Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

martedì 13 settembre 2016

LEGALE RAPPRESENTANZA LR, DIRITTI UMANI INTERNAZIONALI E DIFESA DAGLI ABUSI


LETTERA

DIFESA DAGLI ABUSI DELLA MAGISTRATURA ITALIANA

Spett/le Valdo, spero che qualcuno le abbia già suggerito la strada della LR per difendersi dagli abusi della magistratura italiana. Se la cosa le giunge nuova si dovrà studiare un po' di documentazione e ascoltare i video che si trovano su Popolounico.org e molti altri su YT.

UNA PROCEDURA LENTA MA EFFICACE PER SVINCOLARSI DAL SISTEMA

PU o Popolounico come gruppo di persone ha i suoi difetti, ma la procedura scovata da Valeria Gentili e altri rappresenta al momento un efficace modo per svincolarsi dal sistema. Non è una strada rapida, ci vuole qualche mese per entrare nella forma mentis gusta e acquisire il minimo di competenze necessarie a far valere il nuovo status giuridico che la LR comporta. Inoltre la successiva procedura per ottenere le apostille in Prefettura e Procura può richiedere altro tempo. 

FAR VALERE I DIRITTI SU BASE GIURIDICA SOVRANAZIONALE

Ci sono poi varie DSAN (Dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà) che andrebbero formalizzate nelle sedi appropriate. Questo per dare corretta pubblicità al trust umano vivente, il suo patrimonio, la Persona Fisica e il Soggetto Giuridico, e notificarlo, al fine di far valere la posizione di soggetto di diritto internazionale, estraneo allo stato ITALIA, con giurisdizione sovranazionale basata sui Trattati e Convenzioni dei Dirittti Umani. 

PROCEDURA TUTTAVIA SPERIMENTALE ED INEDITA

Come fa lo stato che sancisce e notifica, così può fare il LR, dichiarando e depositando degli atti legalmente validi a tutti gli effetti. È un'avventura in gran parte ancora sperimentale ed inedita, un'evoluzione delle velleità sovraniste e spesso autolesioniste, in alternativa a chi si muove invece in "punta di diritto". 

GLI AVVOCATI NULLA SANNO DI TUTTO QUESTO

Ritirando ogni delega allo Stato rimane il principio di autodeterminazione dell'essere umano, che però deve essere fatto valere con le procedure e le formalità adeguate. Io rimango a disposizione per quanto posso a rispondere alle domande che potranno sorgere, ma non sono un vero esperto. Gli avvocati non sanno nulla di questo, e solo qualche giudice ne coglie la portata. Mi chiamo Giovanni, e abito a Roma. Prossimamente prevedo di fare un salto in Procura a Trieste, se vuole ci troviamo di persona. Un abbraccio.
Giovanni

*****

RISPOSTA

Ciao Giovanni. Grazie ovviamente per questo intervento e queste informazioni sicuramente interessanti. Dal momento che sono difeso da uno Studio Legale particolarmente autorevole ed affidabile con sede a Udine, trasmetto l'informazione nella eventualità che possa essere utilizzata in concreto.

Valdo Vaccaro


4 commenti:

Massimo Onetti Muda ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Andrea ha detto...

Il link indicato mi porta a siti spam.

Anonymous ha detto...

A me si apre giusto

Andrea ha detto...

Con il cellulare bisogna aprirlo un paio di volte

Posta un commento