Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

mercoledì 19 ottobre 2016

FRODE CANCRO PIÙ FRODE AIDS UGUALE KO DELLA MEDICINA



LE CURE MEDICHE ACCORCIANO LA VITA DEI MALATI

Dire che viviamo in una società immersa nel cancro dalla testa a piedi non è esagerato. Dire che la responsabilità di tutto questo marciume, di questo dramma giornaliero che entra in tutte le case del pianeta, di queste inaudite ed implacabili sofferenze, va attribuita alla Medicina Convenzionale al potere è il minimo che si può fare. Sono gli stessi medici a dirlo e a riconoscerlo più o meno apertamente. Per non dire delle statistiche che evidenziano come, chi fa la trafila delle cure mediche, sopravvive in media meno di 3 anni, mentre chi non si sottopone ne dura oltre 12.

UN FILM CHE TUTTI DOVREBBERO STUDIARE, ACCOPPIATO POSSIBILMENTE A QUESTA MIA TESINA

Il film "Le cure proibite" di Massimo Mazzucco (https://www.youtube.com/watch?v=cFq1q8DgqUk) me lo sono guardato e riguardato con attenzione. Non tutto quadra, visto che all'autore manca il dono della preparazione igienistica. Questo si traduce in una mancanza di direttive conclusive e in un permanere di evidenti dubbi, ad esempio, sui 3 filoni di medicina alternativa citati nel film stesso, ovvero sulle cure Essiac, sulle cure di Harry Hoxey e sulle cure di Max Gerson, cure diverse una dall'altra eppure supportate tutte da risultati straordinari.

UNA FORMIDABILE VISUALE D'ASSIEME

Tuttavia, l'autore ha il pregio innegabile di essere un ottimo giornalista d'inchiesta. Il suo film è davvero straordinario. Non dice nulla di più di quanto già noi operanti nel campo della Health Science ben conosciamo da anni sull'argomento. Ma fa ugualmente qualcosa di fondamentale. Offre infatti una formidabile visuale di assieme su tutti gli aspetti del cancro. Sulle cifre in spaventosa crescita. Sui clamorosi fallimenti di tutte le terapie mediche. Sulla testarda e colpevole opposizione della medicina a ogni alternativa di carattere vagamente naturale e fitoterapico, a qualsiasi iniziativa contraria ai suoi abominevoli metodi curativi. 

UN SECOLO DI ABUSI, SOPRUSI E FALSITÀ MEDICHE

Nel filmato si documenta, con ricchezza di immagini e di dichiarazioni autentiche, un secolo di abusi e di soprusi, un secolo di imbrogli e di intromissioni, di interferenze e di menzogne, da parte di una medicina irragionevole, arrogante, presuntuosa e pesantemente collusa con le multinazionali del farmaco. Di una medicina interessata non a risolvere il problema cancro ma semmai ad aggravarlo, mantenendo, contro ogni logica e contro ogni spirito di trasparente autocritica, lo status quo della chirurgia asportativa, della chemio e della radioterapia. Di una medicina interessata non al benessere del singolo e dell'umanità, ma solo e sempre a soddisfare le sue esigenze esistenziali e l'enorme voracità per il danaro che da sempre la caratterizza e la contraddistingue. Di una medicina che ha fatto fronte unito ed impenetrabile contro chiunque avesse l'ardore e il coraggio di intromettersi nei suoi sporchi affari, creando addirittura un Quackcheck, un apparato inteso a squalificare gli oppositori medici e non medici, definendoli ciarlatani da quattro soldi.

OTTO MILIONI DI MORTI ANNO

Ecco dunque presentarsi in rapida successione le cifre raggelanti e reali di un fenomeno che sembrerebbe tratto da un documentario di fantascienza. Oltre 20.000 morti al giorno, ovvero 1000 morti all'ora per 24 ore tutti i giorni dell'anno, incluse le domeniche, inclusi Natale e Pasqua. In tutto oltre 8 milioni di vittime all'anno, di cui 500.000 americani e 150.000 italiani.

