Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

mercoledì 14 settembre 2016

SCANDALIZZATA DAI ROGHI E DAI REGURGITI MEDIEVALI


LETTERA

SEGUO IL SUO BLOG DA POCHI MESI

Gentile Valdo Vaccaro, le scrivo dopo aver letto il post nel quale spiegava il motivo della prolungata assenza dal suo blog. Post che non risulta più visibile. Mentre scrivo, mi tremano le mani: sono una persona timida e solo la volontà di esprimerle la mia solidarietà mi spinge a contattarla. Seguo il suo blog solo da pochi mesi, e ho appena iniziato a scalfire la grande mole dei suoi scritti.

VEGETARIANA-VEGANA E A TRATTI CRUDISTA

Sono vegetariana da 17 anni, vegana da 11. Donatrice AVIS da 15, con esami perfetti. Ho provato su me stessa i benefici di un regime crudista, che non riesco a mantenere per sola mancanza di volontà. Sono affascinata dalla pratica igienista, ma non ancora convinta delle idee ad essa sottese. Al momento, mi gioco la carta della prevenzione, cercando di seguire uno stile di vita salubre. Se dovessi avere dei seri problemi di salute, credo ricorrerei alle cure tradizionali.

TROVO INGIUSTO OGNI INTERVENTO CHE LIMITI L'INFORMAZIONE

Cerco comunque di crearmi uno zoccolo di informazioni sul quale fondare le mie opinioni, e di conseguenza effettuare le mie scelte. Oggi, grazie all'inibizione della sua libertà di comunicare, ho uno strumento in meno per formarmi un'opinione, in un senso o nell'altro.

SONO ABITUATA A PENSARE CRITICAMENTE

Sono stata educata, in famiglia e a scuola, a perseguire la capacità di pensare criticamente. A in-formare le mie scelte sulla base dell’acquisizione e valutazione di una molteplicità di informazioni o esperienze. A in-formare la mia capacità di cercare e discernere tra le informazioni, e le opinioni, disponibili. Tra i libri, sui giornali, su internet. Perfino nei meandri dell'informazione televisiva.

PER LE AUTORITÀ LA POPOLAZIONE È LETTERALMENTE SCEMA

Oggi, la mia capacità di raccogliere informazioni è stata inibita. Censurata da un'autorità che non ritiene che io abbia la capacità di in-formare le mie scelte. Su Repubblica.it del 04/09/2016 c'è questo titolo: "Rifiuta la chemioterapia e si cura con le ortiche: muore giovane madre".

ALLARME DEI CHIRURGHI SULLA FOLLIA DELLE CURE ERBORISTICHE

Il medico che tempo fa ha operato la mamma si chiama Domenico Samorani, responsabile della Chirurgia del seno dell'ospedale di Santarcangelo. Ed è preoccupato: "Quello era un tipo di tumore guaribile. Voglio lanciare un allarme che non è solo locale, ma è nazionale. Cosa possiamo fare noi chirurghi, Ordini dei medici, Aziende sanitarie, noi come persone per fermare questa follia?" Per fermare questa follia? La libertà di scegliere se e come curarsi è una follia. 

IL SIGNIFICATIVO CASO DI MIA NONNA, DEVASTATA E UCCISA DALLA CHEMIO

Era guaribile il melanoma che ha colpito mia nonna. Curata con chirurgia e chemioterapia. Aiutata, negli ultimi terrificanti mesi di agonia, solo dalla morfina. Somministrata con parsimonia da un medico che, di fronte ai dolori provocati da estese piaghe purulente sul corpo esausto di mia nonna, si preoccupava che una dose eccessiva di farmaco avrebbe potuto uccidere la paziente. Una paziente che cercava di uccidersi facendosi rotolare giù dal letto pur di non dovere affrontare quel dolore un solo momento in più.

PAPÀ, NONNO E ZIO, DEVASTATI E UCCISI DALLA CHEMIO

Ed era guaribile il tumore al colon che si è portato via mio papà. Curato con chirurgia, chemioterapia, radioterapia. Anche mio nonno e mio zio se li è portati via un tumore. Curati con chemioterapia e radioterapia, ma ero troppo piccola per sapere se fossero guaribili. A posteriori, direi che non lo erano. Come ho detto, io, per me, mi gioco la carta della prevenzione.

QUAL'È MAI LA SCELTA FOLLE?

Ma qual è la scelta folle? Quella di una madre che decide, lucidamente, di evitare ai propri figli il calvario di vedere la propria mamma di soffrire per una cura che, per quanto ne dicano i medici, offre solo una possibilità di guarigione? O quella di chi decide che valga la pena di affrontare la sofferenza delle cure tradizionali anche per una sola possibilità di sopravvivere?

HO IL DIRITTO DI INFORMARMI, DI SCEGLIERE E DI SCANDALIZZARMI PER I ROGHI ED I RIGURGITI MEDIEVALI DI QUESTI GIORNI

E perché dovrebbe scegliere qualcun altro per noi? Per me? Sono capace di scegliere. Ho il diritto di scegliere. Ogni rogo in piazza, ogni epurazione digitale, ogni censura erode il mio diritto di informarmi. E di scegliere. 

