Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

mercoledì 28 settembre 2016

RIMEDI ALLE OCCHIAIE, AL COLESTEROLO ALTO E ALLA FERRITINA BASSA


LETTERA

COLESTEROLO ALTO E FERRITINA AI LIVELLI MINIMI

Buongiorno dottor Valdo Vaccaro, innanzitutto complimenti per il suo lavoro: un servizio alla collettività che nessuno rende in modo spontaneo e gratuito. Grazie. Le allego le ultime analisi del sangue fatte in data 06-09 perché, come al solito, ho il colesterolo un po' alto e la ferritina sempre ai livelli minimi.

CIBI CORRETTI E CIBI DA EVITARE

Il mio medico curante mi ha consigliato attività fisica giornaliera e dieta corretta. Le chiedo se potesse aiutarmi in questo, consigliandomi i cibi corretti e quelli da evitare. Ho fatto dei controlli un paio di anni fa per la ferritina bassa e mi avevano detto che forse potevo essere portatore sano di anemia. Avrei dovuto fare ulteriori accertamenti, ma mi sono fermato lì!

MOTIVI DELLE MIE OCCHIAIE

Lo stesso medico mi dice che dovrei donare solo due volte l'anno e cercare di fare vita più equilibrata con orari regolari. Per me che sono soggetto abbastanza ansioso e sottoposto a stress è quasi impossibile! Le chiedo infine se il dimagrimento in viso e le occhiaie continue, che peraltro ho fin da bambino, sono forse sintomi di questa ferritina bassa. Buon lavoro! Cordiali Saluti.
Fausto

*****

RISPOSTA

SFRUTTARE UN BLOG STRACARICO DI INFORMAZIONI CHIARE

Ciao Fausto. Per la ferritina bassa ti invito a documentarti andando sul mio blog e digitando come motore di ricerca le parole, ferritina, anemia, dieta, omocisteina. In particolare ti aiuterà la tesina "Ferritina bassa e sintomi di sclerosi da Bruxelles" del 20/1/16. Importante non tanto l'assunzione di ferro, comunque organico, quanto l'assimilazione del medesimo in armonia con la legge del minimo di Liebig. Serve in ogni caso una preparazione igienistica che si acquisisce leggendo regolarmente quanto scriviamo e promulghiamo.

DIGERIBILITÀ MASSIMA DEI CIBI

Il metodo che alla Health Science sosteniamo è molto semplice. È basato sulla digeribilità massima dei cibi, indispensabile per migliorare la qualità e la fluidità del sangue. Tanta frutta da consumarsi anche sotto forma di spremute e di estratti freschi e preferibilmente in mattinata, in allineamento col ciclo circadiano mattiniero che va dalle 4 alle 12. Abbondante terrina di verdure crude da masticarsi con cura e lentezza e come primo piatto di esordio a pranzo e cena, seguito da un secondo di tuo gradimento. Il tutto nell'ambito di una filosofia alimentare che verte sul vegeto-crudismo tendenziale, sostenibile e personalizzato. 

NON È SOLTANTO UNA QUESTIONE DI CIBO

Oltre al cibo ci sono altri ingredienti altrettanto basilari a livello comportamentale, e consistono nel rispetto delle leggi millenarie ed immutabili di Madre Natura, oltre che nel seguire il nostro pacchetto o protocollo-salute, fatto di movimento, riposo, assorbimento solare. Tutte cose piuttosto estranee alla medicina convenzionale che segue strade totalmente diverse per sue scelte sfortunate e degradanti.

COLESTEROLO, TRIGLICERIDI ED OMOCISTEINA

Quanto al colesterolo alto e alla conseguente ipertensione, prediligere uva passa, polifenoli tipo cavoli, crescione, sedano, radicchio, agrumi e mirtilli. Ottimi anche mandorle, finocchio crudo, sedano crudo, aglio, pomodoro, alghe senza esagerare, fragole, uva, biancospino, lupini, riso integrale, funghi secchi miniera di vitamina D. Oltre al colesterolo vanno monitorati i trigliceridi e l'omocisteina. Se fosse alta oltre il limite di 15-20 micromoli, il rimedio ta nella desulfurazione del corpo attuabile con l'assunzione di betaina, sostanza che si trova nelle bietole rosse (meglio se con foglie verdi incluse) e negli spinaci, vegetali ottimi ma con alto acido ossalico, per cui non si deve esagerare.

