Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

sabato 8 ottobre 2016

TUMORE DUTTALE AL SENO E UNA TESINA "ORO-COLATO" PER L'UNIVERSO DONNA


LETTERA

DIAGNOSI DI PAPILLOMA INTRADUTTALE AL SENO

Ciao Valdo, sono una tua seguace, secondo te come dovrei intervenire? Mi ritrovo con la seguente diagnosi medica: "Abbondante rappresentazione della componente ghiandolare bilateralmente..A destra, in sede retro-aerolare, si apprezza una dilatazione dei dotti galattofori nel cui interno è presente una formazione ipo-ecogena irregolarmente ovale, del diametro max di 8 mm, verosimilmente riferibile a papilloma intraduttale. Non evidenti linfoadenopatie in sede ascellare bilateralmente. Si consiglia completamento diagnostico con  mammografia e duttogalattografia"
Rosa

*****

RISPOSTA

SIGNIFICATO DI TUMORE DUTTALE

Ciao Rosa. Tumore duttale cosa significa intanto? Il tumore duttale si chiama così perché colpisce i dotti mammari, tubicini e canalini galattofori che stanno sotto il capezzolo e che spesso si dilatano, si ispessiscono, si ostruiscono, si ingorgano, si arrossano, formano ascesso e si riempiono di liquido, procurando una mastite, ossia una infiammazione e una congestione dell'intera mammella, e conseguente invasione batterica di batteri opportunisti.

TESSUTO GHIANDOLARE MAMMARIO

Il tessuto ghiandolare mammario è formato da una complessa rete. Vi si contano fino a 10 sistemi di dotti per ogni seno. Facilissimo confondersi e fare diagnosi approssimative e sbagliate. Spesso ci sono soltanto delle microcalcificazioni, ovvero piccoli depositi di calcio. I noduli al seno diagnosticati come tumore duttale sono considerati dalla medicina come situazione potenzialmente pre-cancerosa, come forma iniziale di tumore al seno, definita anche pre-cancerosi, o tumorosità pre-invasiva o tumorosità intraduttale.

I GONFIORI AL SENO RAPPRESENTANO REVERSIBILI DILATAZIONI NODULARI

Shelton definiva infatti i gonfiori al seno come semplici dilatazioni nodulari tutto sommato innocenti e reversibili, a patto di non intervenire con metodi devastanti. Un caso su 9 milioni lo si può chiamare cancro. Negli altri casi, i gonfiori sono indice di mastite e non di cancro. Quello che fa ammalare le donne, mandandole totalmente fuori giri, facendole diventare un pupazzo privo di personalità che finisce per buttarsi a peso morto nelle mani dei chirurghi, è in realtà la paura e il panico. È la preoccupazione che le rende malate. È il trauma emozionale che le distrugge.

CHE FARE, COME INTERVENIRE E COME NON INTERVENIRE

Mi chiedi come intervenire? E io ti rispondo come NON-INTERVENIRE, proprio in forza delle considerazioni sopra riportate. Non intervenire significa per prima cosa rilassarsi e non andare in panico. Facile a dirsi, il problema ce l'ho io e non tu. E allora ti rispondo che proprio per il fatto che il problema ti riguarda da vicino non devi credere a nessuno e non devi delegare la tua salute a nessuno, ma la devi difendere in tutta sicurezza e in tutta calma da un lato, ma altresì come una belva inferocita dall'altro.

LE DONNE STANNO SBAGLIANDO TUTTO E PAGANO ASSAI CARE LE LORO PRECARIE SCELTE

Che nessuno mi tocchi, nessuno mi metta le mani addosso e nessuno si permetta di spingermi a fare o non fare. Sarò soltanto io, in totale tranquillità, ad approfondire e studiare il problema e a decidere sul da farsi in piena autonomia, senza urgenza, senza fretta, senza precipitazione. È proprio così che ogni donna dovrebbe ragionare.

PRENDERSI SEI MESI IN TUTTA CALMA E SERENITÀ

Prima cosa prendersi 6 mesi per darsi una preparazione igienista accelerata, per rafforzare le proprie conoscenze sul fatto che il corpo è autoguarente, health programmed ed health oriented, esattamente il contrario di quanto pensa, sostiene e fa la medicina interventista ed invasiva. Per i medici, se non ricorri a mammografie e visite continue, se non ti sottoponi al bisturi, sei una paziente spacciata. La realtà la dicono le statistiche.

