Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

giovedì 20 ottobre 2016

RIDARE GRADUALMENTE EFFICIENZA DIGESTIVA AL SISTEMA


LETTERA

FITTA ADDOMINALE DESTRA ED ESAMI NEGATIVI

Dottore buongiorno, provi a leggere che può trovarlo interessante. Circa 25 anni fa dopo una fitta addominale destra. Mi rimase un dolore sordo 24 ore al giorno che non passava mai. Ho fatto tutti gli esami possibili, le dico proprio tutti compresa appendicite. Esami sempre negativi.

QUINDICI ANNI SENZA PIÙ SINTOMI

Dopo circa 2 anni che il dolore non passava mai mi sono rivolto ad un medico omeopatico e non so se per cura o coincidenza dopo 6 mesi è passato. Poi, nel corso degli anni è riapparso ma mai durato più di 2 o 3 mesi. Poi nessun problema per oltre 15 anni.

RIAPPARIZIONE PROBLEMA E DIAGNOSI DI SINDROME DA COLON IRRITABILE

Ora da qualche mese mi è riapparso. Ho rifatto tutti gli esami compresa risonanza, colonscopia, raggi ma tutto negativo. Mi dicono sindrome da colon irritabile, ma io non so cosa fare e sono disperato, anche perché questo dolore mi invalida parecchio. Ha un parere? Cordialissimi saluti.
Davide

*****

RISPOSTA

RIMETTERSI A POSTO CON LA DIGESTIONE E L'APPETITO RICHIEDE DI AFFINARE
L'ARTE DEL MANGIARE

Ciao Davide. Il dolore addominale a destra può derivare da disfunzioni che riguardano colecisti, fegato, pancreas, rene o colon. Se, poi, il dolore si accompagna a stipsi e coliche allora avremo la sindrome del colon irritabile.

IMPARA PERTANTO A GESTIRTI MEGLIO

Nulla so su cosa fai nella vita, su come ti comporti e su come ti nutri. Come puoi pretendere dei pareri? Mi hai forse preso per un mago che fa il giochino delle carte? In linea generale occorre prestare attenzione ed ascolto al proprio corpo. Nessuno meglio di te ha modo di sentire i messaggi che esso ti manda. Chiaro che se le cose vanno male significa che ci sono degli errori a livello alimentare, per cui sei tenuto a cambiare percorso nella tipologia dei cibi, nei modi e nei tempi di mangiare.

UNA DEPURAZIONE DEL SANGUE E DEGLI ORGANI INTERNI È D'OBBLIGO

Leggiti la mia tesina "Dolori addominali incerti e vana ricerca di rassicurazioni", del 9/2/16, che sembra fatta su misura per te. Via i grassi animali, via gli zuccheri industriali e i dolciumi, via i farmaci, via gli integratori, via il cibo e le bevande spazzatura. Dovrai innanzitutto depurarti e cambiare la formula del tuo sangue. La capacità digestiva, l'accettabilità a livello intestinale, la regolarità evacuativa sono parte fondamentale dello stare bene. Tutto questo si raggiunge passo dopo passo ricostruendo con pazienza e coerenza il proprio stile di vita.

L'OBIETTIVO È DI RIDARE EFFICIENZA DIGESTIVA AL SISTEMA

Ripartire inizialmente con cibi leggermente cotti a base di purea di patate, di cavolfiori, di cavolini Bruxelles, di minestrine di verdure per pranzo e cena, di polenta arrostita, sempre preceduti da insalata cruda masticata lentamente e con cura, specie cavolo crudo, carote, valeriana, radicchio, ravanelli. Frutta di stagione, meloni, uva, cachi, mirtilli in mattinata. Spremute di agrumi o di melegrane, succhi di cavolo, succhi di carota e succhi misti di carota-sedano-ananas preferibilmente in mattinata. Se i succhi risultano inizialmente troppo aspri, allungarli con acqua.

IL BLOG RAPPRESENTA UNA GUIDA INDISPENSABILE

Seguire i concetti-base sui cicli circadiani e sulla scala Simoneton. Adottare il nostro pacchetto salute. Leggere le tesine sul blog. Importante prima il crudo e dopo il cotto. Puntare a una percentuale di crudo sul 70% e a una formula prima vegetariana e poi tendenzialmente vegana, personalizzata e sostenibile.

Valdo Vaccaro




Nessun commento:

Posta un commento