Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

mercoledì 12 ottobre 2016

COME VALUTARE BENEFICI E NATURALITÀ DEGLI INTEGRATORI


LETTERA

QUALCHE DOMANDA SUGLI INTEGRATORI

Ciao Valdo! Innanzitutto grazie di cuore per ciò che fai. Ho un paio di domande da porti sugli integratori. Ho letto il tuo articolo sul blog e ho capito che vitamine sintetiche fanno più male che bene. 

ASSUMO VITAMINA C ESTRATTA DALLA ROSA CANINA

Io tuttavia assumo compresse di vitamina C con estratto di rosa canina, capsule con micelio di Reishi e compresse con estratto di ginseng e ginko biloba. Mi chiedo se le suddette compresse, essendo composte da estratti naturali, siano benefiche o meno. Grazie e buona serata!
Pierpaolo

*****

RISPOSTA

QUALCHE GRADIENTE QUALITATIVO ESISTE DI SICURO

Ciao Pierpaolo. Occorre sicuramente fare delle distinzioni tra qualcosa di totalmente sintetico e qualcosa che viene incapsulato e che racchiude degli estratti naturali. Esiste una scala di valori in tutte le cose e pertanto anche negli integratori. 

È LA VITALITÀ DEL PRODOTTO CHE DETERMINA LA SUA ASSIMILAZIONE

Tuttavia il criterio valutativo non è principalmente basato sull'origine di quanto contiene la capsula integratrice, quanto sulla sua condizione concentrata e secca, priva pertanto dell'acqua biologica di accompagnamento e dei relativi enzimi, della vitalità elettromagnetica tipica del prodotto fresco, della modulazione con altri nutrimenti di contorno in rispetto alla legge del minimo di Liebig, della facile smaltibilità renale di eventuali eccessi.

EFFETTO PLACEBO ED EFFETTO STIMOLO

Quelli che vengono chiamati benefici sono confinati spesso a effetto placebo, e quindi alla convinzione mentale di aver assunto qualcosa di formidabile, e ad effetto stimolante, dove il corpo, in presenza di sostanza secca-concentrata-lavorata-confezionata-estranea, si ritiene preso in giro e reagisce con un tentativo di escrezione e di rifiuto simile a quello nei confronti della caffeina, che regala l'illusione temporanea di sostegno e di stimolo nell'immediato, assumendo però nel lungo periodo l'aspetto di un comune doping.

I PRODOTTI FRESCHI E VERACI NON IMBROGLIANO MAI

Tutto questo vale fino a prova contraria. Personalmente non assumo integratori di alcun tipo e non posso portare prove dirette e personali a supporto di quanto sopra. Si trovano in commercio pillole di tarassaco e tra non molto simili sorti toccheranno al radicchio, visto che la gente si sta disabituando alla raccolta del prodotto verace, al lavaggio accurato e alla lenta masticazione delle foglie verdi e fibrose. Continuo a pensare che vivere secondo natura significa dare totale priorità e preferenza ai prodotti freschi. Mi sono guardato più volte in giro alla ricerca di alberi e di cespugli produttori di capsule e pastiglie, ma non ne ho visto neppure uno.

Valdo Vaccaro


Nessun commento:

Posta un commento