DA UN MALATO OGNI 20 A UN MALATO OGNI 3 ABITANTI

All'inizio del secolo sorso un malato ogni 20 persone. Negli anni '40 uno ogni 16. Negli anni '70 uno ogni 10. Oggi stiamo superando la barriera di uno ogni 3 abitanti e l'Italia, in termini percentuali, supera la stessa America. Ogni anno 1 milione di americani scoprono di avere il cancro, e in Italia accade la stessa amara sorpresa a 250.000 persone. 

CATASTROFE ASSURDA SU BASE PLANETARIA

Non è un discorso di pure cifre riguardanti dei robot, ma al contrario una sciagura ed una catastrofe umana, dove delle persone si guardano attorno incredule e con gli occhi sbarrati, dove piombano da un momento all'altro in un tunnel oscuro di paura e di disperazione, ritrovandosi in balia degli eventi e di un male oscuro per nulla diverso da quello che Giuseppe Berto (1914-1978) descrisse 50 anni fa nel suo capolavoro "Il Male Oscuro".

UN BUSINESS ACCATTIVANTE DA 50 MILIARDI DI DOLLARI/ANNO

Milioni di persone che si ritrovano ad alimentare e a mantenere in essere un business di oltre 50 miliardi di dollari/anno, ripartito tra l'industria medica, quella ospedaliera e quella farmaceutica, oltre che i vari enti di contorno e le varie lobbies opportunistiche, quanto mai avide e insaziabili. Ogni singolo malato apporta in media 50.000 dollari di spesa già nella fase iniziale delle cure. 

LE TRE RACCOMANDATE RR DEL SISTEMA AMERICANO

Da qui evidentemente la lotta al coltello per non perdere nemmeno un cliente. Da qui le famose tre lettere raccomandate RR in successione della Sanità USA a chi si fa visitare e gli diagnosticano una qualsiasi crescita anche insignificante chiamata sempre cancro, la prima al diretto interessato con invito perentorio a ripresentarsi per un controllo che porta inevitabilmente all'intervento, la seconda come sollecito alla famiglia se il soggetto non riappare alla data prescritta, e la terza allo sceriffo della contea, se il soggetto tende a fare l'uccello di bosco.

LA MEMORABILE GUERRA AL CANCRO DI RICHARD NIXON

Alla fine del discorso, la cosa che appare incredibile e che puzza letteralmente di bruciato, è la totale incapacità della medicina di comprendere e risolvere l'enigma cancro. Il film di Mazzucco non sfiora nemmeno la Guerra al Cancro lanciata con determinazione ed ambizione mai vista prima da Richard Nixon. Questa è una lacuna grave, ma gliela perdoniamo perché il suo film si sarebbe gonfiato come un colossal holliwoodiano. Era il 1971 e Il National Cancer Act venne annunciato al mondo intero come la Sfida del Secolo.

UNA SFIDA FALLIMENTARE

Nixon giocò tutto in quella sfida. Spese e sperperò una cifra record di 25 miliardi di dollari, ritrovandosi alla fine con un aumento del cancro del 7%. La medicina americana, costosa e improduttiva, era al collasso totale, sia in tema di risorse finanziarie che in termini di credibilità e di reputazione. Ed è proprio da lì che sorse la necessità di inventare un salvagente di emergenza, onde evitare che milioni di medici se ne tornassero a casa a piantare mais e a seminare patate. 

INVENZIONE AIDS COME CIAMBELLA DI SALVATAGGIO PER LA MEDICINA USA AL COLLASSO

Fu la CDC (Central Disease Control) a estrarre dai suoi cassetti segreti, dal suo Vaso di Pandora, il progetto GRID (Gay Related Immunodeficiency Disease) inteso a colpire le comunità omosessuali, e poi i portoricani, e poi infine, per motivi di necessità e convenienza politica (toccare i gay in USA non fu mossa agevole e priva di conseguenze), diretto ai comuni eterosessuali, diventando progetto AIDS (Acquired Immunodeficiency disease syndrome). Un salvataggio clamoroso della medicina americana grazie a una malattia totalmente inventata e a un virus fantasma chiamato Hiv, ammantati di clamore, di paure, di sospetti, di contagiosità e di pestilenzialismo mai visti dai tempi dei lazzaretti medievali di Alessandro Manzoni.

