Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

martedì 27 settembre 2016

ESISTONO ANCHE LE CRITICHE GRATUITE E PRIVE DI FONDAMENTO


LETTERA

È APPAGANTE PER ME DIFENDERE UN FRATELLO

Grazie per le informazioni sui libri. Per tua guida ho appena commentato in tua difesa. So che non ne avresti bisogno ma mi sono sentito toccato dalle bugie che ho letto come se tu fossi un fratello. Ecco il pessimo link che sparla di te: http://www.raot.it/chi-e-davvero-valdo-vaccaro/
Il mio commento in fondo, col mio nickname Darius, e ho scritto quanto segue.

OPINIONI OMOFOBICHE E STERILI POLEMICHE SUI TITOLI DI LAUREA

Omofobia significa paura irrazionale, intolleranza e odio nei confronti degli omosessuali. Valdo non ha assolutamente espresso questi sentimenti, pertanto invito a rettificare il vostro pensiero bislacco. Per il resto dei commenti che ho letto, ridicola la tesi del dottore. Che appellativo dovrebbero affiancare a un laureato se non dottore? Valdo è dottore nelle specialità per cui ha studiato ed è igienista e non medico, fatto di cui peraltro si vanta, pertanto la vostra polemica è sterile. 

CONSIGLI PREZIOSI A VANTAGGIO DELLA GENTE

Nel suo blog dispensa consigli preziosissimi, gratuiti e disinteressati a chi glielo chiede, con uno stile di scrittura che apprezzo molto e lontano dall'integralismo vegano, anzi lui capisce e accetta eventuali piccole trasgressioni alimentari. Valdo mi ha davvero salvato con i suoi consigli, è semplicemente un grand'uomo e dovreste apprezzarlo invece di attaccarlo. Ravvedetevi, perché non c'è ragione alcuna per ripudiarlo, come alcuni tra voi stanno facendo. Leggetelo, leggete le testimonianze veraci della gente, apprezzatelo per quello che è, una persona che vuol fare e fa solo del bene.
Darius da Barcellona

*****

RISPOSTA

SEI BUONO E TI TIRANO LE PIETRE, SEI CATTIVO E TI TIRANO LE PIETRE

Ciao Dario. Grazie per la difesa e per avermi segnalato questo link che va a pescare nel torbido e nelle vecchie polemiche con l'evidente scopo di disgregare, di demolire e di offuscare la mia immagine personale. Prendere delle frasi singole e trasbordarle ad arte per farne delle deduzioni e dei commenti di comodo, è una brutta abitudine di chi marcia in malafede e in assenza di argomentazioni concrete.

NULLA HO CONTRO GLI OMOSESSUALI, MA NESSUNO PUÒ PRETENDERE CHE IO SIA UNO DI LORO

Ho sempre detto che sono molto tollerante nei riguardi delle scelte e delle situazioni più svariate della gente. Chi mi conosce da vicino lo sa. È da una vita che scherzo amichevolmente con gli omosessuali. Me li ritrovavo a bordo delle compagnie aeree asiatiche come steward, o come camerieri nei grandi alberghi di Singapore. Mai fatto polemiche, discriminazioni gravi o battute offensive. Potrei essere stato ingenuo a scrivere le frasi indicate, non rendendomi conto che qualcuno le avrebbe prese come pretesto per denigrare a ruota libera.

MISURARE LA GENTE A TITOLI DI LAUREA È STUPIDITÀ MANIFESTA

Quanto ai miei titoli di laurea non sono laureato solo in economia, ma anche in Naturopatia, Filosofia e Scienze Comportamentali, e ho pure tutti gli esami svolti e completati all'università di Filosofia di Trieste, mancandomi solo tesina e tesi finali, non completate per assoluta mancanza di tempo. Ma si tratta sempre di carte ufficiali nelle quali credo fino a un certo punto. Non capisco perché certa gente continui a perdersi in queste insulsaggini.

UNA MILITANZA A VITA NEL MOVIMENTO VEGETARIANO PARLA DA SÉ

Quanto al mio preteso non veganismo, non intendo prendere certamente lezioni di coerenza da questi elementi carichi di sentimenti negativi e di cattiveria pregiudiziale per motivi che non conosco nemmeno. È probabile che si tratti di vegan-vegetariani alla moda e dell'ultimo istante, destinati alle sorti delle bolle di sapone. Sono stato rigorosamente vegetariano per 35 anni e tendenzialmente vegan-crudista per gli ultimi 30 anni. 

