alla fine credo che i loro insegnamenti non supportati da esempi di altissima integrità morale siano insegnamenti vuoti e addirittura malvagi in quanto lucrano sul bisogno di spiritualità delle persone..saluti

Davide ha detto...

Ti rispondo e poi chiudo...credo che oggi più che mai tante persone si trovino spaesate in questa società non a misura d'uomo..anche io come credo tanti altri mi pongo interrogativi riguardo alla vita e quello che sto notando è che nella società dove tutto è business e consumismo si sia creata una schiera di santoni, guru e maestri spirituali...tutti scrivono libri, viaggiano tenendo conferenze in tutto il mondo e vivono da nababbi con i soldi che guadagnano..Quello che mi infastidisce è il fatto che non credo che un maestro spirituale debba farsi pagare per il suo operato ma dovrebbe considerare la sua comprensione dei misteri della vita come una missione..
In questo caso il mio riferimento principale rimane Gesù( purtroppo non posso dire la chiesa che ogni giorno con il suo operato tradisce gli insegnamenti del Cristo)..ho letto osho e tanti altri e alla fine credo che i loro insegnamenti non supportati da esempi di altissima integrità morale siano insegnamenti vuoti e addirittura malvagi in quanto lucrano sul bisogno di spiritualità delle persone..saluti

Antonio Armando ha detto...

La realtà è questa ragazzo. Che ci piaccia o no.
Grazie a dio (o chi per lui) abbiamo tanti esempi ai quali ispirarci.
Alla fine, quello che conta rimane la realtà dei fatti.
Beati quei poveri disgraziati che hanno avuto sollievo dall'opera (reale, concreta) di madre teresa e di quanti come lei.
Fortunato chi riesce a migliorare e a migliorarsi traendo spunto dall'osho di turno.
Tutto serve a non rincoglionirci con le castronerie che il "sistema" vorrebbe imporci.
Star qui a far discorsi campanilisti gioca, ancora una volta, a favore di chi lucra su tutto.
Svegliamoci signori. E cerchiamo di dare un segnale forte a chi di dovere.
I tempi, comunque, stanno cambiando. Per fortuna.

Antonio Armando ha detto...

Cancro: la rivoluzione scientifica e il cambio di paradigma
Marcello Pamio – 16 settembre 2016

A livello globale sta succedendo qualcosa di molto particolare: le più importanti riviste scientifiche accreditate (quelle col più alto Impact Factor, fattore d’impatto), stanno pubblicando studi e ricerche che minano alla base l’attuale paradigma.
La verità come si sa è figlia del tempo e stiamo assistendo ad un grande, strutturale e dirompente cambiamento scientifico. Il vecchio verrà spazzato via dal nuovo, che ci piaccia o no.
Gli accanimenti vergognosi che si stanno scatenando su tutti quei medici che in Scienza e Coscienza seguono le volontà dei propri assistiti e tralasciano i diktat delle industrie del farmaco vengono sistematicamente tacciati di ciarlataneria e pesantemente minacciati; gli attacchi mediatici dei media mainstream sulle persone che decidono di intraprendere altre strade aldilà della mortiferia chemio indicano esattamente questo.
Le persone stanno prendendo sempre più coscienza su vari fronti: i rischi delle vaccinazioni pediatriche, i grossissimi pericoli di chemio e radio, l’importanza di uno stile di vita sano in primis l’alimentazione, e questo sta facendo tremare il terreno sotto i piedi dell’Industria della malattia, che non guadagna se le persone rimangono sane!
Ricordiamo sempre che il pericolo più grande per il Sistema è il risveglio delle coscienze.

Antonio Armando ha detto...

Fine del paradigma
Secondo lo storico e filosofo della scienza Thomas Samuel Kuhn le rivoluzioni scientifiche segnano i diversi momenti della storia della scienza.
La prevalenza di un dato paradigma segna una fase di “scienza normale” e in questa fase il paradigma dominante non viene mai messo in discussione.
In questa fase i protocolli e le cure ufficiali non si toccano.
Quando invece sorgono quelle che lui chiamava “anomalie” (noi le possiamo identificarle con studi ufficiali che vanno in direzione contraria a quella della visione odierna, e anche con l’aumento delle persone che prendono coscienza in ambito salutistico e terapeutico) si formano delle situazioni di crisi.
L’accumulo di queste ‘anomalie’ sfociano in una vera e propria “rivoluzione scientifica” contraddistinta dall’adozione di un nuovo paradigma.
Tale adozione di fatto istituisce una nuova comunità scientifica, ed è forse quello che stiamo vedendo accadere nella nostra società…

Antonio Armando ha detto...

http://www.disinformazione.it/Cancro_cambio_paradigma.htm

Solo uno dei tanti buoni spunti di riflessione.

arvo ha detto...