CEDERE DI UN SOLO MILLIMETRO DIVENTA QUESTIONE DI VITA O DI MORTE

Da qui nasce ovviamente il furore e la combattività medica sul tema Aids, sul contagio, si vaccini, sui virus, sul cancro e sulla chemio. Cedere di un solo millimetro significa franare su tutti i fronti. Una vera e propria lotta per la sopravvivenza di un sistema profondamente marcio ed incrinato alle sue fondamenta. Da qui le persecuzioni di ieri, di oggi e di domani contro chiunque osi scoperchiare i puzzolenti tombini del terrorismo medico, di chiunque osi mettere in dubbio o addirittura dare precise contro-informazioni sulla frode mondiale chiamata Aids e sulla altre sotto-pesti inventate per tenere sotto stretto controllo i cittadini, trasformandoli in obbedienti schiavi del sistema.

ECCO SPIEGATA L'IGNOBILE ONDATA PERSECUTORIA

Da qui la rozza ed inqualificabile persecuzione contro i massimi ricercatori del settore come il prof Peter Duesberg, docente di biologia molecolare e cellulare a Berkeley, University of California, pioniere nella ricerca sui retrovirus e primo scienziato al mondo ad aver isolato un gene del cancro, contro Stefan Lanka in Germania. E contro i diversi medici italiani costretti a rifugiarsi fuori confine.
Da qui i tranelli e le trame contro chiunque si permetta di fare ricerca controcorrente. 

COI SOLDI FACILI DELLE MULTINAZIONALI FARMACEUTICHE TUTTE LE PORTE SI APRONO

Da qui gli sporchi giochi firmati Mediaset a danno di chi scrive. Tutto in Italia si fa e si ottiene grazie a quella chiave universale che si chiama mazzetta. Nel film di Mazzucco appare un ex promotore scientifico americano pentito. "Mi si diceva in continuazione che non ci sono limiti e freni alla spesa. Se ti diciamo di spendere 100.000 US$, ritieniti pure autorizzato a spenderne il doppio e anche di più. Le risorse non ci mancano".

QUALCUNO SI È ACCORTO PURE DEI MIEI ARTICOLI

Ecco dunque spiegate le Iene, ecco spiegata Nadia Toffa, ecco spiegata l'Associazione Culturale Natura e Luce di Milano, eclissatasi nel nulla con le sue Carlotta e i suoi Alessio, ecco spiegata la prenotazione della saletta all'Hotel Una Toq di via Toqueville 7/D in Milano da parte della Mediaset. I miei articoli "Zona Tumore Zona Cancro" del 28/1/09 (ripubblicato 22/2/10) e "Aids non malattia ma programma di governo" del 27/11/09, accompagnati da una lunga serie di articoli ampiamente letti sul medesimo tema, non sono passati inosservati.

RISCHIO DI NUOVE TROVATE CON OBAMA E I SUOI SUCCESSORI

La battaglia nixoniana inscenata contro il cancro, ha trovato oggi un continuatore in Barack Obama e nel suo vice Joe Biden, spaventati dal progredire inarrestabile delle cifre mortuarie. In USA nel 1962 morivano 277.000 persone/anno. Nel 1982 ne morivano 434.000. Al tempo odierno ne stanno morendo oltre 1600 al giorno, vale a dire 600.000 all'anno. C'è solo da sperare che la prossima amministrazione USA non venga fuori con qualche ennesima trovata, o con qualche nuovo carrozzone Aids.

DISTORSIONE DEI DATI E DELLE STATISTICHE

Ritornando alla questione cancro, la medicina ufficiale non si smentisce proprio mai. Come sa inventare nuove malattie dal niente, come sa creare carrozzoni Aids da esportazione in Cina, Vietnam e India, con tanto di appetitose fondazioni Aids milionarie ed esentasse, così sa distinguersi nella manipolazione dei dati sul cancro, arrivando ad affermare che il 50% dei cancerosi da essa trattati guarisce regolarmente. Tale dato, nota bene, anche se fosse vero, non sarebbe motivo di vanto, visto che per 50 salvati ci sarebbero sempre 50 morti che non è poco. Ma il fatto sconvolgente è scoprire i giochini contabili a cui l'Ordine Medico ricorre pur di ingannare e mettere nel sacco la gente.