SONO CONTRARIO ALLE ETICHETTE ESTERIORI

Non mi risulta di essere uno che predica bene e razzola male, come qualcuno vorrebbe insinuare. Non mi è mai piaciuta peraltro l'applicazione di etichette di qualsiasi tipo, vegano, vegetariano o qualsiasi altra cosa. Riconosco di aver consumato in due fasi ravvicinate degli ultimissimi anni, qualche alice col cappero. Mi rendo pure conto che l'onestà di ammetterlo senza tentennamenti, senza sotterfugi ed imbarazzi, e senza alcuna caduta di etica interiore, non viene apprezzata. Questa, caro Dario, è gente che non merita alcuna attenzione ed alcuna critica. Spendo queste mie parole come chiarimento per la gente che conta.

UN MINIMO DI APERTURA MENTALE TI RENDE PIÙ POSSIBILISTA E PIÙ TOLLERANTE, E DUNQUE MIGLIORE

L'ho fatto per una serie di motivi che vanno dalla sperimentazione, all'apertura verso una udienza più ampia e non di nicchia, e se vogliamo per voglia di trasgressione temporanea alle regole, ossia per liberarmi da ogni trappola e da ogni dipendenza mentale persino se di matrice virtuosa. Si perde forse il titolo di vegani se questo accade? Certamente che no. Le nostre qualità rimangono sempre tendenziali e valgono per il tempo nel quale le attuiamo. 

NON SOFFRO DI COMPLESSI E TANTO MENO DI CRISI DI COSCIENZA

Al momento non mi alimento di alici, e a volte, se e quando mi sento, posso persino indugiare in qualche uovo ruspante e qualche formaggio di malga, optando per uno stile meno talebano impostato sul veganismo tendenziale ma anche sul vegetarianismo a tratti, soprattutto se non ho tempo e modo di usufruire dell'uva giusta, e della frutta che preferisco. Questo non mi impedisce affatto di asserire che l'opzione vegan-crudista assoluta va vista come punto di perfezione, per chi riesce a raggiungerla senza contraccolpi e a mantenerla coerentemente nel tempo. Ho attuato settimane di fruttarismo totale con ottimi risultati e grande soddisfazione, per non pensarla in questo modo.

GLI SCHEMI FISSI ED INVIOLABILI MI ANNOIANO

Trovo liberatorio e consolante essere vegano rigoroso per certi giorni e vegetariano per altri giorni. Trovo piacevole e sostenibile essere basilarmente, cioè in fortissima prevalenza, crudista e fruttariano. Ci tengo molto alla mia libertà personale e alla lontananza dagli schemi fissi, senza rinunciare mai ai miei principi e alla mia coerenza con essi. 

SONO UN AVVERSARIO ASSOLUTO DI OGNI PREVARICAZIONE CONTRO GLI INDIFESI

In 70 anni consecutivi non ho mai debordato e non mi sono mai sognato di prendermi dei salumi, della mortadella, del prosciutto o delle bistecche, essendo autentico e reale avversario dei macelli. Al contrario ho continuato a fare opera di difesa animale e di condanna della carne in migliaia e migliaia di circostanze, di pranzi e di cene con amici in Italia e all'estero. Non sono affatto un consumatore di pesci o di crostacei, anche se provo molta più comprensione per i pescatori non seriali che per i boia sistematici dei macelli e per i cacciatori, logico o non logico che sia.

PESSIMO GUSTO ED INGRATITUDINE

Trovo di pessimo gusto e di somma ingratitudine che qualcuno venga a farmi questo tipo di accuse. Qui c'è malanimo, malafede e isterismo gratuiti. Niente altro che questo. So benissimo che le alici hanno diritto di vivere al pari della balena, del tonno e del delfino. Stessa cosa per il topo e l'elefante, anche se occorre fare le debite differenze tra la distruzione di un cetaceo pacifico e centenario, di un rinoceronte o di un pachiderma a rischio di scomparsa per l'odioso commercio di avorio, e la pescata di qualche pesciolino tra un branco infinito di pesci, quando chiunque usi l'auto investe e uccide ad ogni uscita non solo uccellini, ricci, lucertole e lepri, ma anche milioni di moscerini. 

CRITICHE GRATUITE E PRIVE DI FONDAMENTO

Non voglio essere né un santo, né un eroe, né tanto meno un talebano. Chi percorre questi sentieri polemici e tortuosi dimostra con chiarezza di non essere all'altezza e di essere non solo immaturo, ma anche roso e corroso internamente da sentimenti poco puliti, carichi di odio e di emozioni patologiche.

Valdo Vaccaro









Nessun commento:

Posta un commento