Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

mercoledì 16 novembre 2016

ALIMENTAZIONE IDEALE DEL NOSTRO PICCOLO DI 3 ANNI E MEZZO


LETTERA

CHIARIMENTI SULLA NUTRIZIONE DEL NOSTRO BAMBINO

Buonasera carissimo Valdo, spero che la "bufera" che le hanno scagliato addosso sia ormai passata.
Le scrivo perché avrei bisogno di un chiarimento. Lorenzo (3 anni e mezzo) mangia frutta a colazione, pranzo e merenda. La cena con verdure seguite da patate, o avocado, o qualche cereale, o semi. Come piano alimentare può andare bene? Sia il pranzo che la cena devono essere a base di verdure? La abbraccio con affetto.
Roberta 

*****

RISPOSTA

NIENTE DEVE E NIENTE SCHEMI 

Ciao Roberta. Non mi piace affatto la parola deve, come non mi piace la parola schema. Le coordinate giuste ed auspicabili, per i piccoli come per i grandi passano attraverso le parole dieta vegan-crudista tendenziale, sensata, sostenibile, personalizzata, nutriente, digeribile, rispettante l'equilibro calorico e mineral-vitaminico, cibo vitale ed acquoso (e mi pare che ci siamo), verdure da masticare per bene o da frullare, come primo piatto a pranzo e a cena, o a solo uno dei due pasti principali se il bimbo non avesse sufficiente appetito.

CREMINE, PAPPETTE E ALTRI CIBI ANCORA

Includere nella dieta cremine e pappette a base di mandorle, di farine di tapioca e di castagne, a base di farina di carrube. Introdurre pure gradualmente, e solo se graditi ed accettati, i funghi secchi per la vitamina D, qualche alga secca per gli Omega3, cucchiaino di germe di grano come supporto calorico. Qualche minestrina di verdura, gnocchi di patate e gnocchi di zucca, qualche lupino, qualche oliva. Fare attenzione che le patate non siano irradiate. 

MI PARE CHE VI STATE MUOVENDO NEL MODO CORRETTO

Altre parole chiave includono l'ascolto attento del proprio corpo, che nel bambino si attua controllando i suoi gusti, le sue preferenze, e i risultati concreti, ed anche attraverso la regolare verifica del suo metabolismo, della sua crescita regolare e del suo benessere ovviamente. Il vostro bambino, come tutti gli esseri viventi, ha le sue esisgenze personalissime essendo un soggetto unico al mondo. Questo non va mai dimenticato.

Valdo Vaccaro

Nessun commento:

Posta un commento