UNNA SCIENZA VERA DÀ RISPOSTE CHIARE E SEMPLICI

Una scienza, per essere credibile e trasparente, deve essere chiara, semplice, comprensibile, deve far capire le cose, deve dare delle risposte lucide, sensate, verificabili. I medici hanno notoriamente una grafia incomprensibile. Se poi gli vengono chieste delle spiegazioni sui virus, sui batteri, sulle malattie, sul loro percorso, e sulle loro scelte terapeutiche, sono campioni nel dare versioni lacunose, cervellotiche, impenetrabili, cariche di misteri e di enigmi.

IMBATTIBILE ABILITÀ NELL'ARTE DELLA STORPIATURA

Quando poi si va ai calcoli e ai numeretti, diventano autentici artisti della storpiatura e della manipolazione. Vedasi ad esempio l'articolo "Non è questa la cura e tu lo sai", su tumoreterapiealternative.blogspot.it, dove si spiegano in dettaglio i metodi della manipolazione. Il 50% dei salvati dalla medicina è una balla clamorosa, una ennesima balla medica. Le cifre autentiche sono che le cure sanitarie portano a un esito letale 2 casi su 3. E, ciliegina sulla torta, non si parla mai di qualità della vita e di accanimento terapeutico, argomenti troppo imbarazzati da trattare.

PERFEZIONAMENTI NELLE VEDUTE DI CHARLOTTE GERSON

Come ribadisce Charlotte Gerson, figlia del grande Max, l'alimentazione carnea produce nel corpo umano insostenibili fenomeni di acidità, di sbalzo fosforico, di disfunzioni ed ostruzioni interne, per cui il corpo non funziona più a dovere producendo come sintomo inevitabile la sovra-crescita tumorale. L'unica soluzione a quel punto sta nel ripulire il corpo da ogni tossina. Fatto questo, il corpo stesso possiede le risorse interne per autoguarire. Sono considerazioni che rappresentano un passo avanti rispetto a quanto faceva con notevole successo suo padre. Ovvio che noi della Health Science condividiamo in pieno quanto sostiene Charlotte. Poco e niente crediamo invece nei clisteri al caffè.

INSORGENZA DELLE MALATTIE IN UN CORPO INTOSSICATO E MALFUNZIONANTE

Tutte le malattie insorgono solo quando serve e durano solo finché necessario. Diventano intrattabili ed inguaribili solo se ci sono gravi interferenze terapeutiche che inibiscono e incattiviscono il sistema immunitario, impedendogli di funzionare. Il Cancro nasce in sintesi perché l'organismo del canceroso è intossicato, per cui la micro-circolazione da 100.000 km viene compromessa, ostruita ed alterata, impedendo alle cellule di essere alimentate, ossigenate e ripulite regolarmente. Tutto a quel punto risulta alterato, per cui si ha malfunzione cellulare, mala-respirazione cellulare, malnutrizione cellulare, metabolismo alterato, infiammazione dei tessuti, stress ossidativo, immunodepressione, alterazione del sistema enzimatico e del microbiota batterico, con sviluppo di candide, funghi e parassiti.

PAURA E TRAUMA EMOZIONALE GIOCANO UN RUOLO DI PRIMO PIANO

A tutto questo si aggiungono ovviamente le paure ingenerate nel contempo, i presagi, i timori di abbandonare le cose a cui ognuno è legato, i conflitti esistenziali e spirituali, lo stress del vivere in condizioni di precarietà e di emergenza, la caduta di ogni speranza.

L'ACCANIMENTO CONTRO IL SINTOMO TUMORALE NON È MEDICINA MA MEDICINA DA STRAPAZZO

Ecco perché accanirsi contro il sintomo tumorale, vero e presunto che sia, rappresenta una risposta mediocre e banale, un attivismo sperimentale da bambini curiosi ma disinvoltamente scemi, intenti a dimostrare la loro abilità chirurgica a se stessi e a chi li circonda come fossero dei divini e degli extraterrestri, degli intoccabili dotati dei massimi poteri guaritivi.