CHIEDO CHE LE VENGA RESTITUITA LA LIBERTÀ DI ESPRIMERSI E DI DIVULGARE

Mi auguro che ogni procedimento a suo carico si chiuda al più presto, restituendole la libertà di parola, restituendole la libertà di divulgare informazioni e opinioni. Restituendomi la libertà di informarmi in modo completo ed integrale. E di scegliere in tutta autonomia. Con i migliori auguri.
Danila

*****

RISPOSTA

LA PRIMA REGOLA È QUELLA DI NON CREDERE MAI A NESSUNO E DI INFORMARSI AL MEGLIO

Ciao Danila. Complimenti per la lettera chiara e determinata dalla prima all'ultima riga. Ti ha dato grande fastidio l'interferenza dello stato e dei media nella libera informazione e nella libera scelta. E ti ha pure disturbato il tentativo maldestro della Medicina Convenzionale di fare un lifting alla propria immagine piena di melanomi, di imperfezioni e di deformazioni, di ridare cioè un bagliore di credibilità alla sua reputazione caduta letteralmente sotto i tacchi.

SPESSO, SONO PROPRIO LE CURE TRADIZIONALI AD ESSERE UN SALTO NEL BUIO

Un dettaglio però non lo comprendo. Nonostante le esperienze raggelanti delle chemio citate all'interno della famiglia, sostieni che in caso di necessità ricorreresti alle cure tradizionali. Liberissima di farlo, questo è ovvio, ma non trovo che questa posizione sia del tutto coerente con le tue stesse premesse.

POSIZIONI DELLA HEALTH SCIENCE SU TUMORI E CANCRI

Del resto la nostra Scuola della salute non è una sorta di opzione curativa in concorrenza con la curomania medica sul sintomo. Nello specifico dei tumori l'Igienismo non crede affatto nella distruzione e nella rimozione delle cellule tumorali, ma piuttosto crede nello stop naturale alla loro proliferazione e alla regressione delle stesse fino alla scomparsa, grazie all'aiuto di una intensa dieta depurativa e di comportamenti adeguati di contorno (vedi pacchetto salute igienista), in conformità poi a quanto già succede con le remissioni spontanee annotate in quantità consistenti dagli stessi oncologi in diverse parti del mondo. Non sono esclusi i digiuni stile sheltoniano o stile ehretiano e non sono escluse le cure a base di succhi di frutta stile Max Gerson.

LE LEGGI MILLENARIE DI MADRE NATURA E PERSINO LE STATISTICHE TRASPARENTI STANNO DALLA NOSTRA PARTE

Nulla di magico e nulla di sperimentale, ma tutto in conformità alle leggi e ai principi naturali di base, per cui 1) Madre Natura è sovrana medicatrice di tutti i mali, 2) Il corpo non va mai contro se stesso a patto di non interferire con la forza immunitaria (tramite curomania, tramite farmaci, tramite chemio, tramite bisturi), 3) La malattia insorge solo quando serve e dura solo finché necessario, 4) Occorre contrastare e combattere non la massa tumorale che è conseguenza di determinati errori dietetici, spirituali e comportamentali, ma la tumorosità del corpo, ossia la tendenza del corpo a lasciar insorgere e soprattutto accrescere al suo interno dei tumori senza opporre resistenza immunitaria adeguata, 5) Le asportazioni danno infatti luogo alle recidive, proprio perché l'intervento sul sintomo non rimuove mai le cause di insorgenza che restano intatte al loro posto, 6) L'intervento di radio e chemio non è altro che una tremenda mazzata al fisico del canceroso che viene sì a volte inibito dalla recidiva, ma con un prezzo altissimo da pagare in termini di debilitazione e di azzeramento della reattività immunitaria. 6) Le statistiche mediche sulle guarigioni da tumore sono ampiamente manipolate ed artefatte, 7) È in ogni caso dimostrato, coi grandi numeri dei test USA, che l'indice di sopravvivenza media tra chi accetta la trafila bisturi-radio-chemio e chi schiva semplicemente il tutto, pende a favore dei non operati in modo smaccato ed evidente (qualcosa come 2-3 anni per gli operati, con l'aggravante di una qualità della vita assai compromessa dagli accanimenti terapeutici, e 12 anni addirittura per i non operati).

PER FARE CERTE AFFERMAZIONI OCCORRE IRRIVERENTI E SFACCIATI

Non si capisce con quale coraggio e con quale faccia di bronzo certe autorità mediche, certe istituzioni, certi media nazionali, certi ministri della salute e certi medicastri televisivi di bassa lega possano scagliarsi su qualche caso singolo (reale o inventato) di morte da cosiddetta mancanza di cure mediche salvatrici e risolutive, quando sono gli stessi medici trasparenti a denunciare l'inefficacia e la dannosità delle cure mediche a disposizione.

