Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

mercoledì 28 settembre 2016

LIPASI ED OMOCISTEINA QUASI NORMALI MA ANSIA FUORI DAL RANGE



LETTERA

ANALISI NELLA NORMA

Buonasera Dottore. Sono Jessica e ho quasi 28 anni. Ho fatto varie analisi. Tutto nella norma, a parte la lipasi che andrebbe da 0 a 60, mentre la mia è a 60, cioè al limite, per il resto tutto bene. 

DUBBI SULL'OMOCISTEINA E STATO ANSIOGENO 

L'omocisteina è a 14.50 e i parametri sono da 5 a 20, ma io non sono tranquilla nonostante so che rientrano nel range. Sto prendendo acido folico da circa 3 settimane e, tra qualche giorno, ripeto le analisi. Quel 14.50 è un valore troppo alto? Sono in ansia per questo e ho paura di essere in pericolo. Per favore mi dia una risposta. La ringrazio.
Jessica

*****

RISPOSTA

LIPASI ALTA E QUALCHE DISFUNZIONE AL PANCREAS

Ciao Jessica. La lipasi è un enzima che scinde i grassi presenti nel cibo. La concentrazione di lipasi alta nel sangue è un indicatore di potenziali problemi al pancreas. 

LA BETAINA DELLE BIETOLE ROSSE ABBASSA L'OMOCISTEINA

La lettura dell'omocisteina va associata a quella del colesterolo e dei trigliceridi. Solo nel caso di colesterolo alto e di omocisteina alta nel contempo ci può essere rischio cardiovascolare. In ogni caso, una assunzione di succo di bietola rossa o anche un inserimento nella dieta di bietole rosse leggermente cotte, includendo anche le loro foglie crude o al vapore, porta alla desulfurazione del sistema e ad un abbassamento dell'omocisteina, che nel caso tuo non è comunque su livelli preoccupanti. 

STESSO DISCORSO PER GLI SPINACI

Anche lo spinacino aiuta ad abbassare l'omocisteina, grazie alla betaina che esso contiene in quantità, similmente alle bietole. Ricorrere a queste risorse sì, ma senza esagerare poiché contengono acido ossalico, che danneggia l'assorbimento del minerale calcio. Non è davvero il caso di stare inutilmente in ansia. È dell'ansia che occorre preoccuparsi principalmente, essendo essa autentica apportatrice di patologie. I valori dell'ansia, pur importantissimi, non vengono misurati nelle varie analisi che stai facendo.

L'ACIDO FOLICO COME TUTTE LE VITAMINE E I MINERALI SI ASSUME IN FORMA NATURALE E NON SINTETICA

Non trovo affatto sensato assumere vitamina B9 o folati in forma sintetica, visto che esiste una abbondanza di acido folico in tutte le foglie verdi, germe di grano, funghi, legumi, radicchi, cavoli, cavolfiori e pomodori. Ovvio che la forma sintetica, soprattutto nel gruppo B, comporta effetti collaterali con eccessi non facilmente espulsi per via renale ed intestinale.

VIVERE ANSIOSAMENTE IN FUNZIONE DEI RISULTATI TABELLARI NON È VIVERE

Altra cosa che mi lascia molto perplesso, questo vivere in funzione delle analisi e dei loro risultati nella norma, quando le analisi più importanti sono quelle che non si fanno e che invece si sperimentano col proprio sentirsi in forma. Le analisi del sangue sono dopotutto delle foto istantanee su valori in continuo cambiamento. Scarsamente affidabili, scarsamente predittive, scarsamente utili se non per giustificare degli interventi medici. Stiamo attenti a non cadere nel vortice dei controlli, che già di per sé è sintomo patologico, sintomo che riflette la scarsa fiducia in se stessi e nelle qualità autoguarenti ed autoequilibranti del proprio corpo.

URGE UNA MAGGIORE PREPARAZIONE

Suggerisco un netto cambiamento di rotta e una maggiore preparazione igienistica. Sul mio blog ci sono diversi articoli sull'omocisteina, sulla legge del minimo di Liebig e sulla assunzione corretta di vitamine e minerali tramite cibi vegetali crudi, schivando le insidie degli integratori alimentari.

Valdo Vaccaro

Nessun commento:

Posta un commento