TANTI DIVERSI MODI PER GUARIRE A PATTO DI NON ARRECARE DISTURBO AL SISTEMA IMMUNITARIO

Non è comunque la pozione erboristica chiamata Essiac a guarire, e nemmeno quella di Harry Hoxey, e al limite nemmeno la cura fruttariana di Max Gerson, per quanto le 3 formule alternative, pur nettamente diverse, producessero eccellenti risultati, come del resto lo facevano tante altre formule similari non considerate nel filmato in questione.

DOVE STA IL SEGRETO DELLA REMISSIONE NATURALE?

Qual'era e qual'è pertanto il segreto della guarigione dalle malattie in genere e da quella più insidiosa chiamata cancro? Può forse essere concepibile che la zucchina, il pomodoro, il basilico, l'aloe, il fungo cinese, il bicarbonato, il cloruro di magnesio, il succo di frutta fresco, l'esorcismo, la dieta vegetariana o vegana in senso stretto abbiano in sé un qualche potere guaritivo?

NON C'È INTELLIGENZA GUARITIVA NELLA MELA E NEMMENO NELLA CAROTA

Per strano paradosso, una volta tanto i medici convenzionali hanno ragione. Attribuire a un alimento, a un succo a un vegetale o a una determinata sostanza un valore guaritivo sul tumore e sul cancro, significherebbe stravolgere la logica e il buon senso. Significherebbe attribuire una intelligenza operativa a delle sostanze, cadendo miseramente in un pantano ideologico da guaritori voodoo. Su questo noi igienisti siamo d'accordo. Solo che i medici, imbroccata una idea giusta, ne inseriscono dieci profondamente sbagliate, tipo mangia quello che vuoi, mangia proteico, mangia cotto, prendi la nostra scarica di farmaci e di cure, non farti abbindolare dalla natura.

IL FATTORE DECISIVO STA NEI POTERI INNATI E NATURALI DEL CORPO UMANO

Eppure proprio con quei metodi vicini alla natura e soltanto con quei metodi si guarisce. Come mai? Dove sta il segreto? Il segreto è di una semplicità a dir poco sconvolgente, alla portata di mano di ogni uomo di mente aperta e di buona volontà. L'unico fattore guarente sta nell'intelligenza autoguaritiva del corpo umano. Intelligenza autoguaritiva che viene favorita e stimolata da qualsiasi provvedimento alimentare e terapeutico atto a permetterle di funzionare senza mettergli dei bastoni tra le ruote.

ABBANDONARE LE COSE SBAGLIATE E PUNTARE AL CIBO VITALE

Tutto si riduce così a un discorso di abbandono di farmaci e integratori. Tutto si riduce a un forte riavvicinamento alle regole e alle leggi di Madre Natura. Tutto si riduce alla scelta di cibi scelti con grande cura. Cibi sani, freschi, tendenzialmente crudi, vitali, vibranti, piacevoli, profumati, sobri ed innocenti. Cibi soprattutto digeribili e capaci di fabbricare sangue sano, fluido e scorrevole.

DISINTOSSICHIAMO IL CORPO E RIDIAMOGLI MASSIMA FUNZIONALITÀ

Tutto si riduce a un cambiamento radicale del nostro Milieu Interieur per dirla col grande Claude Bernard, a una modifica strutturale del nostro ambiente interno che non dovrà essere basato più sulla tumorosità del sistema. Si dovrà operare nella disintossicazione del corpo, nel ridare funzionalità al fegato, ai reni, all'intestino e soprattutto al sistema immunitario, nel dare scorrevolezza al sangue e al sistema linfatico. In alcuni casi si potranno accorciare i tempi praticando il digiuno con stop alla crescita tumorale e con regressione del tumore mediante autolisi delle cellule in sovrannumero.

CI INTERESSA DI REALIZZARE IL POTENZIALE MASSIMO

Tutto si riduce, amici lettori, nell'abbracciare finalmente le regole che stiamo proponendo e promulgando da anni e anni. Non offriamo certamente la vita eterna. Aiutiamo però a far raggiungere il potenziale massimo che ognuno di noi racchiude in sé, senza forzature, senza scorciatoie e senza effetti collaterali.