CAUSE POSSIBILI DELLE OCCHIAIE

1) Assottigliamento cutaneo. La pelle al di sotto degli occhi è molto sottile e delicata. Con il trascorrere degli anni, essa si assottiglia sempre di più, rendendo evidenti i vasi sanguigni e le occhiaie. 2) Allergie ed iper-sensibilità a polvere, pollini e graminacee, determinata da impregnazione tossica e da riduzione dei margini di tolleranza ai veleni. 3) Ritenzione idrica e disidratazione, con dilatazione vasi sanguigni nella zona peri-oculare e maggiore evidenza del fenomeno. La ritenzione idrica potrebbe essere legata a problemi cardiaci, alla tiroide, ai reni o al fegato, ma anche all'assunzione di farmaci. La presenza di occhiaie potrebbe inoltre essere dovuta a disidratazione, causata da una scarsa assunzione di acqua biologica e di clorofilla durante il giorno. 4) Insonnia e scarso riposo. 5) Anemia e carenza di ferro. 6) Fragilità dei capillari.

RIMEDI NATURALI ALLE OCCHIAIE

1) Antiossidanti. Se le occhiaie sono causate da fragilità capillare, potrebbe rappresentare un buon rimedio arricchire la propria alimentazione con alcuni cibi ricchi di antiossidanti, come more, mirtilli, rosa canina, bacche goji, prezzemolo, cipolle, legumi e melegrane. Severamente vietata l'assunzione di caffè, the, cole e bevande gassate, poiché riducono la presenza del gruppo vitaminico B e compromettono l'assorbimento di ferro da parte dell’organismo. 2) Abbondare dunque con la vitamina C rigorosamente naturale a rafforzamento dei capillari, e pertanto arance in spremuta, carote, kiwi, pompelmi, ciliegie, succo di limone, peperoni, fragole, pomodori e lattuga. 3) Succo e fettine di cetriolo. Il succo di cetriolo ottenuto utilizzando una centrifuga, o le stesse fettine di cetriolo applicate sugli occhi per un quarto d'ora, possono rappresentare un utile rimedio contro le occhiaie.
4) Riposo. Se le occhiaie sono dovute a carenza di sonno, l'unico rimedio a cui ricorrere consiste nel cercare di dormire di più, ricordando come sia importante coricarsi presto, addormentarsi non più tardi delle 11, visto che è nelle prime ore della notte che il nostro organismo si rigenera e si ricarica di energia, eliminando le scorie e favorendo la nascita di nuove cellule. 5) Succo di pomodoro. Un altro rimedio naturale considerato efficace per attenuare le occhiaie è costituito dal succo di pomodoro, da applicare al di sotto degli occhi con l’aiuto di una garzina in cotone o di un fazzolettino. Il succo di pomodoro può contribuire ad attenuare eventuali gonfiori e a migliorare la tonalità della pelle al di sotto degli occhi. 6) Rilassamento. Le occhiaie possono derivare, oltre che dallo scarso riposo, da una persistente situazione di stress. Ecco perché sarebbe bene ricorrere almeno una volta al giorno ad alcuni semplici esercizi di rilassamento, come la respirazione profonda. 7) Equilibrio alimentare. Secondo la Medicina Cinese, le occhiaie potrebbero essere il segno di uno squilibrio energetico a livello renale. Ecco che dunque potrebbe essere utile a risolvere il problema assumere alcuni alimenti adatti a riequilibrare la situazione, tra i quali troviamo noci, pistacchi, lamponi, finocchi e semi di aneto. 9) Patate non irradiate, sia come cibo che come rimedio esterno. Si applicano sulle zone interessate sottili fettine di patate in grado di attenuare sia il gonfiore attorno agli occhi, sia i segni scuri dovuti alla stanchezza.

Valdo Vaccaro




1 commento:

Bukan Saya ha detto...

This is a very good post. Just wonderful. Truly, I am amazed at what informative things you've told us today. Thanks a million for that. Tante Kimcil Susu Gede Menggoda Nafsu

Posta un commento