Va bene, chiudo anche io; non senza riconoscere che le tue considerazioni sono a mio avviso piuttosto interessanti. Questo perché accanto a persone che scelgono di essere materialiste, atee, scettiche o laiche, ce ne sono altre che hanno gli atteggiamenti più diversi; ognuno cerca di vivere come meglio può o sente di dover fare. C'è chi è religioso, chi spiritualista secondo modi e forme diversissime e magari inconciliabili tra loro. Io mi reputo spiritualista ma del tutto a modo mio (non col capriccio...intendiamoci)ed osteggio in maniera particolare il neospiritualismo di marca New Age; Valdo invece, per es,si iscrive a pieno titolo certamente a quest'ultima categoria ed infatti personalmente non sono affatto sulla sua stessa lunghezza d'onda. Il mondo è bello (o brutto quando non è più a misura d'uomo)perché è vario.
Allora io dico, con il massimo rispetto per le convinzioni di ognuno, che Madre Teresa fu una persona d'eccezione e certamente una straordinaria interprete dell'altruismo umanista, quasi fino al sacrificio personale....come tutti sappiamo. Ma operò anche, inconsapevolmente,quel traghettamento storico della coscienza umana dalla percezione della dimensione della trascendenza alla semplice umanità in senso sociale che per me non è affatto spiritualità; non è senso dell'eternità ne è ricerca del mistero dell'esistenza caduca dell'uomo terreno e biologico. Né è ricerca interiore per l'autocambiamento positivo.Niente clericalismo,dunque, da parte mia; ma riflessione sul mistero del :"mio regno che non è di questo mondo" o "dell'albero con le radici in alto". Il contrario, tanto per intenderci, di papa Francesco al quale interessa solo l'uomo e la dimensione umana in salsa social-umanitaria, a me totalmente estranea. Ovviamente queste premesse fanno si che la mia preferenza vada necessariamente a chi professa la dottrina dell'illusorietà del mondo e della vita (più Gautama o Shankara che Byron, Leopardi o Schopenauer)e della grandiosità dell'infinito Tao di Lao Tsu. Così nel Phanteon delle mie figure di riferimento una pur valentissima Madre Teresa, non trova alcun posto. Lieto che altri la pensino diversamente, come è giusto che sia.

Enzo Spataro ha detto...

La "POVERA" madre teresa di calcutta girava il mondo con voli sfarzosi accolta con tutti gli onori da capi di governo e nelle sfarzose sale vaticane mentre in India istituiva lazzaretti sovvenzionati per dare ulteriori torture a moribondi all'ultimo stadio, ciliegina sulla torta, il dio terreno, che sovrasta di gran lunga quello dei cieli, ha proceduto alla sua beatificazione.
Che dire? se le cantano e se le suonano self service.

arvo ha detto...

Da parte mia mi rendo conto di non aver mai pensato a questi aspetti proprio perché non ho mai provato il desiderio di approfondire.Di Osho ho letto dei libri che mi hanno portato a riflettere.Un altro che invece trovo banale, conformista e poco interessante è il Dalai Obama.... Opsss.... ll Dalai Lama...volevo dire.

Davide ha detto...

Qualcosa di osho ho letto anche io..ho trovato ispirazione da Echkart Tolle ma poi ho notato che anche lui richiede iscrizioni a pagamento sul suo sito..anche yogananda mi ha fornito spunti interessanti..visto che siamo in tema se qualcuno vuole fornire letture interessanti sarò ben lieto di approfondire..

Enzo Spataro ha detto...

Purtroppo in questo tempestoso samsara è arduo reprimere le emozioni perturbatrici, la strada che porta all'illuminazione è impervia ed illusoria.

Enzo Spataro ha detto...

Echkart Tolle: Il potere di adesso
L'ho acquistato ma ancora non ho intrapreso la lettura.

Into the wilde into the wilde ha detto...

Chi è Maria Teresa?

Posta un commento