Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Attenzione: se non funziona "CERCA NEL BLOG" usa questo link (basterà cambiare il termine di ricerca con quello di tuo interesse)

mercoledì 23 novembre 2016

MACCHIETTE ROSA UTERINE E GRANITICA VOLONTÀ DI RESISTERE


LETTERA    1

HO FINALMENTE TROVATO IL SITO

Gentilissimo dottore Valdo Vaccaro, mi hanno tanto parlato bene di Voi. Finalmente ho potuto trovare il vostro sito. Leggendo le varie domande che la gente vi sottopone, sono incantata dall'entusiasmo che la gente ha dopo aver seguito i vostri consigli preziosi.

MACCHIA ROSA DALL'UTERO

Qualche giorno fa ho letto della signora Gina, che ha macchie rosa sulla carta igienica dopo aver urinato. Ho pensato che forse potete aiutare anche me. Anche io sono in menopausa da molti anni, e vorrei tanto un parere da Voi su cosa può essere se la macchia rosa non deriva dalla vescica ma dall'utero.

MI SONO SPAVENTATA E NON ANDREI MAI DAL GINECOLOGO ALLA MIA ETÀ

Mi spiego meglio. Dopo urinato, sulla carta igienica ho visto delle ombre rosa. Per essere più sicura ho provato ad asciugarmi di nuovo ma all'altezza dell'utero e non della vescica, e mi sembra che la macchia venga proprio dall'utero. Immaginate come mi sono spaventata. Non voglio andare dal ginecologo alla mia età. Sono anziana. Mi vergognerei da morire. Cosa posso fare per scongiurare una malattia? Non mi era mai capitato prima. Aiutate anche me per favore.
Grazie di cuore.
Ilaria

*****

RISPOSTA

LE DONNE NON SONO CARNE DA ESAME E NEMMENO CARNE DA MACELLO

Ciao Ilaria. Parliamo innanzitutto dell'aspetto psicologico e mentale che hai evidenziato in modo esemplare. Credo che tutte le donne, di qualsiasi condizione sociale e di qualsiasi età, provino le stesse paure, le stesse sensazioni e la stessa riluttanza a diventare carne da esame e spesso anche carne da macello. Solo che lo fanno con sforzi inconfessati e sovrumani, direi quasi con sconfinata rassegnazione. Tu lo hai invece detto in tutta franchezza e trasparenza.

MASSIMO RISPETTO PER IL NOSTRO CORPO

Non è poi soltanto una questione di vergogna e di delicatezza, o di preservare la propria intimità. È soprattutto una questione di rispetto della propria persona, di fiducia nelle proprie risorse. Una questione di reputazione nei riguardi del proprio corpo che, per quanto vulnerabile, per quanto transitorio ed impermanente, è stato nobilitato e dotato intelligentemente di straordinari meccanismi autoguaritivi, per cui non andrebbe mai messo nelle mani oltraggianti di chiunque, dotato o no di camice, se non nei rari casi di reale emergenza e di necessità.

OGNI ESPRESSIONE DEL CORPO HA UNA SUA RAGIONE D'ESSERE

Fatte queste considerazioni, andiamo alla questione sollevata da te in concreto. Per chi non è lasciato in balia di forze casuali e sregolate, ma è invece magnificamente assistito da intelligenza riequilibrante interna e da regole naturali eterne, appare chiaro che ogni manifestazione del corpo ha una sua logica e una sua ragione di essere. Vale qui come altrove il principio per cui Madre Natura è Sovrana Medicatrice di Tutti i Mali, inclusa la tua macchiolina rosa.

NON ESTERNIAMO OPINIONI PERSONALI MA LEGGI SCOLPITE SULLA ROCCIA

Vale per tutte le malattie, e vale ancor più per le malattie di tipo depurativo ed eliminativo, ovvie conseguenze per chi si comporta bene adottando diete compatibili e comportamenti virtuosi che rispettano e rafforzano la buona condizione immunitaria. Esistono leggi precise a sostegno di tutto questo, in particolare la legge di causa ed effetto, in particolare la legge per la quale il corpo è entità auto-guarente, in particolare la legge per cui il corpo non va mai contro se stesso a condizione che non lo disturbiamo e non lo massacriamo con visite e con interventi medici invasivi e sconsiderati.

INSORGENZA MALATTIE E CAMBIO RADICALE DELL'AMBIENTE BIOLOGICO

Tant'è che da queste premesse arrivano conseguenze basilari che ci devono dare una forza ed un convinzione indistruttibili. Ne cito soltanto un paio, come ad esempio "Ogni malattia ed ogni anomalia insorgono solo quando serve e durano solo finché necessario", e "Non verrai fuori dal tuo tunnel patologico, da nessun disturbo grande o piccolo, se non provvederai a cambiare radicalmente il tuo Milieu Interieur, ovvero il tuo ambiente biochimico interno, circuito ematico, sistema linfatico e funzionalità degli organi di base". Conseguenze e leggi millenarie nel contempo, che portano la firma e la garanzia di Herbert Shelton e di Claude Bernard rispettivamente.

AMMONIMENTO CORPORALE E PROCESSO DEPURATIVO

In conclusione, ogni liquido ed ogni perdita ed ogni emissione bianca, bruna, gialla, rosa, rossastra o scura non devono spaventare nessuno trattandosi di fenomeno fisiologico e di scarico di tossine, e dunque di A) Processo segnalativo di anomalia in atto da un lato e B) Processo depurativo del corpo dall'altro lato.

L'ARTE DI SPAVENTARE LA GENTE PRODUCE VITTIME A RIPETIZIONE

Le paure nascono solo e sempre nelle persone che vivono nella continua e stabile ignoranza delle leggi naturali. Le paure riguardano chi è sviato e disinformato sistematicamente dai media e dalla medicina che, non a caso, pratica in modo deliberato il panico, per rendere mansuete ed obbedienti le sue pecorelle.

Valdo Vaccaro

*****

LETTERA   2

MEDICINE ED ESAMI A RIPETIZIONE

Grazie Dottore, la bellezza di essere ascoltati e di essere consigliati non ha prezzo. Voi mi avete dedicato attenzione e tempo senza conoscermi. Il mio medico a stento alza gli occhi, perennemente scocciato, non fa mai un sorriso e l'unico consiglio che dà sono medicine ed esami più esami. Chi sceglie di fare il medico dovrebbe farlo per vocazione, solo per aiutare il prossimo. 

LE CRETINATE CHE TOLGONO IL MAL DI TESTA

Se mi permettete Vi racconto un aneddoto. Qualche giorno fa raccontai al mio medico che, quando mi fa male la testa, metto una fascia sulla fronte come faceva mia nonna, mi siedo tranquilla e bevo una camomilla. Lui non ha detto neppure una parola. Ha solo scosso la testa in segno di disapprovazione, come a dire che io avessi detto una cretinata. Forse è davvero una cretinata. Fatto sta che così mi passa il mal di testa. Vi ringrazio Dottore. Siete una gran brava Persona. Spero che tanti giovani medici prendano la vostra strada.
Ilaria

*****

Nessun commento:

Posta un commento