LA BELLIGERANZA MEDICALE PUZZA DI BRUCIATO A KM DI DISTANZA

Giri di vite, campagne vaccinatorie intensificate, caccia alle streghe, mobilitazione di squadre NAS contro chi si permette di criticare l'uso dei farmaci e l'intoccabilità della chemio, e contro chi osa addirittura smontare le farse tipo Aids e Hiv, scandaloso ricorso ai quotidiani nazionali e alle grancasse televisive per martellare a ferro caldo contro i nemici veri o falsi della Dea Medicina. Tutto buono pur di riacquistare forza e vigore, per riportarsi sui livelli che a lei competono.

GLI ERRORI E LE CANTONATE STORICHE DELLA MEDICINA SONO PROVERBIALI

Purtroppo, nella vita ci sono cose riparabili e riformabili, ma anche cose marcescenti e compromesse, dove i lifting e gli interventi epidermici a nulla servono. La Medicina di oggi paga lo scotto di oltre un secolo di clamorosi errori e di continue cantonate. Si è imbarcata infatti in una serie di scelte allucinanti, scartando i medici eccezionali che pur aveva e optando per gli obbedienti e gli allineati, per i mediocri e per le scamorze, trasformandosi in covo preferenziale e monopolistico di azzeccagarbugli e di monatti della peggiore specie, carichi di arroganza, privi di personalità, privi di scienza, privi di arte e di parte, bravi solo a farsi mettere sui libri paga segreti delle varie multinazionali, bravi solo a inserire nelle televisioni 7 spot su 10 pagandoli con profumati contratti pubblicitari, bravi a trovare appoggi mediatici in ogni luogo ed in ogni angolo.

CLAMOROSA LA PREFERENZA ACCORDATA A LOUIS PASTEUR

È successo con Louis Pasteur, preferito ad Antoine Béchamp, a Claude Bernard, a Max Pettenkofer e a tanti altri. È successo con i grandi medici tedeschi, svizzeri e russi tipo Arnold Ehret, Louis Kuhne, Max Bircher-Benner, Paul Kouchakoff, e con i grandi medici dell'Igienismo americano, come John Tilden ed Herbert Shelton. Una Medicina traviata in continuazione dai suoi legami e dalle sue collusioni farabutte con i giganti del farmaco. Danari, regalie e sottobanchi sono sempre stati all'ordine del giorno, pur non mancando una fetta integra, irreprensibile ed altamente professionale anche tra i medici di oggi.

LA FARSA DELL'AIDS PESA COME UN MACIGNO SULLA COSCIENZA E SULLA REPUTAZIONE MEDICA

Una Medicina comunque fallimentare in ogni genuino obiettivo di tipo salutistico. Una Medicina sull'orlo del collasso e del tracollo già negli anni '70-80, dopo il clamoroso tonfo della costosissima lotta nixoniana al cancro, durata 10 anni. Una Medicina bacata al punto di sottoscrivere come rimedio la peggiore farsa anti-umana dell'intera storia umana, per l'appunto la farsa dell'Aids, un teatro continuato che fa sghignazzare persino Luc Montagnier, propulsore iniziale della incredibile truffa planetaria, rimpolpata ultimamente dall'esportazione delle fondazioni Aids tax-free in mercati enormi come la Cina, l'India e il Vietnam.

CONTINUA PURE A SCAVARE SUL BLOG, USANDO LE PAROLE SPECIFICHE TIPO TUMORE E CANCRO, COME MOTORE DI RICERCA

Ti auguro di continuare ad informarti. Per ora il mio blog ha ripreso a funzionare anche se a singhiozzo ed anche se in regime di emergenza. Potrebbe anche essere oscurato. Ormai, dopo quanto mi è successo può capitare di tutto. Un motivo in più per scavare ancora di più sul mio blog ed incrementare la tua conoscenza igienista.

Valdo Vaccaro

4 commenti:

arvo ha detto...

Con l'Umanesimo ed il Rinascimento inizia il grosso della caccia alle streghe e non col Medioevo. E l'azione più energica si mise in moto in particolare nei paesi del mondo protestante.Giusto per sfatare qualche pregiudizio profondamente radicato nell'immaginario collettivo; dei quali è difficile liberarci.

Andre Maraglio ha detto...

Mettetevi in testa che questo non e' niente , la vera potenza di fuoco del sistema deve esserci dimostrata ancora.....e questo accadra' quando I loro indicatori inizieranno a scendere sensibilmente ... e succedera'..... la gente anche se lentamente sta imparando......

Alessandra ha detto...

Arvo, dici bene!

Darius Rock ha detto...

Valdo, non so se leggi i commenti ma spero proprio che tu abbia digitalizzato in server esterni tutte le tue tesine. Sarebbe una vera tragedia se veramente questi inutili idioti oscurassero il blog e cancellassero il tuo preziosissimo lavoro. Non farti infinocchiare due volte, la tua bontà d' animo non deve avere più biechi prezzolati profittatori.

Posta un commento