I DATI CONCRETI LI OFFRE LA STESSA MEDICINA

Le donne che scelgono di non farsi mammografare e di non farsi operare rivelano una sopravvivenza media quadrupla, una sopravvivenza priva di sofferenze e di tormenti. Con quale diritto l'oncologia ufficiale si permette di terrorizzare le donne e di imbrogliarle in modo cinico e rivoltante non si capisce, se non spiegando il tutto col disinteresse totale della Sanità nei riguardi della salute e del benessere. È dimostrato da studi approfonditi che il corpo, la mente e lo spirito non tollerano esami su esami, non tollerano mammografie ed ecografie se non ad alto prezzo. L'insonnia e il rivoltarsi impotenti sul letto minano ogni resistenza. La tensione e lo stress soltanto bastano a mandare in profonda ansia ed angoscia una persona normale. Figurarsi poi una paziente già demolita dalle prime diagnosi.

UNA BASE CULTURALE E SCIENTIFICA CORRETTA RISULTA FONDAMENTALE

Ho scritto una lunga serie di articoli su tumori e cancri. Uno in particolare vale oro colato sia per te che per tutte le donne del mondo. Ma occorre leggerlo, studiarlo ed impararlo a memoria, e poi raffrontarlo a quanto offre la controparte. Guarireste tutte grazie agli stessi meccanismi e alle stesse risorse interiori di cui vi ha dotate non Valdo Vaccaro ma Madre Natura.

STARE CON LA NATURA E NON CONTRO DI ESSA

Chi ve l'ha mai detto che dovete andare necessariamente da un medico o da un oncologo per autoguarire? Al contrario quello è il metodo sicuro per estraniarsi dalle leggi della natura e per compromettere ogni cosa. Quando voi donne imparerete che il camice non fa il guaritore e che il medico, per quanto abilissimo chirurgo, non è per niente una divinità onnipotente in terra, ma un misero umano che commette errori in continuazione, sarà un grande giorno per la salvezza della integrità femminile.

ORO COLATO PER TUTTE LE DONNE DEL MONDO

La tesina in questione, prendere nota è "Tumore al seno guaribile senza cure invasive, senza fretta e senza paura", dell'11/6/16. Ho detto oro colato? Esagerato? Niente affatto. Provare per credere!
Che fare dunque? Sei mesi per prepararsi e diventare medico-igienista di te stessa, per diventare familiare con le leggi eterne ed immutabili di Madre Natura, nonché per incrementare il tuo apporto di sostanze crude e favorire così, grazie anche a una applicazione sistemica del nostro pacchetto salute, uno stop, una regressione ed una scomparsa definitiva del miro-nodulo e della infiammazione, secondo il tipico schema della remissione naturale.

TESINE DA LEGGERE

- Tumore duttale al seno guaribile senza cure invasive, senza fretta e senza paura, dell'11/6/16
- Carcinoma duttale infiltrante G3, del 28/1/13
- Le confessioni di un'operata al seno, del 23/6/12
- Carcinoma duttale scarsamente differenziato, del 21/6/12
- Malattia di Paget, sesso e capezzolo, del 6/4/11
- Chemio uguale accelerazione cinetica del tumore, del 31/1/13
- Tumore al seno guaribile in ambiente neutrale e sereno, del 9/12/12
- Tumore al seno e metastasi, del 31/10/12
- Tumore al seno e cure Di Bella, del 18/10/12
- Carcinoma mammario da guarirsi secondo natura, del 4/10/12
- Asportazione preventiva e raccapricciante del seno, del 26/2/11
- Carcinoma asportato, chemio ripetute e marcatori in crescita, dell'11/7/12
- Cisti al seno e folgorante recupero, del 27/12/11
- Cisti numerose e ago aspirato, del 6/9/10
- Il calvario femminile del nodulo al seno, del 12/6/10
- Risultati eccezionali con brevi digiuni alternati a cicli fruttariani, del 19/6/10
- Seno e micro-calcificazioni, del 13/3/12
- Tumore al seno, asportazione e radioterapia, del 29/(1/11
- Zona tumore e zona cancro, del 28/1/09
- Tumore strumento e barriera del sistema immunitario, del 22/9/11
- L'inevitabile conflitto tra medicina moderna e igiene naturale, del 3/2/12
- Vivere secondo natura, del 19/9/12

Valdo Vaccaro

Nessun commento:

Posta un commento