NULLA AL MONDO SUPERA IL PACCHETTO-SALUTE DELLA HEALTH SCIENCE

Tutto si riduce all'adozione di poche e semplici regole di vita e di alimentazione incluse nel nostro pacchetto-salute. E ci riferiamo in sintesi alla cura della non cura sul sintomo, alla cura della non-interferenza sul sintomo, al fare poco e niente usando saggezza e maestria, visto che tutte le altre soluzioni prevedono, quale più quale meno, elementi di disturbo ed elementi di curomania. Meno si tocca il sintomo e maggiori i risultati. Più si va ai fattori causanti e più si lascia lavorare in pace il sistema immunitario e con esso la potenza autoguaritiva insita nella nostra super-attrezzata e super-protetta macchina corporale, e maggiori saranno le conferme.

MICA SARANNO TUTTI OTTUSI?

La domanda pressante che ognuno si pone a questo punto è ovvia. Ma se è vero che con la semplice e facile cura della non-cura si guarisce, come mai i medici continuano a sbracciarsi, a sudare e a diventare matti in visite, diagnosi, prescrizioni, cure ed operazioni? Non saranno mica tutti ottusi, scemi ed autolesionisti? No, non lo sono affatto. Ma sono tutti stati sottoposti ad accurato lavaggio del cervello. L'Ordine Medico li ha trasformati in esseri omogenei ed inquadrati, li ha resi one-dimensional men, ovvero uomini a una dimensione, uomini che devono pensare e muoversi regolarmente entro i rigidi confini dei loro schemi e dei loro repertori.

NON-CURA SUL SINTOMO E DIETE VIRTUOSE SONO QUANTO DI PEGGIO ESISTE PER LA MEDICINA

Quanto alla efficacia della non-cura sul sintomo e delle diete vegetariane-vegane, delle diete vitali e digeribili, anche i sassi sanno ormai che esse rappresentano la unica soluzione autoguaritiva a tutte le malattie ed anche al cancro. Ma per paradosso è proprio tale qualità, è proprio tale prerogativa che le rende impraticabili, infide ed incompatibili con gli obiettivi della medicina.

UN MONDO DI GENTE SANA ED EDUCATA SIGNIFICHEREBBE LA FINE INGLORIOSA DEL SOGNO MEDICO DI SOGGIOGARE IL MONDO INTERO

Esse hanno un maledetto difetto. Quello di guarire davvero e quello di creare un mondo di sani, un mondo libero dalle malattie, un mondo di gente più educata a rispettare il proprio organismo e a rispettare la natura e l'ambiente che ci circonda. Tutto il contrario di quello a cui ambiscono loro.
In un mondo sano non ci sarebbe posto per loro. Che si mettono a fare? Tornano nei campi a raccogliere uva e pomodori mescolati con gli immigrati somali e magrebini?

CON L'ARIA PULITA, CON LE ACQUE CHIARE, CON I RAGGI DI SOLE NON SI FANNO BREVETTI E NON SI GUADAGNANO SOLDI

Altro punto dolente è che le soluzioni naturali non si prestano ad essere brevettate, e non hanno valore commerciale nel senso che non generano profitti. Pertanto vanno strenuamente ignorate, sottovalutate, ridicolizzate e tenute in disparte

PER CHI LO AVESSE DIMENTICATO, LA MEDICINA È MOSSA DA PRECISI ORIENTAMENTI

Farmaci, vaccini, integratori, macelli, zuccheri e fast-food sono stati inventati di proposito per 1) Tenere la gente lontana il più possibile dalla natura, in evidente spregio al Vivi Secondo Natura degli antichi romani, 2) Far star male la gente e mantenerla in stato assistenziale di doping e dipendenza a vita, 3) Impedire che la gente guarisca e prenda strade diverse dalla medicina, 4) Mandare via un sintomo semplice e spesso banale, e farne nascere al suo posto 3 o 4 peggiori del primo 5) Tenere sotto controllo e in stato di agitazione continua la popolazione, ben sapendo che l'ingrediente fondamentale di ogni malattia rimane proprio la paura.

Valdo Vaccaro






Nessun commento:

Posta un commento